Palpebre cadenti: cause, rimedi naturali e prevenzione

Perché si hanno le palpebre cadenti? Scopriamo le cause, i rimedi naturali e la prevenzione

Tutto sulle palpebre cadenti: è una condizione piuttosto comune quando il muscolo palpebrale cede. Ecco le cause, rimedi naturali e come fare prevenzione.

Palpebre cadenti: cause, rimedi naturali e prevenzione

Soprattutto con l’avanzare dell’età è comune notare una palpebra cadente. Questa è una condizione piuttosto comune che si verifica quando il muscolo palpebrale cede e la pelle scende a coprire parte del bulbo oculare. Spesso è associata all’invecchiamento, ma in verità può presentarsi anche in giovane età.

In età avanzata il fenomeno si verifica perché la pelle tende a perdere tonicità ma può essere dovuta anche ad uno sviluppo non corretto del muscolo elevatore o dei nervi che svolgono un’analoga funzione. Questo è conseguenza di traumi, infortuni o stress.

Consultare il medico non è sempre necessario, ma potrebbe esserlo: la palpebra cadente, infatti, negli adulti può manifestarsi a causa di malattie neurologiche e traumi, per le quali è necessario affidarsi a uno specialista. In generale, come detto, la principale causa della palpebra cadente è l’invecchiamento, da risolvere attraverso un trucco studiato, qualche buona abitudine ed, eventualmente, affidandosi alla medicina estetica.

Tra i rimedi naturali per le palpebre cadenti il freddo può rivelarsi un ottimo alleato: la cattiva circolazione e, di conseguenza, la perdita di tonicità di muscoli e pelle, possono essere legati al microcircolo. Proprio per questo, una soluzione è affidarsi a creme contorno occhi con applicatore in metallo o a rimedi naturali come ghiaccio e cucchiaini da mettere nel frigorifero.

Anche un’alimentazione corretta può mantenere lo sguardo giovane più a lungo. Oltre a bere tanto, infatti, consumare abitualmente frutta e verdura e ridurre il consumo di sale può aiutare a mantenere la pelle idratata ed evitare i gonfiori. Ecco i principali rimedi naturali per le palpebre cadenti:

I cetrioli: riducono infiammazioni e sgonfiano le palpebre. Mettili sugli occhi per 15/20 min.

Il ghiaccio: restringe i vasi sanguigni e riduce il gonfiore. Lavati ogni mattina con acqua e ghiaccio o metti dei cubetti in posa sugli occhi per 5/10 min.

L’aloe vera: ha proprietà lenitive. Riduce il gonfiore e aumenta l’elasticità delle palpebre. Massaggiati il viso per 5/10 min al giorno con il gel!

L’albume d’uovo: riesce a trattenere l’idratazione del viso e aiuta a miglioarre la tonificazione della pelle. Basta spalmarlo sulle palpebre e lasciarlo assorbire.

L’olio d’oliva: caratterizzato da proprietà idratanti, tonificanti e antiossidanti. Basta massaggiare le palpebre dopo averlo scaldato un attimo e lasciarlo assorbire dalla pelle.

Tra gli altri rimedi c’è sicuramente la cosmesi. I dermatologi consigliano di optare per creme antiaging, ottime per la rigenerazione cutanea. Altrettanto importante è l’applicazione.

Palpebre cadenti: rimedi naturali

Quando con l’avanzare dell’età, in primis, si inizia ad avere una palpebra cadente non è necessario per forza rivolgersi alla chirurgia estetica. Questo disturbo si verifica quando una o entrambe le palpebre superiori o inferiori appaiono abbassate totalmente o parzialmente rispetto alla norma, appesantendo il contorno occhi.

Esistono, infatti, validi rimedi naturali per la prevenzione e per attenuare la comparsa di palpebre che cadono. Tra questi da annotare la ginnastica facciale. Allenare il viso è tra le strategie migliori per rallentare l’invecchiamento. I muscoli facciali, infatti, hanno memoria e, se adeguatamente stimolati, possono migliorare il loro tono, consentendo alla pelle di rimanere più distesa.

Per contrastare le palpebre cadenti, uno degli esercizi di ginnastica facciale più efficaci consiste nello stimolare i muscoli della zona perioculare. Puntare gli indici sull’arco sopracciliare e chiudere e aprire le palpebre facendo resistenza consente di fortificare i muscoli dell’area, sollevando lo sguardo. Un allenamento altrettanto pratico consiste nello sbattere le ciglia ripetutamente, per almeno 30 volte di seguito.

Altro rimedio naturale prevede di applicare impacchi a base di tè verde, un ottimo rimedio naturale tonificante e antiossidante che aiuta a ridurre le infiammazioni e il gonfiore nella zona intorno agli occhi, ritrovando uno sguardo più giovane.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Benefici e proprietà della zuppa antinfiammatoria

Dieta di Laura Pausini: i segreti della sua forma fisica

Leggi anche
Contentsads.com