Tiroide e metabolismo lento: i cibi ricchi di iodio

I cibi ricchi di odio sono utili per intervenire su tiroide e metabolismo lento: i migliori da assumere.

Le persone che soffrono di ipotiroidismo, ossia una funzione rallentata della tiroide, potrebbero essere interessate anche da un rallentamento del metabolismo. Ipotiroidismo e metabolismo lento, infatti, hanno in comune la mancanza di iodio, un elemento molto importante per il corpo umano.

È proprio lo iodio, infatti, a permettere alla tiroide di sintetizzare la tirexina, l’ormone che produce, ed è anche l’elemento più importante nella produzione degli ormoni T3 e T4 che sono quelli che regolano e velocizzano il metabolismo. Dunque è molto importante che ognuno si assicuri di assumere la giusta quantità di iodio, anche attraverso un’alimentazione varia e caratterizzata da cibi che ne sono ricchi. Ecco quali sono i dieci più importanti.

Tiroide e metabolismo: cibi con iodio

1. L’ananas
Tutti sanno che l’ananas è un alimento dimagrante ma nessuno sa dire perché. Si tratta di un cibo ricco di iodio che, quindi, è in grado di velocizzare il metabolismo e bruciare le calorie in più in modo veloce.

2. Spinaci
Gli spinaci sono un alimento ricco di vitamine e di altri elementi molto importanti per la salute. Fra questi c’è anche lo iodio in grande quantità per cui, ad esempio, una centrifuga di spinaci riesce a dare un carico di energia ma anche a velocizzare il metabolismo.

3. Uova
Le uova sono un piccolo scrigno di ricchezza. Oltre ad una buona dose di iodio, infatti, nel tuorlo e nell’albume ci sono sia la vitamina A che quella C, che hanno importanti funzioni antiossidanti e combattono i radicali liberi. Inoltre è presente una quantità non trascurabile di vitamina B1, fondamentale per la trasmissione degli impulsi nervosi.

4. Riso integrale
Tutti dovrebbero mangiare riso integrale perché è un cibo ricco di iodio ma presenta anche tante altre caratteristiche che sono positive per l’organismo umano.

Soprattutto le persone con problemi di peso, però, dovrebbero sostituire la pasta con il riso integrale perché offre molte più fibre che sono facilmente digeribili e non affaticano la digestione. Inoltre è un alimento lassativo che può aiutare la regolarizzazione dell’intestino e disintossicare l’organismo.

5. Legumi
I nutrizionisti non smettono di consigliare a tutti l’assunzione di legumi di ogni tipo, almeno tre volte a settimane. Oltre ad essere ricchi di iodio, infatti, sono anche un’ottima fonte di proteine e collaborano a tenere il colesterolo sotto controllo. I legumi, infine, contengono fosforo, ferro e calcio oltre che il potassio.

6. Funghi
Anche i funghi hanno molto iodio ma possono essere considerati un super-food perché hanno caratteristiche antiossidanti, sono ricchi di fibre e possono dare un ottimo contributo per contrastare l’innalzamento del colesterolo. Senza dimenticare che i funghi hanno pochissime calorie e migliorano la circolazione periferica.

7. Pesce
Non esiste al mondo alimento più ricco di iodio rispetto al pesce ma non è certo questa l’unica caratteristica positiva di questo alimento. È, infatti, una fonte importante di proteine e di grassi insaturi, quelli buoni, ossia gli Omega 3. È importante per sviluppare l’intelligenza, controllare i problemi legati all’asma e migliorare la salute della pelle.


8. Crostacei
I crostacei sono non solo ricchi di iodio ma hanno molte funzioni in comune con il pesce, quindi sono ricchi di fosforo e di grassi insaturi. È importante arricchire la propria alimentazione abituale con almeno due porzioni di crostacei a settimana.

9. Sale marino iodato
Il sale marino, detto anche sale iodato, non poteva ovviamente mancare nell’elenco degli alimenti che sono ricco di iodio. La sua assunzione regolare evita scompensi legati alla mancanza di iodio ed è anche molto semplice da utilizzare perché può essere un valido sostituto del comune sale da cucina in quanto offre la stessa sapidità.

10. Latte vaccino
Il latte vaccino può essere una buona fonte di iodio quotidiana ma la sua assunzione regala anche molti altri benefici. Infatti è un alimento antiossidante grazie alle vitamine A, C ed E ma accelera il metabolismo pure per la presenza di zinco e vitamina B. Grazie alla ricchezza di potassio, poi, è un toccasana per il sistema cardio-circolatorio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sciarpe e foulard proteggono davvero dal virus?

Carenza di vitamina D e Coronavirus: c’è una correlazione?

Leggi anche
  • La correlazione tra alimentazione e memoriaAlimentazione e perdita di memoria: la correlazione

    Scopriamo la correlazione tra alimentazione e salute cerebrale. Quali sono gli alimenti nocivi che influiscono sulla perdita di memoria?

  • fruttoDatteri contro ictus e colesterolo alto

    I datteri sono dei frutti in grado di regalare grandi benefici a chi soffre di colesterolo alto, inoltre sono utili anche per prevenire gli ictus.

  • dieta alzheimerLa dieta contro l’Alzheimer per prevenire la malattia degenerativa

    La dieta contro l’Alzheimer non prevede il consumo di superlacolici e carne rossa, ma predilige invece il consumo di acqua, verdure e legumi

  • Dieta Virginia Raffaele: i segreti della sua formaDieta Virginia Raffaele: i segreti della sua forma

    La dieta di Virginia Raffaele è semplice da seguire e ricca di benefici. Scopriamola insieme, nei paragrafi che seguono.

Contents.media