Squat perfetti: la posizione dei piedi corretta per l’allenamento

Per eseguire correttamente gli squat, è essenziale assumere una posizione dei piedi perfetta, specialmente quanto impieghi carichi elevati.

La posizione dei piedi, lo sa bene chi va in palestre, è spesso determinante nell’esecuzione corretta degli esercizi: vediamo come disporli durante gli squat.

Gli squat sono uno degli esercizi più gettonati dagli amanti della palestra e da chi ha deciso di rimettersi in forma e bruciare le calorie accumulate durante l’inverno.

Si tratta di tecniche molto semplici da realizzare e che possono essere fatte a corpo libero, in palestra, all’aperto oppure in casa se ci fosse brutto tempo. L’utilizzo di attrezzature come bilancieri e manubri non è essenziale alla buona riuscita di questo esercizio. Però, chi pratica fitness e body building da più tempo ricorrerà quasi sempre all’impiego di carichi piuttosto elevati per migliorare gli effetti degli squat. È uno degli esercizi più diffusi nelle schede di chi allena le gambe: gli squat sono capaci di stimolare tutti i nostri muscoli inferiori e soprattutto, i nostri glutei, che sono spesso difficili da allenare.

Advertisements

Eppure, in base a come l’atleta posiziona le gambe e i piedi, otterrà effetti piuttosto diversi sul suo organismo.

Essenziale anche curare la posizione della schiena per prevenire brutti e sgradevoli infortuni. Ecco perché potrebbe essere una buona idea eseguire questo esercizio davanti a uno specchio: in questo modo avrai sempre l’occasione di controllare se sei ancora nella posizione corretta o se, a causa dello sforzo, hai perso la tua stabilità iniziale.

Eseguire squat: posizione dei piedi

Come prima cosa per fare uno squat bisogna partire da una posizione eretta con le gambe dritte. I piedi vanno posizionati alla larghezza delle anche con le punte rivolte in avanti e di pochi gradi verso l’esterno. Praticamente, i piedi vanno tenuti nella posizione comfort per la maggioranza delle persone quando sono ferme a parlare con qualcuno. Mi raccomando i piedi devono essere anche paralleli tra loro.

A questo punto, appoggiando il peso sulla metà e sul retro del piede sarà possibile eseguire l’esercizio. Un’altra cosa a cui prestare attenzione è quella di tenere lo sguardo rivolto in avanti e di non abbassare mai la testa. Per risalire, cura la posizione della schiena e spingi sulle gambe.

Durante l’esecuzione dell’esercizio bisogna piegare ginocchia e caviglie senza mai perdere il controllo fino ad arrivare ad avere la coscia parallela al pavimento e all’altezza dei glutei.

Per quanto riguarda la schiena è importante che rivesta sempre la sua normale curva fisiologica.

Se sei alle prime armi potresti farti seguire da un personal trainer, in modo da imparare l’esecuzione perfetta di questo esercizio. All’inizio magari non avendo carichi elevati non avvertiresti nessuna controindicazione eseguendo gli squat in maniera scorretta ma, con il passare del tempo aumenterai il peso, quindi ogni movimento sbagliato ti costerà qualcosa in termini di salute e benessere.

Scritto da Amos Granata
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Caduta dei capelli: perchè avviene e come possiamo fermarla?

Quali sono i benefici psicologici dell’equitazione?

Leggi anche
Contents.media