Saltare i pasti: cosa comporta per l’organismo?

Saltare i padti nel lungo periodo non fa dimagrire, anzi, può essere molto pericoloso per la salute del nostro organismo

Saltare i pasti è una pratica che prima o poi abbiamo provato tutti, per ragioni diverse. Ma questa abitudine fa bene o fa male all’organismo? Scopriamolo insieme.

Saltare i pasti: perché lo facciamo?

Alla maggior parte delle persone è capitato di saltare i pasti almeno una volta.

Le ragioni possono essere diverse: c’è chi ad esempio è troppo impegnato e non ha tempo per mangiare, chi lo fa per dimagrire più in fretta e chi invece salta un pasto in vista di grandi eventi, come il cenone della Vigilia o il pranzo di Natale.

Tuttavia, questa pratica non sempre è salutare per il nostro organismo. Vediamo insieme perché.

Saltare i pasti: gli effetti sull’organismo

Saltare i pasti, purché in maniera sporadica, può apportare sia dei vantaggi che degli svantaggi sulla nostra salute.

Un aspetto positivo del saltare un pasto ad esempio, è il fatto che l’organismo riesce a drenare meglio i liquidi, donandoci una piacevole sensazione di leggerezza. Il nostro corpo a digiuno, infatti, riesce a bruciare meglio le sostanze di scarto ed è meno soggetto ad infiammazioni. Inoltre, il digiuno occasionale contribuisce al rinnovamento delle cellule cerebrali e migliora la concentrazione.

Al tempo stesso, però, saltare i pasti in maniera sistematica porta a stanchezza e a un calo glicemico, tutt’altro che salutare per il nostro organismo.

Inoltre, se non assumiamo i liquidi e i sali minerali contenuti negli alimenti, rischiamo la disidratazione, situazione particolarmente deleteria e pericolosa per la nostra salute.

In molti pensano che saltare i pasti aiuti a dimagrire più in fretta, ma non c’è niente di più sbagliato. Infatti, come conseguenza di questa pratica, avremo più fame al pasto successivo e questo ci porterà a mangiare di più. Inoltre, saltare i pasti non intacca minimamente le risorse di grasso e zuccheri presenti nell’organismo e quindi non ci aiuta a tornare in forma e perdere peso.

Al contrario, questa pratica potrebbe portare ad immagazzinare più grassi, a causare gonfiore addominale e perdita di massa magra e a soffrire di ritenzione idrica e di cellulite.

Saltare i pasti fa bene o fa male?

Saltare i pasti in maniera occasionale non fa male all’organismo, anzi, potrebbe portare ad alcuni vantaggi. Invece, un digiuno prolungato nel tempo è dannoso per la nostra salute e può portare numerosi scompensi, disordini e problemi di carattere non solo alimentare.

Il nostro corpo ha bisogno di ricevere i nutrienti in maniera regolare e, se si vuole dimagrire, la cosa migliore da fare è rivolgersi a un nutrizionista e seguire un’alimentazione sana e bilanciata e uno stile di vita corretto.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Acido lipoico: a cosa serve e controindicazioni

Antistaminici naturali: i migliori rimedi contro le allergie

Leggi anche
  • La correlazione tra alimentazione e memoriaAlimentazione e perdita di memoria: la correlazione

    Scopriamo la correlazione tra alimentazione e salute cerebrale. Quali sono gli alimenti nocivi che influiscono sulla perdita di memoria?

  • fruttoDatteri contro ictus e colesterolo alto

    I datteri sono dei frutti in grado di regalare grandi benefici a chi soffre di colesterolo alto, inoltre sono utili anche per prevenire gli ictus.

  • dieta alzheimerLa dieta contro l’Alzheimer per prevenire la malattia degenerativa

    La dieta contro l’Alzheimer non prevede il consumo di superlacolici e carne rossa, ma predilige invece il consumo di acqua, verdure e legumi

  • Dieta Virginia Raffaele: i segreti della sua formaDieta Virginia Raffaele: i segreti della sua forma

    La dieta di Virginia Raffaele è semplice da seguire e ricca di benefici. Scopriamola insieme, nei paragrafi che seguono.

Contents.media