Tisana al rabarbaro, la bevanda che migliora la digestione

La tisana al rabarbaro è ricca di antiossidanti e fibre alimentari, sostanze utili a depurare l'organismo e a proteggerlo dalle infiammazioni.

La tisana al rabarbaro è una bevanda molto benefica per l’organismo, soprattutto per digerire bene e prevenire le infiammazioni. Scopriamone tutti i benefici.

Proprietà della tisana al rabarbaro

La tisana al rabarbaro deve le sue proprietà alla pianta con cui la bevanda viene preparata.

Il rabarbaro, infatti, è una pianta conosciuta per le sue proprietà benefiche che viene utilizzata fin dall’antichità nell’alimentazione e nella medicina tradizionali cinesi. Non a caso, la pianta viene coltivata in Mongolia, in Tibet e in Cina e le sue radici vengono fatte essiccare, polverizzate e utilizzate per preparare tisane e decotti.

Le proprietà benefiche del rabarbaro si devono alla reina, principio attivo tipico della pianta, oltre che ai tannini, alle fibre alimentari, ai glucosidi antrachiononici, all’acido crisofanico e al crisofanolo.

La tisana al rabarbaro contiene anche pectine, acido folico, acido gallico e parietina.

Tisana al rabarbaro: i benefici per l’organismo

La tisana al rabarbaro apporta molti benefici al nostro organismo. La bevanda, infatti, è particolarmente benefica per l’apparato gastrointestinale, dato che possiede proprietà digestive, depurative, decongestionanti ed epatoprotettive. La tisana, infatti, favorisce la digestione, aiuta ad eliminare i materiali di scarto, ha un effetto lassativo e rinfrescante dell’organismo.  

La tisana facilita anche la produzione di bile e di secrezioni gastriche e, inoltre, ha proprietà antimicotiche, antibatteriche e antinfiammatorie.

Tisana al rabarbaro: come prepararla

La tisana al rabarbaro è semplice da preparare in casa. Basta far bollire un litro di acqua e lasciarvi in infusione per una decina di minuti quattro coste della pianta. Trascorso il tempo necessario, eliminate le coste e bevete il liquido finché è caldo.

Tisana al rabarbaro: le controindicazioni

La tisana al rabarbaro, pur essendo benefica, ha anche qualche controindicazione. La bevanda non è adatta in caso di gravidanza e allattamento e va assunta con moderazione.

Dosi eccessive della bevanda, infatti, possono provocare disturbi a livello renale e calcoli renali.

La tisana al rabarbaro, per questo, non è adatta a chi soffre di malattie renali, calcoli, appendicite e malattie infiammatorie dell’intestino e problemi epatici.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dall’afasia si guarisce? Cos’è e come curarla

Come si trasmette l’influenza suina: sintomi e terapie per l’uomo

Leggi anche
Contents.media