Il nuoto può alleviare il mal di schiena?

Praticare nuoto può alleviare i dolori del mal di schiena, ma questo sport deve essere integrato con altre attività per potenziare i muscoli.

Il nuoto di solito è il primo sport che viene in mente di praticare quando si soffre di mal di schiena. Ma il nuoto è davvero un possibile rimedio per i dolori alla spina dorsale?

Il nuoto aiuta a curare il mal di schiena?

Praticare il nuoto viene consigliato dai medici perché, in alcuni casi, può risultare efficace per alleviare i dolori alla schiena. L’efficacia del nuoto dipende dal fatto che, a differenza di molti altri sport, viene praticato in acqua. Questo permette di non dover contrastare in continuazione la forza di gravità e di poter eseguire dei movimenti articolari globali in quella che viene definita una condizione di “scarico”.

Il nuoto poi è un’attività aerobica che coinvolge tutti i muscoli del corpo, che aiuta ad alleviare i dolori di pazienti affetti da particolari condizioni patologiche.

L’utilità del nuoto risiede anche nell’acqua: con i movimenti del corpo, infatti, il fluido massaggia la pelle e allevia tensioni e dolenze.

Tuttavia, l’attività in acqua deve essere scelta insieme al proprio medico e non deve essere in alcun modo eccessiva.

La colonna vertebrale

Il nuoto costringe il corpo in una condizione che è innaturale. In acqua, infatti, vi è assenza di gravità e i muscoli cosiddetti “antigravitazionari”, che hanno la funzione di mantenere eretto il nostro corpo, vengono messi a riposo.

Questa condizione, alla lunga, può condurre a una perdita della loro tonicità, rendendo controproducente il lavoro in acqua per il mal di schiena.

Il nuoto, inoltre, se praticato in maniera costante, causa perdita di massa ossea, influendo negativamente sulla salute della schiena.

Praticare altri sport

Tenendo conto di questi fattori, se si soffre di mal di schiena il nuoto può essere una soluzione in determinati casi, ma deve sempre essere integrato con altri sport non acquatici.

Allenare i muscoli del busto fuori dall’acqua, in una condizione naturale, consente di sviluppare maggiore resistenza, alleviando anche i sintomi del mal di schiena.

Attenzione, però, a non praticare attività che hanno effetti compressivi o che prevedono il sollevamento di pesi eccessivi o di bruschi movimenti rotatori del tronco.

Infine, un’altra buona abitudine per evitare i dolori è quella di mantenere posture ergonomiche in qualunque situazione, evitando di costringere la schiena in posizioni innaturali e dolorose.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sintomi e trattamento contro l’idrocefalo

Cos’è e quali sono i sintomi dell’hikikomori?

Leggi anche
Contents.media