Come curare l’anemia mediterranea in gravidanza

Cos'è l'anemia mediterranea e come si può curare? Come ci si deve comportare in gravidanza e quali sono i rischi che si corrono?

Come si può curare l’anemia mediterranea in gravidanza? Che cos’è e come si può definire? Cerchiamo di scoprirlo meglio.

Cos’è l’anemia mediterranea

L’anemia mediterranea è chiamata anche talassemia. E’ una malattia del sangue ereditaria e, quindi, genetica. Il difetto a livello dei geni porta alla distruzione dei globuli rossi in modo precoce.

Ne deriva una minore presenza di emoglobina e, quindi, una scarsa ossigenazione di tessuti e muscoli. Chi ce l’ha, infatti, spesso deve sottoporsi a trasfusioni di sangue.

Alcuni pazienti possono avere ridotta fertilità, altri invece sono sterili. Altri ancora possono avere figli con fecondazione assistita. Ci sono, poi, altri tipi di pazienti che sono in grado di avere figli anche normalmente. In alcuni casi, vi sono delle donne che non possono avere figli perché non hanno il ciclo mestruale.

Queste persone possono non averlo mai avuto, oppure ad un certo punto non averlo più.

La fertilità in questo caso è inficiata dall’eccesso di ferro in uno o più organi o ghiandole. Questo contribuisce a non permettere lo sviluppo di uova o di sperma. Se si vuole una gravidanza, per prima cosa è necessario tenere sotto controllo i livelli di ferro nel caso di anemia mediterranea. Vi sono dei farmaci che, se assunti, aiutano a ridurre l’eccesso di ferro nell’organismo.

Le pazienti che usano questo farmaco hanno più possibilità di rimanere incinta o di preservare la loro fertilità.

Anemia mediterranea cure

Esistono delle cure per l’anemia mediterranea? Si, anche se il modo migliore per combatterla è la prevenzione. Vi sono più forme di anemia mediterranea, dalle più lievi e più curabili, a quelle più serie. Attualmente, i trapianti di staminali o di midollo osseo sono utili per i casi più gravi.

Negli altri casi, ci sono le trasfusioni, una dieta non troppo ricca di ferro e molta prudenza per evitare possibili infezioni.

Sottoporsi ad un test del sangue è il miglior modo per sapere se si può avere l’anemia mediterranea. Chi ha in casa dei casi di talassemia, sappia che può essere portatore. Dovrà, quindi, sottoporsi a della analisi del sangue per sapere se è a rischio concepimento di figli affetti da beta talassemia maior. I soggetti portatori sani della malattia non hanno mai grossi sintomi, se non poca anemia e globuli rossi più piccoli e più numerosi degli altri.

Per conoscere qualcosa in più circa questa malattia, su Internet o nelle librerie è possibile trovare numerosi libri che trattano l’argomento. A questo proposito, su Amazon, segnaliamo “Il segreto di una storia vera”. Una cura per l’anemia mediterranea, a circa 15 euro, con possibilità di acquistarlo in formato Kindle a soli 10 euro. Tratto da una storia vera, il libro narra come la persona in questione è riuscita a debellare l’anemia mediterranea.

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come si manifesta il cardiopalmo e quali sono le cure

È possibile piangere sangue?

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.