Dieta per l’endometriosi: come prevenire il problema

L'endometriosi è un disturbo femminile che può essere prevenuto facendo particalere attenzione alla dieta. Vediamo quali sono gli alimenti utili.

L’endometriosi è una patologia che colpisce le donne e viene causatada un accumulo anomalo di cellule endometriali fuori dall’utero. Questa anomalia porta all’insorgenza di un perenne stato di infiammazione nel corpo di chi ne è affetto e si manifesta tramite forti dolori e sofferenze a livello intestinale.

Per prevenire l’endometriosi è bene seguire una dieta corretta che preveda l’assunzione di alcuni specifici nutrienti.

Dieta per prevenire l’endometriosi

Il ruolo dell’alimentazione nelle donne affette da endometriosi è molto importante e infatti seguire una giusta dieta permette anche di prevenire la sua comparsa. Anche le donne già affette da questo problema dovrebbero fare attenzione a quello che mangiano in quanto i cibi possono alleviare la sintomatologia. In generale infatti ci sono alcuni alimenti che permettono di diminuire il livello di estrogeni e di accrescere invece le sostanze antinfiammatorie presenti nell’organismo.

Cosa mangiare

Gli acidi grassi Omega-3 e gli acidi grassi Omega-6 sono essenziali perchè hanno una naturale azione antinfiammatoria utile a ridurre i sintomi dolorosi che vengono provocati dall’endometriosi, inoltre permettono di prevenire e trattare i disordini immunitari.

Gli alimenti ricchi di Omega-3 sono soprattutoo il pesce azzurro, il salmone, l’olio di fegato di merluzzo e la frutta secca oleosa tra cui spiccano le noci.

Anche alcuni oli vegetali come quello di colza o di semi sono ricchi, così come gli oli di semi come quello di lino. Gli alimenti ricchi di Omega-6 sono invece soprattutto la frutta secca tra cui noci, arachidi, mandorle, nocciole e i cereali come avena e crusca. Anche i ceci e gli oli vegetali ne abbondano.

Chi vuole prevenire la comparsa della malattia dovrebbe assumere molti alimenti ricchi di antiossidanti.

Tra questi spiccano i flavonoidi, che si ritrovano nella frutta, nel prezzemolo, nel sedano, nel carciofo e nel basilico. Questi sono in grado di ridurre l’effetto di un enzima (aromatasi) fondamentale nella produzione degli estrogeni. Le vitamine sono poi fondamentali per restare in salute, così come i sali minerali che consentono di ridurre lo stress ossidativo.

Cosa evitare

Alcune ricerche hanno evidenziato che le donne che consumano grandi quantità di carne rossa vedono aumentare il rischio di ammalarsi di endometrosi, per questo è bene consumarla in maniera moderata e senza esagerare.

Anche latte e i latticini possono stimolare la produzione di sostanze coinvolte in alcuni processi infiammatori (prostaglandine E2 e F2A). Suggeriamo anche di limitare le quantità di alimenti dolci.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rimettersi in forma con l’uovo: come bilanciare la propria dieta

Le migliori tisane per facilitare la digestione

Leggi anche
Contents.media