I rimedi naturali contro intestino irritabile e stitichezza

L'intestino irritabile può causare stitichezza, diarrea, gonfiore e flatulenza, ma rimedi naturali come camomilla e malva possono risolvere il problema

La sindrome dell’intestino irritabile, di solito, è accompagnata da dolori alla pancia, gonfiore, stitichezza e flatulenza. Per migliorare la salute dell’intestino ed eliminare questi fastidi, esistono dei rimedi naturali molto efficaci.

Intestino irritabile e stitichezza: cause e soluzioni

Chi soffre di intestino irritabile può accusare diarrea o stitichezza, oppure entrambi i disturbi in modo alternato.

Ciò si verifica perché l’organo non riesce a funzionare correttamente.

Questi sintomi sono frequenti nelle donne dai 20 ai 40 anni e si devono a una combinazione di fattori: abitudini alimentari, stile di vita sedentario, predisposizione genetica, emotività.

Cause

Le cause dell’intestino irritabile e della stitichezza non sono ancora certe. È possibile che chi è affetto da tale patologia abbia l’intestino e il colon particolarmente sensibili, che reagiscono in modo anomalo in caso di stress o quando si assumono particolari cibi.

Altre cause di queste patologie possono essere: mal funzionamento del sistema immunitario, una leggera forma di celiachia e livelli anomali della serotonina, un neurotrasmettitore che regola la defecazione e la motilità intestinale.

Rimedi naturali

Una volta accertata la presenza di queste patologie e sintomi con il proprio medico, è possibile migliorare la situazione attraverso l’utilizzo di rimedi naturali.

Per quanto riguarda l’alimentazione, si devono privilegiare i cibi ad elevato contenuto di triptofano, come il cavolo, le rape, i prodotti a base di cereali integrali macinati e le patate cotte con la buccia.

Da evitare, invece, crusca, prodotti a base di burro, cibi da fast food, salumi, uova e formaggi stagionati.

Un altro rimedio utile per combattere la stitichezza e l’intestino irritabile è il decotto a base di liquirizia. In esso sono contenuti flavonoidi e glicirrizina, che svolgono un’azione antispastica sulla muscolatura dello stomaco e dell’intestino, nonché un’azione antinfiammatoria, mucoprotettiva e cicatrizzante.

Lo zenzero è un altro valido alleato quando si soffre di problemi di intestino, dato che ha importanti effetti analgesici, digestivi e antinfiammatori naturali.

Inoltre, la radice facilita l’assorbimento dei nutrienti, ha proprietà carminative, ovvero riduce la formazione di gas, e promuove l’eliminazione di sostanze di rifiuto accumulate nel colon.

Infine, consigliate in caso di stitichezza e intestino irritabile sono le tisane a base di melissa, di camomilla e di malva. La melissa, oltre ad eliminare i gas intestinali, agisce sulla muscolatura liscia dell’apparato gastro-enterico riducendo il dolore delle contrazioni.

La camomilla, invece, ha proprietà digestive, antispasmodiche ed antinfiammatorie su tutto l’apparato gastrointestinale.

Infine la malva è molto utile in caso di stipsi, per la sua blanda azione lassativa, ma anche per sedare i dolori gastrointestinali dovuti a reflusso, gastrite, colite, diverticolite o emorroidi.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come riconoscere e trattare la sindrome dell’X fragile

Olio e limone per idratare naturalmente il viso

Leggi anche
  • defibrillatoreDispositivi salvavita: l’importanza del defibrillatore dae
  • donnaVulvodinia: i rimedi naturali migliori

    Per combattere la vulvodinia è possibile sfruttare i grandi benefici offerti da alcuni rimedi naturali: scopriamo insieme quali sono i migliori.

  • alimentazioneVulvodinia: quali cibi evitare

    Le donne che soffrono di vulvodinia devono prestare grande attenzione alla propria alimentazione: scopriamo quali cibi evitare.

  • Tutto ciò che c'é da sapere sulla vulvodiniaCos’è la Vulvodinia: cause, sintomi e come si cura

    Scopriamo nel dettaglio le possibili cause, tutti i sintomi e la cura per la Vulvodinia, una patologia ginecologica invalidante sotto più aspetti

Contents.media