Notizie.it logo

Denti sensibili: cause e rimedi naturali

Come sbiancare i denti

I denti sensibili sono un fenomeno molto comune. Fortunatamente esistono dei rimedi naturali per combattere questo fastidio.

Una patologia dentale molto diffusa nelle persone e che provoca spesso dei fastidi di non lieve entità è rappresentata dai denti sensibili, che causano la percezione di stimoli molto dolorosi. Cerchiamo di capire qualcosa in più sulla sensibilità dentale, sulle cause e su quali possono essere i migliori rimedi naturali.

Denti sensibili

I casi in cui i denti hanno una maggiore sensibilità si verificano quando sono a contatto con cibi molto caldi o freddi o che sono acidi e nel momento in cui effettuiamo l’igiene orale, spazzolando con particolare energia. Spesso il dolore provocato dall’ipersensibilità dentale si manifesta anche durante la masticazione. Le cause che possono determinare la sensibilità dei denti sono diverse e sono riconducibili a fattori di carattere fisiologico o patologico.

Generalmente, la sensibilità dentale deriva da una radice che risulta esposta o dall’erosione dello smalto; ma le cause possono essere anche diverse come ad esempio:

  • La presenza di una carie
  • Una recessione della gengiva quando si soffre di parodontite
  • La rottura o la scheggiatura di un dente
  • La presenza di un accumulo di tartaro
  • Un trattamento di igiene dentale effettuato da poco
  • Una recente otturazione effettuata dal dentista

Come comportarsi in causa di sensibilità dentale

Tralasciando i casi in cui per curare la sensibilità dei denti è necessario l’intervento di un dentista, analizziamo quali possono essere i rimedi di tipo naturale per evitare che si avvertano delle stimolazioni dolorose dovute dai denti.

Innanzitutto è fondamentale assicurare una corretta igiene orale, specie al termine di ogni pasto in modo da non permettere la proliferazione di batteri che potrebbero aggravare la situazione.

In questi casi, è preferibile utilizzare uno spazzolino con setole corte e morbide in modo da non provocare il dolore. Bisogna poi analizzare e identificare la causa che comporta l’ipersensibilità dentale in modo da adottare i rimedi più efficaci. Nei casi in cui, infatti, la causa della sensibilità sia l’erosione dello smalto i rimedi da seguire sono diversi e precisamente:

  • Consumare degli alimenti che risultino poco acidi
  • Usare dei dentifrici che risultino poco aggressivi
  • Curare con attenzione il reflusso gastro-esofageo
  • Evitare di sfregare e digrignare i denti, specie durante le ore notturne

Denti sensibili: alimentazione

Oltre a questi rimedi, è molto importante non sottovalutare l’insorgenza della sensibilità dei denti, che nel corso del tempo potrebbe peggiorare ulteriormente. Proprio per questo motivo è molto importante evitare che possano insorgere nuove carie, che non sia garantita una regolare pulizia dei denti, che si segua una dieta scorretta o che si favorisca o non si curi la parodontite.

Per tutti questi motivi appare innanzitutto necessario seguire una dieta corretta che preveda un consumo regolare di alimenti che non favoriscono l’insorgenza della carie.

Si tratta di tutti quegli alimenti poveri di zuccheri e di carboidrati e che possono contenere dello xilitolo, elemento che contrasta la formazione della carie: ad esempio i comuni chewingum allo xilitolo riescono anche a garantire una sufficiente pulizia dei denti.

La dieta deve essere poi ricca di alimenti che riescono a garantire il mantenimento dello smalto dei denti, ricchi pertanto di fosforo e calcio; bisogna quindi preferire i latticini. Allo stesso modo, anche il fluoro è molto importante per garantire il mantenimento dello smalto in quanto ne favorisce la ristrutturazione; da preferire quindi il pesce, il vino e i succhi di frutta.
Ovviamente per fare in modo che non si acuiscano i sintomi tipici dell’ipersensibilità dovranno essere preferiti dei cibi a temperatura ambiente e non particolarmente acidi.

Il miglior rimedio naturale per denti sensibili

Per chi non ha tempo, a causa dei vari impegni di lavoro, di recarsi dal dentista, è possibile eseguire una buona igiene orale anche stando a casa con un apparecchio che aiuta in tal senso.

Si tratta di Denta Pulse, un sistema a vibrazioni soniche che aiuta a raggiungere livelli ottimali per quanto riguarda la pulizia dei denti.

Un prodotto che permette di rimuovere residui di cibo, batteri, placca, in pochissimo tempo. Adatto a tutti, anche a chi ha otturazioni, apparecchi, impianti e corone. Un sistema dotato di 3000 vibrazioni soniche che rimuove o meglio elimina del tutto la sporcizia che si annida nei denti. Un prodotto che ha i seguenti benefici:

  • Permette di rimuovere qualsiasi problema sia davanti che dietro, ma anche nel mezzo dei denti
  • Funge da smacchiatore, quindi elimina i residui di cibo, il tartaro
  • Dotato di una luce Led che permette di raggiungere i denti anche in zone difficili
  • Ha un manico ed è maneggevole, oltre a poterlo usare tutta la famiglia.

Si usa come un normale spazzolino da denti, ma non bisogna strofinarlo, bensì passarlo in modo delicato e leggero e aspettare che le vibrazioni rimuovano tutte le impurità che si sono accumulate nei denti.

Bisogna usarlo almeno due volte al giorno in modo da garantire risultati concreti e soddisfacenti nel tempo.

Per chi fosse interessato a saperne di più può cliccare qui o sulla seguente immagine.

Un sistema consigliato dallo stesso esperto del settore in quanto rimuove sia le macchie che il tartaro, ma anche la placca. Ottimo per lo smalto dei denti e va benissimo per l’igiene orale di tutta la famiglia. Nella confezione è presente anche uno specchio per verificare i risultati ottenuti.

Essendo un prodotto originale ed esclusivo, non è disponibile nei negozi fisici o siti di e-commerce online. L’unico modo per acquistarlo è tramite il sito ufficiale del prodotto, compilare il modulo con i propri dati che sono trattati nel rispetto della privacy e attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Il prodotto è in promozione stagionale al costo di 49 Euro con spedizione gratuita. Il pagamento si effettua sia con carta di credito o Paypal, ma anche in contrassegno, ossia in contanti al corriere al momento della consegna.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche