Sintomi e cure dell’atrofia muscolo spinale: di cosa si tratta?

L'atrofia muscolo spinale è una malattia genetica molto rara che interessa il sistema nervoso e rende pian piano complesso muoversi. Scopriamo i sintomi.

L’atrofia muscolare spinale, conosciuta anche come SMA, è una malattia rara del sistema nervoso che colpisce i motoneuroni provocando un sempre crescente indebolimento dei muscoli del corpo. All’origine di questa patologia c’è una mutazione genetica ereditaria del DNA. Scopriamo quali sono i sintomi principali e le eventuali cure contro la malattia.

Sintomi dell’atrofia muscolo spinale

La SMA non si presenta sempre con gli stessi sintomi, infatti ci sono forme più gravi che causano persino la morte prematura dei pazienti e poi ci sono forme meno gravi con cui si può convivere. In generale i sintomi possono essere davvero vari, tra questi ci sono l’atrogriposi, l’astenia e i crampi muscolari. Spesso ci sono anche atrofie e persino paralisi dei muscoli quando si avanza con la malattia.

La disfagia e la dispnea sono sintomi tipici del disturbo, così come la fascicolazione muscolare e l’ipostenia. In alcune occasioni i pazienti affetti dalla malattia ereditaria devono sopportare anche forti spasmi muscolari e vedono insorgere la scoliosi che diventa sempre più grave con il peggiorare della malattia.

Cure dell’atrofia muscolo spinale

Questa malattia risulta attualmente incurabile, ma esistono alcune contromisure utili per rallentare la progressione inevitabile della malattia.

Grazie a specifiche misure terapeutiche è possibile allevire e rendere più lento il peggioramento dei sintomi e a migliorare quindi il tenore di vita dei soggetti che ne sono affetti. In generale, l’efficacia del trattamento dipende molto dalla gravità dell’SMA.

I pazienti che soffrono di questa malattia possono ottenere grandi benefici dall’attività fisica perchè questa favorisce il benessere cardiocircolatorio e previene anche la rigidità delle articolazioni. Suggeriamo comunque di non esagerare e di praticare sport in modo non troppo intenso e sempre tenendo conto delle proprie condizioni di salute.

Per migliorare il risultato è bene rivolgersi a un fisioterapista e bisogna anche avere una certa costanza nella propria attività motoria.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quali sono le proprietà cosmetiche dell’olio di vinaccioli?

Bacche di Goji: che proprietà hanno? Conosciamo questo frutto unico

Leggi anche
Contents.media