Notizie.it logo

Cinque comportamenti depressivi comuni

comportamenti depressivi

I sintomi della depressione sono effetti collaterali fisici di una malattia. I comportamenti invece sono come una persona agisce come risultato a questi sintomi. Sono risposte consce o subconscie a una sorta di stimolazione o impeto nel corpo.

Vi sono numerosi esempi di sintomi comuni e risposte comportamentali corrispondenti. Per esempio, una vescica piena richiede che una persona si rechi in bagno; oppure, un prurito porta una persona a grattarsi. I sintomi della salute mentale non sono diversi e ad esempio la tristezza può causare un pianto. Infatti, condizioni come la depressione sono spesso chiamate disturbi comportamentali della salute – molto probabilmente a causa della connessione esplicita tra funzionamento del cervello e comportamento.

Esamineremo cinque comportamenti comuni delle persone che soffrono di depressione ed esamineremo i sintomi che si celano dietro. In definitiva, conoscere le cause mediche dei comportamenti depressivi può portare una persona che soffre di questo problema, a cercare un trattamento per la sua condizione o può incoraggiare qualcuno che conosce, a cercare informazioni e trattamenti.

Mangiare di meno

Se il termine “grasso e felice” fosse preso alla lettera, il suo opposto sarebbe “magro e infelice”.

Mentre questo potrebbe semplificare eccessivamente sia lo stato mentale, che le abitudini alimentari, possiamo dire che comunque in parte è vero. La depressione porta notoriamente ad una riduzione dell’appetito, ed è una delle principali cause di perdita di peso involontaria.

La perdita di appetito è un sintomo neurovegetativo che si origina nel sistema nervoso autonomo; fa sì che una persona non trovi piacere in cose che una volta amava, e mangiare è una fonte di piacere per la maggior parte delle persone.

Tuttavia, vi è un’eccezione a questo comportamento. Le persone con depressione atipica tendono a mangiare di più e possono effettivamente aumentare di peso.

Depressione atipica

Il nome di questo tipo di depressione può essere fuorviante; in realtà è una forma abbastanza comune del disturbo. Questo tipo, ha molti sintomi in comune con la depressione classica, tranne alcuni, come ad esempio l’aumento di appetito.

Dormire di meno

È facile immaginare una persona depressa come qualcuno che rimane al letto tutto il giorno, nascosto sotto le coperte, lontano dal resto del mondo.

Nella realtà, tuttavia, la maggior parte delle persone depresse non dorme tanto. Si ritiene che quasi l’80% delle persone che soffrono questa condizione, sviluppano disturbi del comportamento del sonno, come ad esempio stare sveglio la notte, svegliarsi più volte, o alzarsi troppo presto al mattino. La ragione che si cela dietro questi comportamenti è la stessa che può portare una persona a mangiare di meno: i sintomi neurovegetativi.

Ironia della sorte, la mancanza di sonno può portare alla depressione. Pertanto, una persona depressa che dorme poco può trovarsi in un vortice di insonnia e depressione che nutre costantemente. Se una persona depressa sta avendo un cambiamento nei comportamenti del sonno, è ideale che lui/lei che cerchi una cura per le condizioni di salute mentale, così come per il disturbo del sonno. Certo, non tutti quelli che soffrono di depressione dormono poco. La depressione atipica può invece portare a dormire di più, proprio come può spingere a mangiare di più.

Andare dal medico a causa di malessere e dolori diffusi

Immagina di iniziare a sentire regolarmente dolori muscolari e spasmi alle gambe.

A quel punto incominci a preoccuparti di cosa potresti avere. Potrebbe essere sclerosi multipla? Forse si tratta di morbo di Parkinson? A quel punto pianifichi un appuntamento con il tuo dottore per scoprire cosa si cela dietro il dolore e i cambiamenti fisici che stai vivendo. Il medico ti esamina e richiede esami di laboratorio; una volta terminati i test, scopri che… stai assolutamente bene (almeno sulla carta). All’inizio, ti senti sollevato, ma dopo un po’ le preoccupazioni ritornano: cosa c’è in me che non va? Perché il dottore non trova una causa ai miei disturbi?

Si tratta di uno scenario comune a molte persone depresse. Malesseri e dolori inspiegabili sono noti sintomi di depressione, ma se una persona sta avendo un lieve disturbo dell’umore, potrebbe non rendersi conto della vera causa del suo dolore. Se viene diagnosticata la depressione, un antidepressivo può aiutare molto ad alleviare sia i problemi fisici, che quelli mentali che la persona depressa sta vivendo.

Gli antidepressivi sono infatti, i trattamenti raccomandati per molte sindromi da dolore cronico, che si soffra o meno di depressione.

Comportamenti pericolosi

I comportamenti meno noti per chi soffre di depressione sono: autolesionismo non suicidario e comportamenti ad alto rischio che vanno dal procurarsi dei tagli, al fare sesso non protetto.

Ridurre le attività con amici e familiari

Abbiamo già parlato del problema collegato a quando si mangia di meno, e abbiamo discusso di come la depressione inibisca la capacità di una persona di trovare piacere nelle cose di cui una volta godeva. Una persona depressa smette di socializzare e partecipare alle attività che una volta amava, così come può avere meno interazione con i propri cari.

Il problema di questo tipo di comportamento è che conduce all’isolamento, e l’isolamento può far aumentare i sentimenti di depressione. Per evitare questo ciclo di depressione cronica, che può essere causato dall’evitare gli altri, è importante per chi soffre di depressione non solo cercare una cura, ma anche riavvicinarsi a delle attività a cui in passato aveva preso parte.

Darsi malato a lavoro

Una persona depressa potrebbe non sembrare malata allo stesso modo di una persona che ha una malattia come il cancro o il diabete, ma un problema di salute mentale è comunque una malattia legittima che può avere un impatto sul lavoro di una persona. Infatti, a livello nazionale, la depressione può causare più perdita di giorni lavorativi, rispetto alla maggior parte delle malattie gravi, ed è anche la prima causa di disabilità negli Stati Uniti.

Darsi malati a lavoro è un comportamento che può essere influenzato da molti altri fattori depressivi. Ad esempio, l’isolamento causato dalla poca voglia di svolgere attività con familiari e amici, potrebbe rendere una persona meno propensa a voler interagire anche con i colleghi di lavoro. I malesseri e i dolori causati dalla depressione, possono far sentire una persona fisicamente malata e quindi la giustifica nel darsi malata. Inoltre, dormire troppo o non dormire abbastanza potrebbe rendere problematico il mantenimento di un programma coerente di lavoro.

I sintomi della depressione e i comportamenti che causa, sono connessi e si nutrono l’uno dell’altro. Il miglior modo per cambiarli è quello che la persona depressa cerchi una cura per la sua depressione. Lui/lei può quindi affrontare i singoli sintomi o comportamenti sotto la guida di un medico o di un terapeuta.

© Riproduzione riservata
Leggi anche