Notizie.it logo

Polluzione: come mai avviene? Le cause

dormire

Spesso si parla di polluzione notturna, ma cosa è? Scopriamolo.

Uno dei fenomeni che possono riguardare il mondo maschile, ma anche di parte di quello femminile, è quello della polluzione notturna. Sicuramente ci sarà capitato di sentire questo termine, ma a cosa si riferisce precisamente? Si tratta di una patologia vera e propria o non c’è da preoccuparsi? Quali sono le principali cause e i rimedi che possono essere applicati? Cercheremo di seguito di fornire delle risposte a tutti questi interrogativi.

In cosa consiste la polluzione notturna

La polluzione notturna consiste nella fuoriuscita di liquido seminale, che avviene proprio nelle ore notturne, e che è del tutto spontanea e non dovuta ad uno stimolo di natura sessuale. Nonostante l’accezione comune, la polluzione notturna non deve essere considerata in senso negativo in quanto si tratta di un fenomeno di natura completamente fisiologico e del tutto naturale.

La polluzione infatti riguarda una percentuale molto alta della popolazione maschile anche se è maggiormente concentrata nei giovani, specie in quelli che hanno avuto da poco le prime eiaculazioni. Non è raro inoltre il caso in cui gli adolescenti possano avere dei timori in seguito alla polluzione e interrogarsi se l’apparato genitale funzioni bene. Questo fenomeno, inoltre, è molto spesso accompagnato da sogni a sfondo erotico e provoca delle piacevoli sensazioni del tutto simili a quello che un uomo prova nel momento in cui riceva degli stimoli di natura sessuale, come ad esempio durante la masturbazione.

Quando si verifica la polluzione?

Come anticipato, la polluzione avviene prevalentemente durante il periodo adolescenziale ma può riguardare anche gli uomini in età adulta quando si verificano dei periodi di prolungata esistenza.

Ciò comporta, ovviamente, che i soggetti che hanno un’attività sessuale intensa e abbastanza frequente vadano difficilmente incontro alla polluzione notturna.

Al riguardo, non esiste una statistica ben definita che possa stabilire quanti episodi possano verificarsi nel corso della vita di una persona e soprattutto con quale frequenza; inoltre è importante precisare che, pur essendo un fenomeno che interessa prevalentemente gli uomini, non sono rari i casi di polluzione che avvengono anche nella donna.

Cause e rimedi della polluzione notturna

Abbiamo accennato al fatto che la polluzione notturna rappresenta una situazione completamente naturale. Circa le cause che determinano la fuoriuscita del liquido seminale non c’è ancora chiarezza anche se la maggior parte degli orientamenti da parte degli specialisti ritiene che il corpo umano ricorre a questa situazione per fare in modo che ci sia una sorta di equilibrio dal punto di vista sessuale.

Nello specifico, il corpo provvederebbe in modo naturale ad eliminare gli spermatozoi ormai vecchi, favorendo la sostituzione con altri nuovi. La polluzione è comunque accompagnata dall’erezione del pene, situazione che oltre ad essere chiaramente riscontrabile al momento del risveglio, si accompagna quindi anche ad uno stimolo sessuale dovuto nella maggior parte dei casi ad un sogno erotico.

Non bisogna in ogni caso sottovalutare la polluzione quando i fenomeni diventano abbastanza frequenti. In questi casi, infatti, potrebbero essere associati dei disturbi di natura psicologica come ad esempio stati di ansia o di stress o addirittura la ricerca di un piacere sessuale che si rinviene eseguendo la masturbazione piuttosto che in un vero e proprio atto sessuale.

Circa i rimedi per ridurre la polluzione, quando avviene in età giovanile si tratta generalmente di un fenomeno a carattere temporaneo che tende a svanire con il tempo; diversamente in età adulta è fondamentale riprendere un’attività sessuale regolare o ricorrere alla masturbazione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.