E’ vero che parlare con le piante fa bene? 5 buoni motivi per cui dovresti farlo anche tu

E’ vero che parlare con le piante fa bene? Scopriamo 5 buoni motivi per cui dovresti iniziare a farlo

E’ vero: parlare alle piante fa bene alle piante e anche a se stessi, lo dice la scienza. Il contatto diretto con le piante e in generale con il verde ci aiuta a star meglio e aiuta loro a crescere. Ecco 5 buoni motivi per cui dovresti parlare con le piante.

E’ vero che parlare con le piante fa bene? 5 buoni motivi per cui dovresti farlo anche tu

Le piante sono spesso sottovalutate invece sono gli interlocutori ideali, perché “non interrompono quando si parla loro, né discutono né fanno domande difficili”, ha scritto il Washington Post citando un sondaggio condotto da Trees.com nel 2022 secondo il quale il 50% dei 1.250 intervistati ha riferito di aver parlato con le proprie piante o alberi. Ma il fatto curioso e al tempo stesso interessante è che alla domanda sul perché lo si fa, il 65% ha risposto di ritenere che “le aiuti a crescere”.

Le piante sono benefiche sotto tanti punti di vista, per le loro proprietà intrinseche, ma anche perché coltivarle e prenderci cura di loro può aiutarci a superare ansia e depressione. Molti scienziati si sono chiesti se parlare alle piante le aiuterebbe a crescere ma non ci sono prove sufficienti per avvalorare questa ipotesi.

È invece possibile che le persone che parlano alla piante sono quelle che si prendono cura di loro in maniera attiva e costante, alimentando il loro benessere generale. Sono infatti azioni come innaffiare, concimare e regolare l’esposizione della pianta a fare la differenza essendo acqua, sostanze nutritive e luce le necessità primarie dei vegetali.

Smithsonian e Nasa mostrano che le vibrazioni lievi aumentano la crescita delle piante mentre le vibrazioni più aspre e più forti hanno un effetto negativo. Le vibrazioni lievi, infatti, migliorano la comunicazione, la capacità di combattere le infezioni e la fotosintesi che, a sua volta, migliora la crescita. Si possono osservare anche miglioramenti nella tolleranza allo stress idrico a seguito di esposizioni di onde sonore a basse frequenze.

Inoltre, anche le radici sembrano essere in grado di “sentire”, localizzando l’acqua nel suolo anche grazie alle vibrazioni prodotte dallo scorrimento sotterraneo.

Parlare alle piante fa bene? I benefici per noi

Non basta parlare alle piante per farle crescere vigorose. Non bisogna dimenticare di prendersene cura al meglio, soddisfacendo tutti i loro bisogni. Inutile mormorare paroline dolci, se poi non diamo l’acqua o gliene diamo troppa, facendole morire. Parlare con le piante, curarle, vederle crescere e fiorire, fa bene anche a noi.

Gli effetti terapeutici delle piante e del giardinaggio sono stati ampiamente documentati: ecco 5 buoni motivi per parlare alle piante: miglioramento del nostro umore, l’affinamento della nostra concentrazione e l’abbassamento dei nostri livelli di stress.

La routine di controllare, spolverare, ruotare e annaffiare le mie piante è quasi come una meditazione: ci aiuta a mantenere la calma e rimanere concentrate sul momento. C’è anche un senso di realizzazione quando le nostre piante fioriscono grazie alle nostre cure. Ecco perché dovresti iniziare a parlare alle piante anche tu.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Federica Panicucci svela la sua dieta per rimanere in forma: “Mangio di tutto”

Quanti chili si possono perdere con la dieta a zona?

Leggi anche
  • 1216x832 11 08 32 31 870870555Stile di vita sano: le abitudini per vivere meglio

    L’articolo suggerisce abitudini per migliorare la qualità di vita, tra cui esercizio fisico, dieta equilibrata, idratazione, crescita personale, pensiero positivo, meditazione e gratitudine, da integrare gradualmente nella routine quotidiana.

  • 1216x832 05 08 31 09 819520107Vitamine e minerali: a cosa servono

    Le vitamine e i minerali sono fondamentali per la salute e si trovano in vari alimenti. Una dieta equilibrata, ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre, garantisce un adeguato apporto di questi micronutrienti essenziali.