Test Covid fai da te: come funzionano?

Forse non tutti sanno che, oltre alla possibilità di effettuare tamponi in farmacia o nelle strutture sanitarie, esiste anche quella di acquistare Test Covid fai da te.

Da marzo 2020 abbiamo purtroppo dovuto prendere confidenza con delle nuove abitudini e dei nuovi termini che sono entrati nel nostro vocabolario quotidiano. Tra questi ci sono sicuramente i tamponi e test Covid, gli unici strumenti diagnostici in grado di rilevare un eventuale contagio.

Forse non tutti sanno che, oltre alla possibilità di effettuare tamponi in farmacia o nelle strutture sanitarie, da alcuni mesi esiste anche quella di acquistare ed effettuare Test Covid comodamente a casa. In questo articolo vi spiegheremo dove acquistarli, le loro caratteristiche e come si adoperano.

Dove acquistare i Test Covid fai da te?

I test Covid possono essere acquistati sia in farmacia che sul web, rigorosamente da e-commerce di farmacia certificati. Su www.farmaciaigea.com è infatti possibile acquistare online due tipi di Test Covid: il test antigenico Eurospital, tampone rapido che agisce grazie ad un campione biologico nasale, e il test sierologico Primacovid, in grado di riscontrare la presenza di anticorpi contro il virus.

La comodità di acquistarli online su Farmacia Igea permette di riceverli direttamente a casa e in tempi veloci, perché il pacco arriverà nel giro di 24 ore: inoltre, superata la spesa di € 29, la spedizione sarà gratuita!

Che differenze ci sono tra il test fai da te antigenico e il sierologico?

Entriamo nel dettaglio e vediamo quali sono le differenze tra le due tipologie di test Covid. Il test antigenico Eurospital è indicato per rivelare l’infezione da Covid-19 e stabilisce l’eventuale presenza del virus nel momento del prelievo del materiale. Il tampone si inserisce all’interno della mucosa nasale e agisce ricercando le proteine virali (gli antigeni del virus) che entrano in contatto con l’anticorpo presente all’interno del tampone. Il vantaggio del test Eurospital è dato dai tempi molto brevi: in appena 15 minuti il risultato sarà pronto.

Qualora l’esito risultasse positivo è doveroso informare il proprio medico di base (o ASL) in modo di attivare la procedura per effettuare un secondo tampone di conferma, questa volta molecolare.

Il test sierologico Primacovid, invece, ha lo scopo di rilevare, attraverso il prelievo di un campione di sangue, la presenza di anticorpi sviluppati contro il virus. Questi anticorpi sono le proteine di Immunoglobuline G (IgG) e Immunoglobuline M (IgM), prodotte dal nostro organismo in risposta a batteri e virus estranei al sistema immunitario. Con il risultato di questo esame avremo dunque la certezza di aver contratto o meno il virus in passato.

Come si usa il test sierologico fai da te?

Utilizzare il test sierologico Primacovid è davvero semplice e veloce:

  • Dopo aver punto il dito bisogna prelevare un campione di sangue utilizzando la pipetta in dotazione;
  • Premere efficacemente la pipetta in modo che il prelievo di sangue si trasferisca nel pozzetto della cassetta del test;
  • Aggiungere una goccia del diluente nel pozzetto e aspettare almeno 5 secondi prima di aggiungerne un’altra.

Il risultato sarà pronto in appena dieci minuti e potrà essere:

  • Positivo se appariranno due linee nelle regioni di C (Controllo) e T (Test);
  • Negativo se apparirà un’unica linea colorata vicino alla regione C. La regione T in questo caso non avrà nessuna linea;
  • Nullo qualora non avremo nessuna linea in prossima della regione C: vorrà dire quindi che qualcosa nella procedura non è andato a buon fine e il test risulterà nullo. In questo caso bisognerà effettuare nuovamente l’esame con un nuovo test e un nuovo campione di sangue.

E’ giusto specificare che un risultato negativo può essere dato da una serie diversa di motivi. Tra questi, è possibile che la persona non abbia mai contratto il virus, ma anche che sia stata contagiata e non abbia sviluppato anticorpi, o infine che sia stata infettata meno di 8-20 giorni prima di svolgere l’esame e il suo organismo non è riuscito a sviluppare ancora una risposta immunitaria.

Come si effettua un test antigenico casalingo e quando è utile farlo?

Il test antigenico Eurospital si effettua inserendo il bastoncino cotonato in ciascuna delle due cavità nasali. Il materiale biologico prelevato, che riveste le cellule superficiale della mucosa, indicherà l’eventuale traccia del virus.

Un test antigenico può essere utile in una serie di casi e situazioni:

  • Se si avvertono dei sintomi riconducibili ad un’infezione da Coronavirus SARS CoV-2;
  • All’incirca dopo 5 giorni aver avuto un contatto con un soggetto risultato positivo, anche qualora non fossero presenti dei sintomi;
  • In caso dovessimo incontrare dei parenti o nello specifico dei soggetti a rischio.

I test fai da te valgono per ottenere il Green Pass?

I test fai da te casalinghi non valgono per ottenere il Green Pass e non sono considerati attendibili come i test di laboratorio. Tuttavia sono utili per offrire un primo risultato prima di approfondirlo con ulteriori esami.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I migliori rimedi naturali contro l’alito cattivo

Vitamina E: benefici ed effetti per la pelle

Leggi anche
Contents.media