Sindrome mestruale: quali sono i migliori nutrienti per alleviarla

Per alleviare i problemi legati alla sindrome mestruale è bene consumare alimenti che contengano alcuni specifici nutrienti.

La sindrome mestruale è molto comune tra le donne di tutte le età che ogni mese affrontano alcuni giorni davvero complicati. Sono numerose le donne che soffrono di dolori fisici o di sbalzi dell’umore per colpa dell’arrivo del ciclo mestruale.

Per fortuna però è possibile alleviare la sindrome mestruale facendo attenzione ai nutrienti che si assumono tramite l’alimentazione.

Nutrienti per alleviare la sindrome mestruale

Curare la propria alimentazione è fondamentale per ridurre i sintomi della sindrome mestruale. Ci sono dei nutrienti che consentono di migliorare il proprio umore e di aumentare anche il benessere fisico. Tra questi ricordiamo per primo il ferro: questo sale minerale è fondamentale durante il periodo delle mestruazioni in quanto le perdite mestruali possono anche causare anemia.

Per evitare questo è bene mangiare spinaci, fagioli, carne rossa e germogli che possono incrementare il livello di ferro nel sangue. Per consenitre al corpo di assimilare il ferro correttamente, vi suggeriamo si mangiare anche vitamina C.

Per alleviare i crampi mestruali e i dolori addominali vi suggeriamo di consumare alimenti ricchi di zinco. Il magnesio è invece molto utile per rilassare in modo naturale la muscolatura dell’utero evitando in tal modo di dover convivere con i crampi.

In generale poi il magnesio è ottimo anche per calmare l’umore e ridurre lo stress. Il calcio è essenziale per eliminare il problema della ritenzione idrica che spesso provoca cefalea e altri disturbi.

La vitamina B6 aiuta a produrre i nuovi globuli rossi e anche a migliorare gli sbalzi d’umore. L’acido folico è essenziale per superare l’anemia e per regolare il ciclo mestruale. Buone fonti di questo nutriente sono sedano, avocado, asparagi e cavoletti di Bruxelles.

La vitamina E ha proprietà antiossidanti fondamentali per alleviare la gravità della dismenorrea e permette anche di ridurre lo stato di ansia. Infine, le fibre permetto di abbassare i livelli di estrogeni eliminando in questo modo i crampi.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Allunghi nella corsa: ecco come farli nella maniera più corretta

Nasturzio, una pianta naturalmente antibatterica

Leggi anche
  • defibrillatoreDispositivi salvavita: l’importanza del defibrillatore dae
  • donnaVulvodinia: i rimedi naturali migliori

    Per combattere la vulvodinia è possibile sfruttare i grandi benefici offerti da alcuni rimedi naturali: scopriamo insieme quali sono i migliori.

  • alimentazioneVulvodinia: quali cibi evitare

    Le donne che soffrono di vulvodinia devono prestare grande attenzione alla propria alimentazione: scopriamo quali cibi evitare.

  • Tutto ciò che c'é da sapere sulla vulvodiniaCos’è la Vulvodinia: cause, sintomi e come si cura

    Scopriamo nel dettaglio le possibili cause, tutti i sintomi e la cura per la Vulvodinia, una patologia ginecologica invalidante sotto più aspetti

Contents.media