Notizie.it logo

Anello contraccettivo: cosa è, benefici e vantaggi

Anello contraccettivo

L'anello contraccettivo è un metodo ottimo e indolore per evitare gravidanze e godersi i rapporti in tranquillità.

Scelto già da più di un milione di donne, l’anello contraccettivo è un ottimo metodo per evitare gravidanze indesiderate senza ricorrere a strumenti invasivi. L’anello vaginale, così anche chiamato, è stato introdotto in Italia nel 2001 ed ha riscosso un certo successo tra le donne dai 25 ai 45 anni di età, perché ritenuto un metodo contraccettivo efficace e senza gravi controindicazioni.

Anello vaginale: come funziona

L’anello anticoncezionale, così chiamato per la sua forma che ricorda proprio quella dell’anello, è realizzato in etilene vinilacetato, un materiale simile ad una morbida plastica. Flessibile e trasparente, di materiale ecocompatibile ed antiallergico che non si dissolve nel corpo ma consente il rilascio degli ormoni in modo graduale e lento per impedire l’ovulazione.

Non si tratta di una spirale contraccettiva come alcuni pensano, perché non è necessario l’intervento del ginecologo in quanto l’anello viene inserito dalla donna in modo autonomo.

Anche la durata è diversa rispetto ad altri metodi contraccettivi, avendo l’anello un efficacia di circa 3 settimane.

Il metodo utilizzato dall’anello anticoncezionale si fonda su un combinato progestinico ed estrogenico che rilasciato in modo graduato nel sangue ha due effetti: impedire l’ovulazione e ostacolare la risalita degli spermatozoi, grazie al muco cervicale, che viene alterato dagli ormoni. Questo duplice compito offre la sicurezza della sua efficacia.

Molte donne scelgono tale metodo contraccettivo perché semplice e pratico da utilizzare. Anche se non necessita dell’intervento di un ginecologo, prima di essere inserito c’è comunque bisogno da parte del medico di una spiegazione sulle modalità di inserimento. Senza voler sostituire chiarimenti specifici, possiamo sostenere che è sufficiente porsi nella stessa posizione che si assume per inserire un assorbente interno: la donna dovrà prendere tra il pollice e l’indice l’anello e posizionarlo più in alto possibile, arrivando nel tratto della cervice.

Niente di invasivo o doloroso, dunque, e talmente piccolo che non si avverte durante i rapporti sessuali né da lui né da lei.

Vantaggi e svantaggi dell’anello contraccettivo

Tra i vantaggi dell’anello vaginale vi è sicuramente il potere contraccettivo, che supera il 99%, quando correttamente utilizzato. Non è necessario attendere un determinato periodo prima della sua efficacia, dal momento che gli ormoni rilasciati agiscono in modo rapido e non vi è pericolo di dimenticare la sua assunzione, in quanto viene fissato in modo stabile. Non provoca modificazioni ponderali né un’alterazione del ciclo mestruale che resta regolare anche dopo la sua sospensione con rarissimi casi di spotting. Non ha controindicazioni come diarrea, vomito o mal di testa perché non vi è passaggio attraverso organi come stomaco e fegato e infine non viene avvertito durante i rapporti sessuali da nessuno dei due partner.

Per quanto riguarda gli svantaggi, non ve ne sono di specifici o particolarmente gravi, anche se trattandosi di un metodo che prevede il rilascio di ormoni, ogni donna può reagire in modo diverso ed avere quindi effetti indesiderati estremamente soggettivi.

In alcuni rari casi, ad esempio, vi può essere la fuoriuscita spontanea dell’anello dalla vagina e se succede, è necessario reinserirlo entro tre ore massimo, pena l’inefficacia contraccettiva. In altri casi l’anello favorisce infezioni batteriche come la Candida albicans, a causa della presenza in vagina di un corpo estraneo che aiuta la proliferazione di infezioni. Non si dimentichi che si tratta sempre di ormoni che vengono rilasciati nell’organismo, per cui potrebbe verificarsi una leggera acne, irritabilità, diminuzione del desiderio sessuale o dolore addominale.

Un buon metodo contraccettivo, dunque, a patto che venga utilizzato dietro prescrizione medica e rispettando le istruzioni d’uso. Il corpo della donna, infatti, può essere una macchina perfetta ma deve essere trattato sempre nel rispetto delle sue esigenze.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche