Cosa mangiare dopo l’allenamento in palestra

L'unica certezza è che dopo aver fatto attività fisica bisogna nutrirsi.

Una delle principali questioni che da sempre sorge tra gli sportivi e chi frequenta assiduamente la palestra è cosa mangiare dopo l’allenamento. La risposta varia in base al nostro organismo e all’obbiettivo che stiamo perseguendo. L’unica certezza è che dopo aver fatto attività fisica bisogna nutrirsi.

A cosa serve

L’alimentazione post allenamento ha come scopo di rinforzare i muscoli provati dall’attività fisica. Recuperare forze, energie, liquidi e vitamine è un passaggio fondamentale. Farsi condizionare da voci esterne riguardo i cibi da assumere è sbagliato. L’unica regola da seguire è cercare di ricordarsi di bilanciare carboidrati, proteine e anche grassi. L’ideale sarebbe quello di consumare un piatto unico e bilanciato in grado di riprendere gran parte delle energie spese ma senza appesantirsi.

Non esiste inoltre una regola sulle tempistiche in cui svolgere il pasto: l’importante è consumarlo non rimanendo a digiuno per troppo tempo.

Nella scelta dei cibi da mangiare bisogna sicuramente tener conto di 3 fattori:

  • gli obiettivi che vogliamo raggiungere con l’allenamento
  • la tipologia e l’intensità dell’allenamento svolto
  • il fabbisogno giornaliero di cui abbiamo bisogno per sostenerci

Il tutto dovrà ovviamente essere personalizzato su di noi. Età, sesso e peso corporeo sono ovviamente valori di cui dover tenere conto prima della che scelta del piatto da consumare.

Quale obbiettivo vuoi raggiungere?

La scelta degli alimenti da mangiare dopo l’allenamento varia in base al fine che si vuole raggiungere. Per aumentare la massa muscolare si deve ingerire più di quanto si ha consumato. Viene quindi consigliata una alimentazione sana. Per questo l’ideale sarebbe unire il nostro piatto con proteine vegetali come legumi, avocado e frutta secca. Il tutto senza dimenticare che il pasto non va ritenuto concluso senza frutta e verdura fresche.

Riguardo i cereali invece, è meglio scegliere quelli integrali.

Se invece l’obbiettivo a cui stai puntando è quello di perdere peso, l’alimentazione cambia. Bisogna ora puntare su una combinazione di proteine e fibre, poiché quest’ultime ti rendono sazio per diverso tempo. Un piatto ideale è pesce con contorno di verdure, cibi ricchi di fibra ma povere di calorie. E’ errato invece il pensiero di dover rinunciare ai grassi. L’olio di oliva, ad esempio, usato per condire l’insalata, ha effetti benefici sul nostro organismo perché ricco di grassi insaturi. Non va dimenticato che in questo caso non bisogna assumere più calorie di quelle consumate.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Depressione: gene attivato inverte i sintomi nei topi

Debolezza stagionale: i rimedi naturali

Leggi anche
  • Punture di medusa: i migliori rimedi naturaliPunture di medusa: i migliori rimedi naturali

    Le punture di medusa sono dolorose e possono provocare gravi reazioni allergiche. Scopriamo come curare i sintomi e prevenire l’attacco.

  • Smettere di fumare con la sigaretta elettronicaSmettere di fumare con la sigaretta elettronica: è davvero una buona idea?

    Le e-cig sono considerate sempre più spesso uno strumento eccezionale nella lotta contro il fumo. Ecco perché.

  • Prodotti a base di cbd: scegliere quelli più sicuriProdotti a base di cbd: la scelta giusta, per ottenere quelli più sicuri

    Prima di acquistare prodotti a base di cbd occorre accertarsi che siano altamente sicuri: quali sono gli aspetti da considerare per una scelta adeguata.

  • Cura delle ferite essudanti: medicazioni in tessuto non tessutoLe medicazioni in tessuto non tessuto per la cura delle ferite essudanti

    Per favorire un ambiente ottimale alla guarigione delle ferite fortemente essudanti, Mölnlycke ha studiato la gamma Exufiber®.

Contents.media