Notizie.it logo

È meglio correre o camminare per dimagrire – Scoprilo qui

camminare

Se vuoi perdere peso, non serve correre per chilometri. Scopri gli incredibili benefici di una bella camminata!

Se stai leggendo questo articolo è, sicuramente, perché hai deciso di iniziare a metterti in forma. Ma può essere che tu non sappia quale sport ti sarà più utile per perdere qualche chilo. Alcune persone ti diranno che la corsa, o come viene chiamato ora, il running, ti farà bruciare grasso rapidamente. Sicuramente, altre persone pensano che il miglior modo di cominciare a fare sport e dimagrire in modo semplice e salutare è camminare un po’ tutti i giorni.

Detto questo, ti chiederai: è meglio camminare o correre per dimagrire? Secondo alcuni studi, se la tua condizione fisica è scarsa, l’opzione migliore è cominciare camminando quotidianamente. In questo articolo risponderemo in modo più dettagliato a questa domanda e, ti spiegheremo anche quali sono i benefici della camminata.

È meglio correre o camminare per dimagrire?

Anche se fino a qualche anno fa, si pensava che correre o fare running era meglio per dimagrire più velocemente, ora notiamo che molti esperti affermano che camminare è molto più efficace che correre per dimagrire, poiché si bruciano più calorie.

In effetti, alcuni studi confermano questi fatti.

Il laboratorio Nazionale Lawrence Berkeley che si trova in California, sostiene che i benefici che otteniamo correndo o camminando sono praticamente gli stessi, sempre che la distanza percorsa sia la medesima. Dunque una persona che cammina ad un ritmo inferiore a quello del running, ma altrettanto costante, otterrà quasi lo stesso risultato in consumo calorico.

Certo, non tutte le camminate valgono. Secondo alcuni esperti e personal trainer, per ottenere lo stesso risultato del footing camminando, oltre a percorrere la stessa distanza bisognerà tener conto di altri requisiti, come camminare almeno 3-4 volte a settimana e che la sessione abbia una durata di circa 40 minuti.

Quindi, se vogliamo iniziare ad allenarci e, in questo caso, è piuttosto normale avere una condizione fisica medio bassa, riusciremo a perdere più peso in modo più efficace e sano camminando piuttosto che praticando footing o running, a patto di soddisfare i requisiti che abbiamo spiegato precedentemente.

Benefici di camminare quotidianamente

Oltre a perdere peso, camminare quotidianamente il tempo stabilito nel paragrafo precedente, ci fornirà i seguenti benefici:

  • Camminare quotidianamente aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL (colesterolo cattivo).

    Di conseguenza, si riduce anche il rischio d’infarto o malattie coronariche.

  • Un altro studio afferma anche che le persone che praticano questa attività sono meno soggette a soffrire di malattie come diabete di tipo II, asma e alcuni tipi di cancro.
  • Questa attività fisica è ottima anche per fortificare le ossa e le articolazioni, prevenendo infermità relazionate con queste aree del corpo come l’osteoporosi.
  • Un altro dei suoi benefici è per le persone sopra i 65 anni, poichè aiuta a stimolare la memoria e previene la demenza senile, riducendo il rischio di soffrirne del 40% circa.
  • Oltre a perdere peso, questo esercizio praticato regolarmente ti aiuterà ad avere un corpo più definito, specialmente le gambe, i glutei e l’addome. Inoltre, grazie alla combustione dei grassi, ridurrai anche la ritenzione idrica e migliorerai il tuo sistema circolatorio, prevenendo in questo modo, la comparsa della cellulite.
  • Infine, camminare ogni giorno migliorerà la tua salute mentale e preverrà disturbi come la depressione, poiché rilascerai endorfine nel corpo, cosa che riduce sintomi come lo stress e l’ansia.

Preparati a camminare

Allora, hai deciso di iniziare una vita più attiva e sana fisicamente, praticando questa attività quotidianamente (o almeno 3-4 volte alla settimana)? Benissimo.

In questo paragrafo, ti spiegheremo passo a passo, come camminare correttamente per arrivare a perdere peso.

  1. Prima di iniziare a camminare dovresti assicurarti di avere le scarpe per farlo correttamente. Non è necessario che siano specifiche per questa attività, ma è importante che siano comode, leggere e che si adattino perfettamente al tuo piede.
  2. È anche consigliabile pianificare un paio di percorsi per seguirli durante la settimana. Ti raccomandiamo di scegliere vari percorsi, che siano lontani dei centri abitati della città e che siano interessanti. Ti aiuterà sempre camminare in un luogo con bei paesaggi e senza molta gente intorno.
  3. Per iniziare a camminare, la prima cosa che dovete fare è un piccolo riscaldamento per prevenire lesioni e strappi muscolari. Per riscaldarti, puoi camminare ad un ritmo moderato per 5 minuti. Oppure puoi eseguire un paio di esercizi per attivare le articolazioni.
  4. Dopo il riscaldamento, è ora di cominciare a camminare. Attiva il tuo cronometro per tenere sotto controllo il tempo e la distanza che percorrerai.

Pronti, partenza, via!

  1. Comincia a camminare ad un ritmo più o meno tranquillo, ma che puoi sostenere con costanza.

    Non serve a nulla iniziare molto veloce e finire dopo 10 minuti.

  2. Puoi anche considerare di cambiare il ritmo dei tuoi passi per periodi di tempo. Cioè, puoi camminare per 5 minuti ad un ritmo leggero e poi camminare molto più velocemente per 1 minuto. Così le sessioni potranno essere più divertenti.
  3. Quando cammini, è anche consigliabile fare movimenti dondolando le braccia. In questo modo, l’attività fisica sarà ancora più completa.
  4. Infine, quando finisci la sessione è importante eseguire lo stretching per ottenere un raffreddamento senza lesioni. In questo modo eviterete eventuali problemi muscolari come crampi o improvvisi cambi di pressione. Per fare ciò, puoi sfruttare gli ultimi minuti della tua camminata per procedere ad un ritmo molto leggero e moderato.
© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche