Le conseguenze per la salute del sesso orale

Il sesso orale è una pratica molto diffusa che, contrariamente a ciò che si pensa, può provocare malattie sessualmente trasmissibili.

Il sesso orale è una pratica molto utilizzata, sia da uomini che donne indistintamente. Come farlo e che tipi di accortezze dobbiamo avere, per evitare eventuali malattie sessualmente trasmissibili derivanti da questa pratica?

Come fare sesso orale

Non esistono regole specifiche sul come fare sesso orale? Uomini e donne, infatti, amano cose differenti.

Il sesso è un qualcosa di davvero molto ampio, che non si può certo definire in poche righe. Esistono, però, alcune piccole regole che mettono d’accordo più o meno tutti. Per ciò che riguarda gli uomini, ad esempio, dobbiamo considerare che la parte più sensibile del pene la ritroviamo nella zona superiore. E’ chiaro, quindi, che andando a stimolare con bocca e lingua questa zona, si può provocare piacere in un uomo, anche se non è certo l’unica maniera per farlo.

Advertisements

Per ciò che riguarda le donne, invece, molte hanno piacere nella stimolazione grazie alla bocca e alla lingua del clitoride, una zona ricca di particolari e numerose terminazioni nervose, capace di regalare orgasmi molto intensi. Il sesso orale può essere una pratica intesa come preliminare per il sesso vero e proprio, ma non è certo obbligatorio. Molti, specialmente i giovani, amano fare sesso orale senza passare dalla penetrazione vera e propria.

Si tratta, in ogni caso, di un modo per conoscere il corpo dell’altra persona e, più in generale, di maschi e femmine.

Malattie trasmissibili sesso orale

Purtroppo, anche attraverso il sesso orale si può andare incontro a numerose malattie trasmissibili. Alcune di queste sono curabili, altre invece no. La più terribile di tutti è senza dubbio l’HIV. Ve ne sono altre che si possono trasmettere in questo modo, tra cui la gonorrea, la sifilide, l’herpes, l’epatite B, la clamidia, l’amebiasi e la giardiasi.

Purtroppo, stabilire con esattezza le probabilità di trasmissione non si può. Dobbiamo, però, considerare che, in caso di rapporti anali o vaginali, assieme al sesso orale, le probabilità aumentano di certo.

La presenza di ulcere in bocca, gengive sanguinanti o tagli può fare in modo di entrare a contatto con la malattia in questione. Dobbiamo particolarmente fare attenzione, inoltre, ai genitali del partner. Vi sono, infatti, alcune infezioni che si vedono anche ad occhio nudo.

E’ chiaro che, in presenza di esse, il sesso orale non deve essere praticato. Praticare sesso orale con il preservativo è l’unico modo, in ogni caso, per eliminare alla radice le problematiche legate alle malattie sessualmente trasmissibili. Evitare anche il contatto con fluidi corporei come sperma infetto o secrezioni vaginali “strane” è utile per evitare contagi. E’ anche rischioso lavarsi i denti prima di effettuare sesso orale, in quanto si possono verificare ferite e tagli che potrebbero farvi venire a contatto con i bacilli di eventuali malattie.

Scritto da Erika Vettori
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fare i bisogni nei bagni pubblici?

I benefici e le controindicazioni del sesso orale

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.