Notizie.it logo

Come sanificare la propria auto per evitare la propagazione di virus e germi

come sanificare la propria auto

Paura di virus e germi? Tutti i consigli per sanificare correttamente la propria auto.

L’interno di un’automobile è un ambiente piccolo e chiuso, dove è impossibile mantenere una distanza di sicurezza adeguata. Inoltre è impossibile, specialmente per il guidatore, non toccare le superfici interne come il volante ed il cruscotto, ed infatti sono quelle che vengono maggiormente contaminate da germi e virus.

Oltre a queste, altre superfici facilmente contaminabili sono i sedili, la leva del cambio e tutti i vari pulsanti interni. Chiunque salga in macchina non può far a meno di entrare in contatto con superfici già toccate da qualcun altro. Per questo sanificare la propria auto è fondamentale.

Come sanificare la propria auto: l’attrezzatura necessaria

Prima di iniziare a pulire l’auto, occorre dotarsi di alcuni strumenti necessari per eseguire la procedura correttamente.

Per prima cosa, occorre avere la mascherina, essenziale per proteggere le superfici dalle goccioline di saliva che inevitabilmente l’uomo emette, anche solo respirando. Anche i guanti monouso sono essenziali, in quanto evitano che eventuali agenti patogeni rimangano sulle mani, una volta finita la procedura di sanificazione, devono essere tolti con cautela, e gettati immediatamente nell’immondizia.

Per la pulizia vera e propria, occorre avere carta assorbente, detergente antibatterico o a base di alcol per le mani, candeggina, disinfettante detergente a base alcolica e, se sono presenti interni in pelle o superfici delicate, degli appositi igienizzanti per auto.

È importante usare un rotolo di carta assorbente, e non un panno di tessuto, perché una volta terminata l’operazione va gettato tutto nella pattumiera. Solo dopo aver controllato di possedere tutti gli strumenti necessari, sarà possibile iniziare la pulizia con il detergente versato sulla carta assorbente, strofinando le superfici.

Procedura di sanificazione

Sapere come sanificare la propria auto è importante. La prima cosa da pulire sono le parti dell’auto che vengono maggiormente toccate, cioè il volante, la leva del cambio ed il freno a mano.

Successivamente, vanno sanificati tutti i pulsanti del sistema multimediale, i pannelli interni delle portiere, ed infine le maniglie, sia dalla parte interna che da quella esterna. È importante non dimenticarsi di nessuna maniglia, nemmeno quella del portellone posteriore, perché ovviamente sono parti della macchina che vengono facilmente toccate. Per ultimo, si devono pulire tutti i rivestimenti interni, anche quelli più difficoltosi da raggiungere. È importante non tralasciare nulla.

Se si vuol spruzzare il prodotto in maniera diffusa, si possono utilizzare nebulizzatori.

Con questa procedura, si deve prima spruzzare il prodotto sulla superficie interessata, lasciarlo agire per circa 30 secondi, e successivamente strofinare con il panno. Vanno controllati accuratamente anche i filtri dell’aria condizionata. È necessario rimuovere i filtri, e pulire la bocchette ad i tubi di aspirazione.

Sanificazione auto a ozono

Un’altra possibilità per la sanificazione della propria auto altrettanto valida fa uso di ozono. Esistono dispositivi portatili attualmente in commercio che generano ozono a partire da aria ambientale senza bisogno di utilizzare alcun trattamento o condizionamento, assicurando grandi capacità di pulizia e sanificazione.

La procedura da effettuare è molto semplice e veloce, in genere dura un quarto d’ora circa. Il macchinario portatile deve essere avvicinato al veicolo che, attraverso un tubo flessibile, eroga la miscela gassosa vicino alle bocchette di areazione. L’erogazione si interromperà automaticamente dopo aver raggiunto la concentrazione di gas ottimale. A questo punto è necessario mantenere il ricircolo attivo per una manciata di minuti, così da sanificare efficacemente sia l’abitacolo interno, sia tutte le condutture dell’impianto di climatizzazione. Una volta trascorso il tempo prefissato, vanno aperte le portiere a far arieggiare l’auto per un paio di minuti. Questo trattamento è utile per pulire le zone più nascoste e difficili da raggiungere, come le parti sotto ai sedili o le tubature dell’aria condizionata. È comunque consigliabile passare un panno e del disinfettante sulle zone più esposte e più facilmente contaminabili.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.