Gonfiore addominale: cosa fare?

Il gonfiore addominale è un problema comune a quasi tutti gli esseri umani: può essere temporaneo o cronico.

A tutti noi capita di sentire la pancia gonfia, sai cosa fare in questi casi? La maggior parte dei casi questa sensazione è dovuta un’alta concentrazione gassosa nello stomaco o nell’intestino. Può anche essere un sintomo tipico di alcuni disturbi dell’apparato digerente, per non parlare di alcune patologie legate ad esso.

La prima conseguenza evidente può essere il dolore o una sgradevole e costante sensazione di tensione addominale.

Nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno temporaneo, magari in seguito a un pasto troppo abbondante, oppure dovuto a un aumento del peso corporeo. Però in alcuni casi il gonfiore della pancia si presenta in concomitanza con aumenti o riduzioni delle volte in cui andiamo in bagno, crampi, flautulenza e eruttazione.

Nelle donn,e il gonfiore addominale può anche essere dovuto a fattori fisiologici come la sindrome premestruale o la menopausa. Nel peggiore dei casi però il gonfiore addominale è il sintomo di patologia: problemi al colon calcoli fibrosi intestino irritabile o intolleranze alimentari. Perciò è bene tenerlo controllato.

Pancia gonfia: cosa fare?

Nel caso sentissi la pancia gonfia costantemente non ti preoccupare, puoi seguire alcune semplici passi per provare a capire se è un sintomo di una patologia più grave, che richiede un consulto medico, oppure se è semplicemente dovuto a una cattiva alimentazione.

Innanzitutto cerca di stabilire se hai delle intolleranze: le più comuni sono al lattosio o al glutine. Prova a eliminare dalla dieta tutti gli alimenti che contengono queste sostanze. Rimuovi formaggi, latticini e burro, poi prova a togliere anche pane e pasta “normali” e sostituiscili con gli equivalenti senza glutine.

Un’altra buona pratica per evitare il gonfiore addominale è quella di perdere peso. Cerca di consumare i pasti lentamente, masticando bene e impiegando molto tempo.

Prova alcuni yogurt con principi attivi e fermenti lattici, possono essere un’ottima soluzione ai piccoli problemi intestinali. Assumi un alto numero di fibre e bevi molta acqua ogni giorno. Anche lo stress può essere causa di gonfiore addominale, quindi cerca di rilassarti. Pratica un po’ di attività sportiva, possibilmente impegnandoti con costanza. Se dopo aver applicato tutti questi consigli ancora non ti si è sgonfiato l’addome è il caso di contattare immediatamente un medico o uno specialista.

Terapia, trattamenti e rimedi naturali

Il gonfiore addominale, come dicevamo, è dovuto a un accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino. Questo disturbo viene chiamato spesso meteorismo. Esistono diversi rimedi naturali che puoi provare per attenuare questo disturbo, come tisane e prodotti biologici. Mirto e camomilla sono tisane che contribuiscono a sgonfiare l’addome. In alternativa puoi provare il carbone vegetale, lo trovi in ogni erboristeria. L’effetto di questa sostantza è simile a quello di una spugna: all’interno dello stomaco assorbirà tutti i gas in eccesso. Altri due alimenti che possono esserti d’aiuto sono il finocchio e l’anice, puoi assumerli anche tramite tisana.

Scritto da Amos Granata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tisane detox: i consigli sulle migliori da preparare

Dieta 5 porzioni: gli alimenti consigliati

Leggi anche
  • mal testa prima cicloMal di testa forte prima del ciclo: i rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro il mal di testa forte prima del ciclo ci sono la valeriana, la melissa e il salice bianco

  • placche alla golaPlacche in gola: rimedi naturali e sintomi

    Scopriamo quali sono i sintomi principali delle placche alla gola e impariamo a trattarle sfruttando i migliori rimedi naturali.

  • omega 3Integratori di omega 3: a cosa servono

    Gli integratori di omega 3 sono essenziali per tutti coloro che con la sola alimentazione non riescono ad introdurne quantità adeguate.

  • follicoliteFollicolite: cause e rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro la follicolite vi sono il tea tree oil, l’olio di iperico e gli impacchi a base di aceto bianco.

Contents.media