Betacarotene: quali benefici può avere sulla nostra pelle?

Il betacarotene migliora la salute della pelle e si può assumere quotidianamente attraverso oli, verdure a foglia verde e frutta

Il betacarotene è un carotenoide precursore della vitamina A, che esercita influssi benefici sulla pelle, sulla vista e sulle ossa. Scopriamolo meglio.

Betacarotene: perché è utile per la pelle?

Il betacarotene non è altro che un pigmento vegetale, di colore rosso, giallo e arancio, precursore della vitamina A.

Esso, infatti, viene convertito in vitamina A all’interno del piccolo intestino e va poi a depositarsi nel fegato che provvederà a rilasciarlo poco alla volta, in base alle esigenze dell’organismo.

Dal punto di vista nutrizionale, il betacarotene è molto importante per l’organismo. Infatti, è un ottimo antiossidante che contrasta efficacemente i radicali liberi, ed è la fonte primaria della vitamina A. Quest’ultima è essenziale per permettere alle ossa di crescere in maniera sana, protegge la vista e la salute degli occhi e migliora la salute della pelle.

Inoltre, il betacarotene è in grado di proteggere la pelle dalle aggressioni esterne, soprattutto dai raggi del sole, attenuandone la sensibilità e prevenendo scottature.

Betacarotene per la pelle: dove trovarlo?

Il betacarotene è contenuto in molti tipi di frutta, nelle verdure a foglia verde, nei cereali e negli oli.

È importante assumere le giuste dosi di betacarotene, che per una persona adulta sono ricomprese tra i 2 e i 4 mg al giorno.

Una carenza del pigmento in genere non provoca problemi di salute, ma se è associata ad una carenza di vitamina A, allora potrebbero verificarsi disturbi alla vista, difficoltà nei processi di crescita e maggiori probabilità di contrarre infezioni.

Un eccesso di betacarotene, al contrario, può avere delle ripercussioni serie sulla salute. Un surplus del pigmento nei fumatori può provocare un’incidenza maggiore di cancro al polmone, e anche le donne in gravidanza o in fase di allattamento devono stare attente a non eccedere nell’assunzione del betacarotene.

Infine, un eccesso di betacarotene nei soggetti in condizioni normali può provocare l’alterazione del colore della pelle, problematica che sparisce se si diminuiscono le dosi di carotene assunto.

Betacarotene nelle creme solari per proteggere la pelle

Molto spesso il betacarotene viene inserito nelle creme solari per ridurre la sensibilità della pelle ai raggi UV ed evitare così scottature e altri disturbi. In questo senso, il pigmento è particolarmente utile soprattutto per chi ha una pelle molto chiara e sensibile.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Più magnesio per contrastare il mal di testa

Frullato di ananas: quali sono i benefici della gustosa bevanda

Leggi anche
Contents.media