Notizie.it logo

Perchè fischiano le orecchie? cause e rimedi degli acufeni

perché fischiano le orecchie

Perché fischiano le orecchie? Proviamo a dare una risposta a questa domanda. Esiste un prodotto che ci aiuta ad eliminare il problema.

Il problema di ronzii o fischi al canale uditivo è abbastanza diffuso. Sono molteplici i fattori che possono scatenarlo; in tal senso, molte persone si chiedono perché fischiano le orecchie. In questo articolo vediamo le cause e i possibili rimedi degli acufeni, così da capire come prevenire o curare questa fastidiosa problematica.

Perché fischiano le orecchie

Perché fischiano le orecchie? I fischi o i ronzii alle orecchie sono chiamati, nel gergo medico, acufeni. Si tratta di un problema risolvibile, spesso non grave, che può interessare un solo orecchio entrambi. Tuttavia, il disturbo uditivo che lo provoca può essere di lieve o di grave entità, a seconda dei casi. Si tratta di un rumori, quali appunto ronzii e fischi, che viene avvertito dal soggetto colpito ma che, in realtà, non è provocato da un fenomeno reale e fisico. Così, viene percepito solamente dall’individuo.

Il fischio alle orecchie può comparire a qualsiasi età: ne possono soffrire i bambini, gli adulti e gli anziani.

Tuttavia, alcuni studi dimostrano che la popolazione di età compresa tra i 45 ed i 75 anni statisticamente ne soffre di più.

Le cause del fischio alle orecchie possono essere molteplici. Nonostante a volte possano essere sintomo di problemi gravi, spesso sono provocati da situazioni che non dovrebbero creare particolari preoccupazioni.

Esistono casi in cui il fischio alle orecchie deriva da alterazioni neurologiche, come ad esempio sclerosi multipla o di tumore alla testa. Ancora, i fischi possono essere associati all’assunzione smodata di alcuni farmaci, che per effetto collaterale possono provocare l’acufene. Oppure, possono essere provocati da allergie, ipertensione o anemia, oltre a malattie otologiche come la sindrome di Meniere e l’otosclerosi.

Inoltre, il fischio alle orecchie può essere, ad esempio, causato dalla presenza di catarro nelle orecchie. A seguito di un’influenza o di un’otite, infatti, il catarro può ristagnare nelle nostre orecchie, causando problemi temporanei di udito, tra cui la possibilità di soffrire di acufeni.

L’otite si può manifestare con dolore alle orecchie, orecchio ovattato e, appunto, anche presenza di fischi.

Altra causa può riguardare l’esposizione al forte rumore per lungo tempo: a seguito, ad esempio, di una serata in discoteca si può avere la sensazione di fischio alle orecchie: ciò è del tutto temporaneo e con il passare del tempo va via da solo, senza dover usare farmaci, a meno di gravi danni all’apparato uditivo.

Ancora, i fischi alle orecchie possono essere causati anche da eccessiva presenza di cerume, che porta alla formazione di tappo. Il cerume è una sostanza prodotta all’interno del condotto uditivo esterno, per proteggere l’orecchio da batteri e mantenerlo idratato. Tuttavia, la sua eccessiva produzione o una scarsa pulizia possono portare l’insorgere di un tappo di cerume, che può essere causa non sollo di udito ovattato, ma anche di acufeni e fischi.

Perchè fischiano le orecchie: sintomi

I sintomi che questa problematica comporta si riferiscono, la maggior parte delle volte, a fischi e ronzii che vengono percepiti dall’orecchio dell’individuo senza che siano generati da alcun evento o situazione.

Questa condizione può rivelarsi molto fastidiosa, dal momento che durante ogni attività quotidiana si percepiscono ronzii che in realtà non vengono provocati da alcun fenomeno.

Per questa ragione, fenomeni di acufeni intense o prolungate possono generare stress nel soggetto colpito, fino a stati di depressione, nei casi più gravi. Inoltre, questa problematica può provocare disturbi di insonnia, dal momento che, avvertendo in continuazione questi fischi nella stanza silenziosa, il soggetto colpito potrebbe non riuscire a prendere sonno.

Tra i sintomi ricordiamo la presenza di un rumore sordo. oppure pulsante.

Il miglior rimedio per gli acufeni

Per fortuna esistono diversi rimedi naturali per curare gli acufeni, quando le cause che lo provochino si riferiscano a tappi di cerume o di catarro o altre situazioni temporanee, come quelle procurate dall’esposizione prolungata a forti rumori.

Sebbene in commercio ne esistano molti, gli esperti e i consumatori hanno identificato il migliore rimedio naturale del momento: OtoBio. Composto interamente da ingredienti naturali, Otobio è una lozione auricolare, che, inserita nelle orecchie sotto forma di gocce, pulendo ed idratando l’apparato uditivo, consente di ristabilire l’udito ovattato o affetto da acufeni.

I suoi ingredienti selezionati sono del tutto naturali e, per questo, non implica alcuna particolare controindicazione, salvo il caso di allergie ad essi.

L’azione sinergica degli ingredienti assicura molteplici benefici:

  • pulizia profonda e completa del condotto uditivo, rimuovendo il cerume in eccesso e sciogliendo eventuali tappi;
  • idratazione dell’orecchio, preservandolo da problematiche che potrebbero riguardarlo in futuro;
  • riduzione delle infiammazioni, causate, ad esempio, dall’esposizione a forti rumori.

Grazie a ciò, Otobio è in grado di ristabilire l’udito affetto da acufeni in maniera del tutto naturale e sana. Per questo, è raccomandato dagli esperti e dai consumatori che, dopo averlo provato, si sono trovati molto bene.

Per chi volesse approfondire il tema, sono disponibili ulteriori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

OtoBio provalo adesso

Il prodotto presenta una semplice applicazione. Infatti, è sufficiente instillarlo nelle orecchie con un apposito dosatore incluso nel flacone per ristabilire l’udito ovattato generato da tappi di cerume e di catarro o altre problematiche di lieve entità. Bisogna lasciare agire le gocce, dando il tempo che il prodotto pulisca e idrati la zona infiammata.

Otobio non si compra in farmacia, in erboristeria o in negozi specializzati, così come nemmeno presso siti di e-commerce online. Essendo esclusivo, è disponibile solamente sul sito internet ufficiale. Per comprarlo dobbiamo cliccare su Ordina Ora, in modo da avere accesso ad un modulo online da compilare con alcuni nostri dati personali, che saranno trattati nel rispetto della privacy. Poi, sarà sufficiente attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Un flacone di Otobio è in vendita a 49 €, con spedizione gratuita. Oltre che con carta di credito o Paypal, è inoltre possibile pagare tramite contrassegno, ossia comodamente in contanti al corriere al momento della consegna.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche