Notizie.it logo

Superfetazione: puoi restare incinta mentre sei già incinta

superfetazione

Con il fenomeno della superfetazione, una donna incinta può concepire un secondo figlio mentre si è già in stato di gravidanza.

Scoprire che sei incinta di due o più bambini contemporaneamente può essere uno shock piuttosto grande. In circostanze del tutto normali. Ora, immagina di essere uno dei pochissimi casi con una gravidanza che coinvolge più feti di diverse età gestazionali. E’ il fenomeno che prende il nome di superfetazione. Come può succedere una cosa simile? Quali sono le cause e i sintomi che portano a ciò?

Causa del doppio concepimento: superfetazione

È vero, è possibile, anche se estremamente raro, concepire un bambino se sei già in stato di gravidanza. Il fenomeno è conosciuto in ambienti medici come superfetazione. Comprende due uova diverse, due spermatozoi diversi e due tempi di concepimento diversi. Sono stati studiati solo circa 10 casi umani, quindi è difficile dare un’indicazione temporale su ciò che costituisce le età gestazionali separata.

La sospetta superfetazione richiede due incidenze separate di ovulazione, una delle quali si manifesta dopo che è già in atto una gravidanza.

Il corpo umano è progettato per evitare che la superfetazione diventi un problema. Una volta incinta, il sistema riproduttivo di una donna non dovrebbe continuare a produrre ovuli. Infatti la donna non dovrebbe ovulare più di una volta per ciclo. L’ovulazione multipla può accadere nello stesso ciclo, ma è quando due ovuli vengono rilasciati entro lo stesso periodo di 24 ore, che risulta potenzialmente nel concepimento di gemelli.

Perché accade la superfetazione

Questo raro intoppo è il motivo per cui a volte si verifica la superfetazione. “Ci sono molti meccanismi che non hanno senso sul perché questo accade. La fertilità è un periodo molto specifico”, spiega il dott.

Robert Atlas, capo del dipartimento di ostetricia e ginecologia presso il Mercy Medical Center di Baltimora, nel Maryland. Egli osserva che la presenza di muco della cervice, che inizia a bloccare la cervice quasi immediatamente dopo il concepimento, è in genere un ostacolo importante per la fuoriuscita dello sperma. “Hai solo 24 ore, forse 36 ore in cui il muco della cervice è sottile e lo sperma può penetrare e entrare nell’utero.”

Nonostante la rarità negli esseri umani, l’incidenza è comune in alcuni animali, come gatti, pantere e tassi. Alcuni animali hanno anche più uteri per adattarsi al fenomeno. Questo non è l’unico modo in cui le gravidanze umane si differenziano da quelle animali. Di solito non abbiamo gravidanze multiple, e anche quando lo facciamo sono considerate ad alto rischio.”

Pochi casi in tutto il mondo

Durante i suoi 25 anni di pratica, il Dr.

Atlas non ha mai visto una superfetazione in azione, né è probabile che lo faccia. Ma se lo facesse, probabilmente trarrebbe questa conclusione, dopo aver esaminato in maniera esaustiva tutte le possibilità più probabili. “Molte donne si stanno sottoponendo a ecografie all’inizio della gravidanza, quindi, essendo in grado di misurare quella che è denominata lunghezza vertice-sacro, è possibile identificare le potenziali differenze in queste lunghezze”, dice. La lunghezza vertice-sacro misura un feto umano dalla sommità della testa (vertice) al fondo del sedere (sacro). Viene utilizzato per determinare l’età gestazionale del feto.” Quando osserviamo la differenza di lunghezza, non stiamo necessariamente pensando a questo fenomeno, stiamo pensando a potenziali anomalie in quelli che sono incredibilmente piccoli”.

Alcuni esperti sono scettici sul fatto che la superfetazione umana esista.

Il Dott. Jim Betoni, esperto di medicina fetale materna e creatore dell’app Pregnancy Power, osserva in una e-mail: “La maggior parte delle autorità ritiene che i presunti casi di superfetazione umana derivino da una crescita e uno sviluppo notevolmente diseguali di feti gemelli con la stessa età gestazionale”.

Casi di gemelli

I gemelli eterozigoti della stessa età gestazionale possono variare notevolmente in termini di dimensioni e predisposizione alla nascita. Chris e Marsha Prieto di Knightdale, Carolina del Nord, hanno avuto due gemelle eterozigote sei anni fa. “Quando sono andata in travaglio, la bambina B non era ovviamente pronta ad uscire”, ricorda Marsha. “La bambina A usciva normalmente come ci si aspetterebbe, la bambina B doveva essere estratta e spinta fuori”. “Non era a testa in giù, non era nemmeno nel canale del parto, era ancora sotto il mio petto.” Ironia della sorte, la bambina B ebbe un peso alla nascita di 2,4 chilogrammi, rispetto ai 2,1 chilogrammi.

I gemelli Prieto sono nati sani.

E mentre il rischio di parto prematuro rimane reale, fortunatamente, i casi moderni di sospetta superfetazione sembrano aver avuto successo. “I rischi riguardano principalmente il fatto che gli embrioni si trovano in diversi stadi di sviluppo all’interno dello stesso utero”, spiega il ricercatore Dr. Steven Hausman in una e-mail. “Questo può portare alla nascita prematura di uno dei neonati, ma nei casi che sono stati segnalati, tutti i bambini sembrano crescere bene una volta che la prematurità è stata riconosciuta e trattata in modo appropriato.”

Superfetazione eteropaternale

Stai attento con le avventure di una notte. Risulta che è possibile avere due gemelli eterozigoti da due padri diversi. Il fenomeno raro è noto come superfecondazione eteropaternale, e si verifica quando una donna rilascia due ovuli nello stesso periodo di tempo, ognuna delle quali è fecondata dallo sperma di due diversi uomini che sono entrambi impegnati in relazioni sessuali con essa, nell’arco di tempo che va da alcuni giorni ad una settimana.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche