Notizie.it logo

Papilloma Virus: cos’è e come si trasmette

papilloma virus

È importante sapere cosa è il Papilloma Virus, al fine di prevenire o curare il contagio.

L’HPV è l’acronimo che sta ad indicare l’Human Papilloma Virus, conosciuto anche con il termine più comune di Papilloma Virus, sotto il cui nome si accomunano una varietà di circa un centinaio di virus. Una realtà molto diffusa sia negli uomini e nelle donne e in particolare nei soggetti che hanno una vita sessuale molto attiva. Infatti il virus attacca principalmente le mucose genitali e del cavo orale, creando forme infettive che sono per lo più asintomatiche.

L’attenzione a questo particolare virus non è solo dovuta alla sua enorme diffusione, ma anche al fatto che in alcune versioni, in particolare nelle donne può determinare anche tumori all’utero. Comprendere come sia importante prevenire e intervenire al fine di evitare la trasmissione è fondamentale al fine di mantenere intatta la propria salute.

In questa guida andremo a comprendere come si trasmette l’HPV e l’importanza del vaccino.

Le caratteristiche del Papilloma Virus

La principale fonte di trasmissione del Papilloma virus è per via sessuale, dato che il virus si annida nelle mucose genitali. Non è sufficiente il preservativo, dato che non è necessario per forza la penetrazione, ma basta anche un rapporto orale per determinare la diffusione dell’infezione.

Spesso infatti la presenza del HPV è completamente priva di sintomi e l’unica prova che un soggetto è infetto è quella della presenza dei cosiddetti condilomi e papillomi, da cui prende il nome, ovvero forme di verruche ed escrescenze presenti a grappoli che si possono trovare sia sui genitali, che nelle pareti interne dell’utero e in quelle dell’ano. In altre situazioni si può presentare del prurito o forme di candidosi, e nel caso di trasmissione orale anche difficoltà nella respirazione.

Quali sono i soggetti più a rischio

L’HPV è un virus molto diffuso in particolare tra le giovani donne e uomini che hanno una vita sessuale molta attiva con cambiamenti di partner e rapporti promiscui. Inoltre è una realtà spesso presente nei luoghi pubblici come piscine e docce di spogliatoi, dove può essere facilmente trasmissibile alla pelle dei piedi e delle mani.

In particolare ad essere colpita è la fascia di età dai 18 ai 30 anni, mentre si evidenzia una netta diminuzione nelle coppie stabili e nei rapporti di lunga durata. I soggetti più a rischio sono in particolare quelli sotto stress, con un sistema immunitario con un abbassamento delle difese. Infatti in caso di infezioni in un corpo in salute, il virus viene facilmente debellato. Ma come si può fare a prevenire e a verificare la presenza del Papilloma virus nel proprio organismo?

Gli esami per verificare la presenza del HPV

Rivelare la presenza del virus è di fondamentale, soprattutto nel caso dei ceppi che possono portare a eventuali formazioni tumorali.

Esistono degli esami clinici specifici che è consigliabile effettuare come routine, almeno una volta all’anno, oppure in caso di dubbio e di formazioni di verruche ed escrescenze.

Il primo è il Pap Test, un trattamento indolore che permette di rilevare la presenza nel collo dell’utero e di eventuali escrescenze tumorali. Inoltre è possibile eseguire anche un test dell’HPV anch’esso indolore e che serve a valutare la presenza del virus al livello della cervice. La procedura è molto simile a quello del Pap Test con un prelievo di un campione di mucosa al fine di riscontrare la presenza del virus.

Oggi non esistono dei medicinali specifici che permettono di eliminare la presenza del Papilloma virus dal corpo. Tutti i prodotti sono finalizzati a stimolare la risposta immunitaria naturale, permettendo in questo modo di ripristinare le difese del corpo.

In questa prospettiva la prevenzione è un fattore molto importante. Nel caso in cui si ha una vita sessuale con diversi partner, utilizzare la giusta attenzione diventa fondamentale. Inoltre è disponibile un vaccino specifico che viene già somministrato ai bambini di 12 anni, e che può essere impiegato anche delle persone sessualmente attive fine ai 45 anni. Il vaccino può essere effettuato sia come prevenzione, ma anche se si è stati infettati dal virus, dato che contribuirà al prevenire il successivo ripresentarsi.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.