Notizie.it logo

Sangue dal naso: come comportarsi se si presenta nei bambini

sangue dal naso

Il sangue dal naso è molto diffuso tra i bambini. Vediamo come intervenire nel modo corretto e scopriamo quali sono i casi da affrontare con maggior attenzione

Il sangue dal naso è un disturbo che non desta mai particolare preoccupazione. Vi sono alcuni casi, però, sui quali porre l’attenzione per intervenire prontamente.

Sangue dal naso

Il sangue dal naso nei bambini, specie fra i due e i dieci anni, è abbastanza frequente e non deve destare particolare preoccupazione. I vasi capillari dei bambini sono fragili ed è, perciò, sufficiente un piccolo urto a causarne la rottura. Inoltre, quest’ultima potrebbe anche derivare dal modo troppo vigoroso con cui viene soffiato il naso. Non si tratta delle uniche cause. Permanere tanto tempo in luoghi caldi e secchi rischia di far asciugare le mucose producendo una dilatazione dei vasi. Ciò succede spesso in inverno negli ambienti riscaldati oppure in estate, quando le temperature alte favoriscono la vasodilatazione.

Nel caso in cui un bambino incominci a sanguinare dal naso è importante intervenire nel più breve tempo possibile. E’ bene non spaventarsi e mantenere la calma. Si tratta di una situazione che, generalmente, si risolve in poco tempo.

Per fermare la fuoriuscita di sangue è bene posizionare del ghiaccio avvolto in un panno sulla fronte del bambino e tenere premuta la parte alta della narice. Utile a fermare l’emorragia è soffiare il naso in modo tale da permettere la fuoriuscita del coagulo. Assolutamente da evitare è tenere la testa all’indietro e far sdraiare il piccolo poiché in queste posizioni il sangue rischierebbe di giungere in gola e, di conseguenza, ai polmoni.

Conseguenze

In genere la fuoriuscita di sangue da naso nel bambino non dovrebbe superare i 5 minuti.

Se, al contrario, questo tempo si dovesse protrarre e gli episodi di sanguinamento fossero davvero frequenti, sarebbe bene rivolgersi ad uno specialista otorino-laringoiatra che, tramite una sonda luminosa, controlli le dimensioni dei capillari. Nel caso in cui il bambino dovesse avvertire anche nausea e vomito, occorrerà rivolgersi immediatamente al Pronto Soccorso in quanto il sangue potrebbe essere sceso in gola.

Nei casi più gravi, potrebbe essere presente la Sindrome di Osler, ovvero una malattia ereditaria che provoca un’anomala dilatazione dei capillari.

Altro caso da tenere presente è la frattura cranica.

I sintomi risiedono nel colore e nella consistenza del sangue che non risultano essere nella norma. La frattura cranica è possibile nel caso in cui si sia verificato un trauma fisico. Di conseguenza, è bene chiamare un’ambulanza.

Ciò che, forse, desta più preoccupazione è il sanguinamento da entrambe le narici: ciò significa che il sangue potrebbe provenire da gola e polmoni.

Rimedi

Vi suggeriamo ora i migliori prodotti acquistabili su Amazon, ordinabili in tutta tranquillità e sicurezza.

1) Umidificatore ThreeH

Mini e portatile umidificatore che permette di rendere l’aria di casa umida e perfetta per gli occhi, il naso e la gola. Il flusso di acqua nebulizzata rinfresca l’aria e permette di prevenire la secchezza delle mucose.

2) 3M Nexcare- cerotti emostatici

Cerotti emostatici che fermano velocemente il flusso di sangue. Il prodotto è acquistabile in confezione da 6 pezzi.

3) Ogima umidificatore con aromaterapia

Con tecnologia a ultrasuoni offre un funzionamento silenzioso e dona alla stanza la giusta umidità.

Produce minuscole molecole di acqua che contrastano la pelle secca e le screpolature delle mucose.

Se vuoi approfondire l’argomento, leggi qui.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche