Cause e sintomi del melanoma cutaneo

Il melanoma cutaneo può essere provocato da diverse cause: scopriamo le principali e vediamo quali sono i sintomi con cui si manifesta.

Il melanoma cutaneo è un tumore che viene provocato dalla trasformazione dei melanociti, ossia delle cellule che formano la struttura della pelle. Queste cellule fanno parte dell’epidermide e hanno lo scopo di produrre melanina, un pigmento che protegge la pelle dagli effetti dannosi dei raggi UV del sole e che conferisce alla pelle il suo colore.

Cause del melanoma cutaneo

Le cause che possono provocare il melanoma cutaneo possono essere diverse, ma il principale fattore di rischio per questo problema è certamente l’eccessiva esposizione alla luce ultravioletta che può arrivare sotto forma di raggi UVA e UVB. I raggi UV sono principalmente quelli solari e proprio per questo è essenziale utilizzare una protezione solare prima di esporsi ai raggi del sole per tempi prolungati. Fate attenzione anche alle lampade abbronzanti perchè possono provocare questo problema.

Un altro fattore di rischio è legato all’insufficienza del sistema immunitario che può essere causata da chemioterapia o trapianti. Anche alcune specifiche malattie ereditarie causano il problema. Il rischio aumenta nelle persone che hanno molti nei e le lentiggini, inoltre le persone che hanno capelli, occhi e pelle chiara hanno un maggiore rischio e devono quindi stare molto attenti quando si espongono al sole.

Sintomi

Il principale sintomo della presenza di melanoma cutaneo risulta essere il cambiamento dell’aspetto di un neo o la comparsa di uno nuovo.

Per distinguere un neo normale da un melanoma è fondamentale prestare grande attenzione all’assimetria nella forma: un neo benigno è circolare o tondeggiante, un melanoma è irregoalre. I bordi dei melanomi sono irregolari e il colore è variabile ossia presenta delle sfumature. Le dimensioni sono in aumento e il neo tende a mostrare dei cambiamenti dal punto di vista visivo.

Si deve prestare attenzione anche altri fattori, infatti un neo che sanguina dovrebbe essere valutato da un medico.

Anche i nei che prudono o sono circondati da un’area arrossata devono essere controllati.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cause e cure contro i brufoli su schiena e petto

Come prevenire i disturbi alimentari: i consigli utili

Leggi anche
Contents.media