Massaggio californiano: cos’è, come si pratica e quali sono i benefici del trattamento

Il massaggio californiano è stato ideato negli anni 70' e permette di ottenere dei benefici vantaggiosi sia per il corpo che per la mente.

Il massaggio californiano deve il suo nome alla località in cui è stato creato: Big Sur, California. Ideato negli anni 70′ dall’istituto Esalen, specializzato nello studio della parte latente dell’uomo, risulta essere un massaggio benefico sia per il corpo che per la mente. Secondo la storia, in questo istituto si recavano i reduci di guerra che avevano combattuto in Vietnam, i quali, analogamente a quanto si potesse pensare, manifestavano un particolare bisogno di contatto umano per superare i traumi vissuti sul campo di battaglia.

Il bisogno di consolazione e il bisogno di percezione dell’esistenza altrui divennero dunque gli elementi ispiratori di questo trattamento. Infine, la l’idea di correlazione tra benefici mentali e fisici nel massaggio californiano deriva dal movimento Hippy, tipico di San Francisco, che considera la natura come fonte di armonia utile per la psiche umana.

Come funziona il massaggio californiano

Il messaggio californiano è anche noto come massaggio emozionale o sensitivo.

In origine veniva praticato attraverso sedute di gruppo nelle quali gli individui si massaggiavano reciprocamente al fine di condividere l’esperienza di relax e la purificazione dalle emozioni negative. Tuttavia, ad oggi questa pratica è stata sostituita con l’esecuzione del massaggio da parte di un esperto. Nell’effettivo viene svolto in una prima fase a pancia in giù in cui si massaggiano con movimenti delicati le parti del corpo comprese tra il collo e piedi.

Dopodiché si entra in una fase più energica in cui vengono utilizzati degli oli essenziali, preferibilmente su un corpo nudo, per stimolare maggiormente il rilassamento. Queste due fasi verranno ripetute in seguito anche in una posizione supina per garantire un completo raggiungimento di benessere in tutto il corpo. Il trattamento dura circa 90 minuti e può essere accompagnato da una musica soft per l’intera durata.

In presenza di alcune patologie o stati fisici, come la gravidanza, è necessario consultare il proprio medico di fiducia prima di sottoporsi a questo massaggio.

Benefici del massaggio californiano

Il massaggio californiano apporta benefici per tutti coloro che volessero ritrovare una condizione di equilibrio tra corpo e mente. Nel dettaglio, la fase energica permette di alleviare le tensioni muscolari e i problemi legati alla circolazione; gli oli essenziali nutrono a fondo la pelle lasciandola morbida e idratata mentre i movimenti leggeri su tutto il corpo favoriscono la digestione e il metabolismo. Al contempo, i benefici psichici prodotti consistono nel ripristino dell’equilibrio nervoso come la diminuzione dello stress, di alcuni stati ansiosi, e delle emozioni negative conducenti addirittura alla depressione. Inoltre, favorisce il sonno e consente di espellere dal proprio corpo tutte le tossine, sia di natura organica che di natura psichica. In generale, il rilassamento della mente e del corpo garantisce una respirazione corretta e un ritmo cardiaco ideale.

Per poter sfruttare al meglio i benefici apportati da questo massaggio, è necessario che il soggetto sia disposto a cedersi al contatto umano altrui, liberando le proprie emozioni. Inoltre, i massaggiatori consigliano di effettuare una doccia o un bagno caldo prima del trattamento per eliminare le possibili traccie lasciate da qualsiasi crema o profumo indossati in precedenza; queste potrebbero causare delle irritazioni se messe a contatto con gli oli essenziali.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Estate e diabete: le alte temperature influenzano il diabete?

Emicrania con aura: che cosa è e come curarla

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.