La dieta settimanale consigliata durante la cura oncologica

Qual è la dieta settimanale consigliata dagli esperti durante la cura oncologica? Scopriamolo insieme.

Quando si segue una cura oncologica è indicato e consigliato seguire una dieta ad hoc per combattere gli effetti collaterali della terapia. Ecco la dieta dieta oncologica settimanale.

La dieta settimanale consigliata durante la cura oncologica

La dieta mirata per chi segue una cura oncologica, per sconfiggere malattie quali tumore e cancro in particolare, è fondamentale per aiutare il paziente a prevenire la nausea e a combattere gli effetti collaterali della terapia, come soprattutto infiammazioni della mucosa e vomito. Si raccomanda prima di tutto di masticare molto bene e lentamente e di non allarmarsi se dopo la terapia si avverte nausea e non si ha fame: l’appetito tornerà nel giro di pochi giorni.

La dieta settimanale da seguire durante la cura oncologica in genere si basa in diverse fasi, prima, durante e dopo la terapia. Prima della cura bisogna preparare l’intestino. Per questo gli alimenti vanno scelti in funzione della loro azione protettiva, ecco cosa mangiare. A colazione preferire il latte di mucca o latte di soia, di mandorla, di riso o di avena con muesli o dei fiocchi di cereali.

Pranzo. Può essere indicata una zuppa di verdura e di miso o un’ insalata da variare ogni giorno a cui fare seguire una pasta o un riso integrale, utili a fornire gli zuccheri che verranno bruciati nell’arco della giornata, con delle verdure.

Cena. Scegliere fra un piatto di cereali e legumi integrali oppure pesce. Uova o carne, preferibilmente bianca, vanno mangiati meno. Fra i formaggi meglio la ricotta, accompagnata con verdura o zuppa.

Durante la cura oncologica bisogna mangiare cibi sani e specifici per prevenire, combattere gli effetti collaterali, come mucositi, nausea e vomito. Ecco cosa scegliere: pesce azzurro per l’elevato contenuto di grassi (omega-3) ad azione anti-infiammatoria; cereali o di legumi; zuppa di miso che favorisce la digestione.

Dieta settimanale per la cura oncologica: cibi consigliati

Quando ci si sta sottoponendo a una cura oncologica prima di tutto bisogna preparare il corpo alla terapia, evitando perlopiù gli effetti collaterali come la nausea. Abbiamo visto quali sono i cibi consigliati e che vanno bene per la cura di questo tipo, dai cereali al miso ai legumi integrali. Subentra poi la terza fase, quella del post terapia.

Alla fine della chemioterapia, per assicurare un sufficiente apporto nutritivo e pervenire l’aumento di peso, la dieta dovrà ritornare a un equilibrio fra verdure e cereali poco raffinati, e pesce evitando invece alimenti ad alto indice glicemico o con contenuto di grassi che favoriscono l’obesità.

Dopo la terapia è fondamentale bere liquidi perché aiuta a smaltire più rapidamente i metaboliti dei farmaci e quindi a prevenirne i possibili effetti tossici su reni e vescica. Inoltre una regolare attività fisica, anche d’intensità moderata, contribuisce a migliorare tutti gli aspetti della qualità della vita.

L’esercizio fisico, infatti, aiuta a ridurre fattori di rischio come l’infiammazione cronica e l’adiposità e contribuisce a tenere sotto controllo i livelli ematici di glicemia, insulina ed estrogeni, per tanto è considerato un fattore protettivo nel rischio di sviluppare tumori.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Michelle Pfeiffer: la dieta a casa e sul set

Tivoli, Ordini medici e infermieri: “Addolorati per vittime, grazie a chi ha salvato pazienti”

Leggi anche
Contentsads.com