Tutte le info su sintomi e cura per l’uretrite

L'uretrite è una malattia che colpisce sia uomini che donne. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

L’uretrite è un’infiammazione dell’uretra, il condotto che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno. L’infiammazione o l’infezione di questa parte del corpo può provocare anche un forte dolore. Vediamo insieme quali sono le cause, i sintomi, in che modo si può curare e cosa possiamo fare per prevenirla.

Cause dell’uretrite

L’infiammazione all’uretra può essere di origine infettiva, causata quindi da virus o batteri, oppure non infettiva. Può essere acuta e diventare anche cronica.

Uretrite infettiva

In questo caso è causata da un virus o un batterio, e può essere trasmessa sia sessualmente che non. Può quindi essere dovuta a batteri, oppure a virus come per esempio l’herpes simplex, agente patogeno sessualmente trasmissibile. Ce ne sono di due tipi: l’uretrite gonococcica, causata dallo stesso batterio responsabile della gonorrea (Neisseria gonorrhoeae), e l’uretrite non gonococcica, provocata da altri batteri (Chlamydia trachomatis, che provoca clamidia, Ureaplasma urealyticum, Trichomonas vaginalis y Mycoplasma genitalium).

Uretrite non infettiva

In questo caso l’infiammazione non è provocata da un microrganismo: una ferita, lesione o un trauma possono esserne la causa. Ad esempio, se noi effettuiamo un test attraverso questo condotto, ovvero, una cistoscopia, in alcuni casi lo strumento potrebbe danneggiare leggermente quest’area. In questo caso il problema è temporaneo e si risolverà in breve tempo.

Può anche essere provocata dalla sensibilità a prodotti chimici o naturali che contengono saponi, gel, creme, anticoncezionali, spermicidi, ecc, che utilizziamo nella zona intima.

Inoltre, i rapporti sessuali possono provocare questo problema uretrale, come anche un problema nella struttura di questo condotto che produce ristrettezza o stenosi.

Uretrite cronica

Se il gonfiore dura almeno 6 settimane si presume che l’infezione sia cronica ed è nota anche come sindrome uretrale. questo può avvenire nei casi infettivi in cui il microorganismo responsabile non è stato eliminato del tutto con la cura.

Infiammazione dell’uretra dopo rapporti sessuali

Quando si verifica subito dopo il rapporto sessuale, l’uretra infiammata può essere dovuta a un’infezione batterica, virale, fungina, o a un eccessivo attrito. Inoltre, sopratutto per quanto riguarda gli uomini, la pressione esercitata su questa zona durante la masturbazione può provocarne l’infiammazione.

Come si trasmette

Il contagio avviene tramite i rapporti sessuali. Quindi, le persone che non si proteggono bene e/o che hanno partner sessuali diversi hanno maggiori probabilità di incorrere in questo tipo di disturbo.

Uretrite: sintomi

Nel caso in cui avvertissimo un fastidio persistente nella zona genitale, è opportuno consultare immediatamente il proprio medico. Vediamo comunque quali sono i campanelli d’allarme che ci aiutano a riconoscere questo disturbo:

  • Dolore addominale
  • Dolore pelvico
  • Bruciore o dolore nel fare pipì (disuria)
  • Prurito, bruciore, dolore e fastidio anche senza urinare
  • Minzione frequente(pollachiuria)
  • Problemi per iniziare ad urinare
  • Sangue nell’urina
  • Sangue nelle perdite vaginali e nello sperma
  • Flusso vaginale costante e abbondante
  • Secrezioni costanti del pene
  • Decimi o febbre
  • Doloredurante il sesso (dispareunia)
  • Sensibilità in tutta la zona genitale
  • Infiammazione esterna nella zona genitale

Cura per l’uretra infiammata

Avendo diverse cause, anche la cura prescritta dal medico può variare a seconda del caso. Bisogna prima di tutto eseguire i test necessari per rilevare questo disturbo e da cosa è causato. Una volta individuato tutto quanto si procede con il trattamento migliore in base alle circostanze, solitamente sono compresi i farmaci per l’infiammazione dell’uretra, come gli antinfiammatori e gli analgesici.

Se è causata da batteri o virus, deve essere trattata con antibiotici, antimicotici, antivirali e così via. Nel caso delle malattie sessualmente trasmissibili, anche la malattia in questione deve essere trattata in modo specifico.

Se invece l’origine del problema è una lesione, generalmente è sufficiente prestare particolare attenzione all’igiene e assumere antinfiammatori e analgesici, sempre seguendo tutte le indicazioni dello specialista. Al contrario, quando il problema causato da un’allergia, allora il medico sicuramente prescriverà qualche antistaminico e darà qualche indicazione per evitare che possa riprendere il contatto con la sostanza allergenica.

Quanto tempo ci vuole per curare un uretrite?

La durata del trattamento dipende interamente dall’origine della condizione. Nella maggior parte dei casi questa infiammazione non è di origine infettiva, quindi può curarsi in pochi giorni, soprattutto seguendo il trattamento medico. Invece, nei casi infettivi può durare anche diverse settimane. E’ importante seguire comunque le indicazioni del medico per evitare che questo disturbo diventi cronico.

Come prevenirla

Riportiamo ora alcuni consigli che possono aiutarci a prevenire questo fastidioso disturbo.

  • Evitare rapporti sessuali non protetti.
  • Fare regolari controlli medici, sia di salute generale che specifici dell’ETS.
  • Se sai di avere un STD, informa tutti i tuoi possibili partner poiché potresti infettarlo.
  • Evitare i prodotti, come saponi o gel troppo aggressivi sulla pelle
  • Bere molto e mantenere un’alimentazione equilibrata.
  • Avere una corretta igiene intima

Integratori naturali

In rete sono disponibili numerosi prodotti naturali che ci aiutato a prevenire e a risolvere questo problema fastidioso. Su Amazon sono facilmente acquistabili i rimedi migliori, come l’Integratore naturale per le infezioni urinarie di Vegavero, a base di D-Mannosio, che può essere usato anche durante la gravidanza e il periodo di allattamento

Un altro prodotto ottimo è Cysticure di Nutrimea, integratore alimentare che combatte le infezioni urinarie provocate da microbi e batteri

In alternativa troviamo Uva Orsina di Erbecedario, un estratto realizzato artigianalmente dalla pianta fresca che cresce sui monti Lissini nel Veronese, antibatterico e disinfettante.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Garcinia cambogia: opinioni, recensioni e dove acquistarla

Come diagnosticare una cisti sebacea: consigli utili

Leggi anche
Contents.media