Notizie.it logo

Pomelo: il particolare agrume ricco di proprietà e benefici

pomelo

Il pomelo è un particolare agrume ricco di vitamina C e di tanti sali minerali utili all'organismo. Scopriamo insieme i benefici di questo frutto.

Il pomelo è un particolare agrume ricco di proprietà e benefici. E’ il più grande fra tutti gli agrumi, ancora poco presente sulle nostre tavole, ma incredibilmente utile per mantenere sano e in forza il nostro organismo. Molto versatile in cucina, si adatta benissimo ai piatti a base di carne e pesce, ai primi e anche ai dolci. Scopriamo qualcosa di più su questo prezioso frutto.

Cos’è

Il pomelo è un antenato del più conosciuto pompelmo e ci assomiglia molto. E’ un agrume che proviene dalla Cina, molto grande può arrivare a crescere fino ad un peso di 10 kg. La cosa che colpisce di più di questo frutto però è che le dimensioni spesso ingannano.

Infatti, quando ci si appresta a sbucciarlo, ci si rende subito conto che la buccia, e soprattutto la parte spugnosa interna, sono estremamente grosse e vanno assolutamente tolte. Ciò che ne rimane è un frutto (comunque di grandi dimensioni rispetto ad un altro agrume) diviso in spicchi e non particolarmente sugoso.

Non adatto perciò alla spremitura, è buonissimo da mangiare a spicchi e il suo gusto agro dolce si accompagna divinamente con tantissimi altri ingredienti.

Oltre a essere un buon alleato in cucina, il pomelo è un frutto che non dovrebbe mancare nella nostra dieta per le sue indiscusse proprietà e per i benefici che ne possiamo trarre.

Composizione chimica

Il pomelo contiene l’89% di acqua, lo 0,5 % di ceneri, l’1 % di fibre alimentari, lo 0,8 % di proteine. I minerali in esso contenuti sono calcio, magnesio, ferro , potassio, rame, sodio, zinco, manganese e fosforo. Nel pomelo ritroviamo molte vitamine: vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B. La concentrazione di proteine e grassi è trascurabile mentre la quantità di fibre è ingente. Questo frutto è perciò adattissimo alle diete ipocaloriche a scopo dimagrante ed è molto utile come remineralizzante dopo l’attività sportiva.

Capsule multivitaminiche

Per chi non ha tempo né voglia di comperare frutti di stagione e soprattutto per chi si sente in un momento di affaticamento e necessita di un aiutino, ecco che vengono in aiuto gli integratori multivitaminici.

Essi sono prodotti apposta per fornire vari nutrienti essenziali al corpo.

Lo scopo è quello di permettere a chiunque di assumere quel particolare nutriente che è utile all’organismo. In particolare sono studiati per prevenire sia le carenze vitaminiche sia quelle minerali. Un buon multivitaminico completo deve includere tutte le vitamine (A,B,C,D,E,K) e i minerali (ferro, calcio, magnesio, zinco, rame e iodio).

Gli integratori multivitaminici possono assicurare benefici per la salute in termini di sollievo dallo stress, forniscono energia, sono un aiuto in gravidanza, possono prevenire il cancro e le malattie cardiache ecc. Ne abbiamo scovati un paio che potete tranquillamente ordinare da casa, in piena sicurezza.

La prima proposta sono delle capsule studiate in modo specifico per la donna. Contengono tutte le vitamine essenziali e permettono una migliore risposta del sistema immunitario. Sono anche utili in caso di ansia e favoriscono la salute generale di tutto l’organismo.

Anche la seconda proposta riguarda delle capsule multivitaminiche che aiutano ad ottenere la vitalità e le energie necessarie per le quotidiane attività fisiche e mentali.

Contiene tutte le vitamine e i minerali che sono essenziali per i processi metabolici. Acquistale subito!

Ricordiamo che in nessun caso gli integratori vanno intesi come sostituti di una dieta varia, possono eventualmente affiancarsi ad essa per sopperire a delle carenze: solo figure professionali preparate possono stabilire il reale fabbisogno di un integratore alimentare.

Benefici del pomelo

Il frutto contiene il 60% del fabbisogno al giorno di vitamina C. Questa vitamina ha proprietà antiossidanti. Ciò significa che contrasta l’attività dei radicali liberi che attaccano le cellule sane e sono causa di invecchiamento precoce. La vitamina C è molto utile per combattere anche le infezioni del tratto urinario. Studi recenti hanno dimostrato che questa vitamina è utile nell’assimilare il ferro, perciò preziosa in caso di anemia.

Nel pomelo vi è un enzima (carnitina palmitoil transferasi) che brucia letteralmente i grassi presenti nell’organismo. Diventa perciò un un ingrediente prezioso in diete ipocaloriche.

La presenza di potassio (il 37% del fabbisogno giornaliero) lo rende utile in caso di ipertensione.

Infatti questo minerale ha proprietà vasodilatatrici e permette un maggior afflusso di sangue diminuendo lo sforzo del cuore. Il magnesio inoltre agisce positivamente a livello di sistema nervoso e previene crampi notturni e dolori muscolari.

Il pomelo è fonte di fibre, ne apporta circa il 25% del fabbisogno giornaliero. Queste aiutano tutto l’apparato gastrointestinale, stimolano la digestione, combattono la stitichezza e diarrea e in generale regolano l’attività dell’intestino.

Il contenuto di pectina è utile per ripulire le arterie dai depositi pericolosi e perciò importante nel prevenire malattie cardiovascolari come l’ateriosclerosi.

Proprietà digestiva del pomelo

Il pomelo è un frutto ancora poco conosciuto, ma come abbiamo visto per le sue importanti proprietà andrebbe davvero introdotto nelle nostre diete. Per prima cosa però è fondamentale scegliere il pomelo migliore e più fresco, viediamo come fare.

Come sceglierlo

Quando ci troviamo di fronte a una serie di questi agrumi, dobbiamo cercare di scegliere quello migliore. Ovviamente il colore e l’aspetto esterno deve dimostrare che il frutto sia fresco e sano, ma anche il peso ci aiuta in tal senso.

Se il frutto pesa troppo poco evidentemente non è fresco ed ha subito un processo di disidratazione.

Teniamo presente che questi frutti arrivano da molto lontano e che, malgrado le protezioni a cui vengono sottoposti, possono perdere i liquidi durante il viaggio. Un pomelo di dimensioni maggiori indica sicuramente maggiore qualità rispetto ad un altro; probabilmente quel frutto è stato meglio nutrito sulla pianta e quindi sarà anche più buono.

Un pomelo di qualità e fresco potrà sicuramente esserci di aiuto nel prevenire tanti disturbi. Anche quelli legati alla digestione.

Favorisce la digestione

Cos’è che fa di questo agrume un alleato della nostra digestione? Sicuramente la buona presenza di fibre alimentari. La sua assunzione permette un buon transito intestinale e stimola la produzione dei succhi gastrici. Ne conseguono benefici per il processo digestivo e per il funzionamento di tutto l’apparato gastrointestinale.

Contro i sintomi dell’influenza

Siamo in pieno inverno e dobbiamo fare i conti con freddi intensi e sbalzi di temperature, dentro fuori casa. L’influenza e il raffreddore sono all’ordine del giorno. Come proteggerci? Cosa mangiare? Quali sono i cibi da evitare? Per aiutare il nostro sistema immunitario a contrastare i malanni invernali dobbiamo inserire nella nostra dieta anche e soprattutto un buon carico di vitamine e sali minerali, che ci permettono di superare in modo più veloce febbre, congestione nasale e dolori alle ossa.

Ci sono alimenti che forniscono all’organismo le vitamine e i sali minerali adatti a questa stagione. Primi fra tutti sicuramente sono gli agrumi che sono in grado di prevenire l’accumulo di muco a livello delle vie respiratorie.

Vitamina C

Gli agrumi, e il pomelo è il più grande fra tutti, sono ricchi di vitamina C. Questa è considerata fondamentale per prevenire il raffreddore e per contribuire a contrastarne i sintomi. Non bisogna però aspettare che i sintomi influenzali compaiano. E’ bene iniziare a mangiare agrumi fin da subito, non appena sono di stagione, in modo da rafforzare l’organismo. Abbondiamo perciò di arance, pompelmi, mandarini e pomeli.

Questi possono essere mangiati tagliuzzati, spremuti in insalate o inseriti in piatti con carne o pesce. Ovviamente per preservarne gli apporti di vitamine, è necessario consumarli freschi, appena sbucciati. A proposito di sbucciatura, vediamo come comportarci difronte ad un grosso pomelo.

Sbucciare il pomelo

Una volta scelto il frutto migliore, bisogna lavarlo con accuratezza. Dopo, muniti di coltello, procediamo più o meno nella stessa maniera di quando peliamo un arancio.

Per prima cosa, partendo dai poli del frutto, tagliamolo a metà. Poi tracciamo con il coltello tanti meridiani in modo da dividere la buccia in settori che sbucceremo con le dita.
Il frutto risulta coperto da una grossa pelle che dovremo togliere, spicchio per spicchio, perché risulta particolarmente amara. Tagliamo il pomelo sbucciato in pezzettini e mangiamolo nel modo che più ci aggrada.

Ricette pomelo

Come abbiamo visto il pomelo è un frutto che si presta ad essere consumato crudo in maniera pratica e veloce. Scopriamo adesso insieme come può essere consumato in maniera “più elaborata”.

Insalata con il pomelo

Un piatto contro i sintomi influenzali? Ecco un’insalata di stagione che può fare al caso nostro. Sono necessari:

  • 400 g di radicchio rosso tagliato a julienne;
  • 200 g di pomelo spellato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • aceto balsamico

Lavare il radicchio e tagliarlo a julienne in una ciotola, unire la polpa del pomelo tagliata a pezzetti. Condire con olio e aceto balsamico e servire.

Macedonia

Non solo insalate, anche e soprattutto macedonie di frutta sono fonti di vitamine C. Ecco un’altra ricetta super gustosa e a prova di dieta. Semplicissima, coloratissima e buonissima. Non è la solita noiosa macedonia, questa ha decisamente qualcosa in più.

1 pomelo; 600 gr di fragole, 250 gr di yogurt bianco

Prendete l’agrume, sbucciatelo e prelevate la polpa mantenendo la buccia intatta. In pratica, al frutto va tolta la calotta superiore, va inciso e va prelevata tutta la polpa. La buccia così ottenuta servirà infatti come contenitore. Una volta ripuliti dalla pellicola bianca, tagliate gli spicchi del frutto a pezzetti e metteteli in una ciotola. Aggiungete le fragole tagliate e lo yogurt. Mescolare bene. La macedonia così ottenuta va inserita nella buccia intatta che è stata scavata. Riporre in frigo e servire fresco. Un figurone!

© Riproduzione riservata
Leggi anche