Sedersi troppo vicini alla TV è dannoso per i tuoi occhi?

In questo articolo, scopriremo che stare troppo vicini al televisore potrebbe essere effettivamente nocivo, anche per ragioni diverse dal solito.

Allontanati dalla TV, stai rovinando i tuoi occhi!” è la classica citazione di genitori brontoloni, di pari passo con “mangia le tue verdure” e “la tua faccia si bloccherà in quel modo”. Strattonare un bambino lontano dalla televisione è una reazione di impulso per la maggior parte dei genitori.

Dopotutto, i nostri genitori lo facevano a noi, perciò ci deve essere stata qualche buona ragione. Sembra proprio che tutti quei colori lampeggianti, scintillanti e luminosi potrebbero danneggiare gli occhi di chiunque a breve distanza. E la TV non emette raggi X? La maggior parte dei genitori preferisce preoccuparsi troppo che troppo poco. Perciò ripetono l’ammonizione, anche se potrebbero non essere abbastanza sicuri del perché lo stiano dicendo. Ma hanno ragione?

Un fondo di verità

L’ammonimento abituale ha qualche fondamento storico. Tanto tempo fa, fino a circa gli ultimi anni ’60, le TV emettevano un piccolo quantitativo di radiazioni. Era misurabile ma non dannoso. Potevi sederti di fronte alla TV per ore al giorno e ancora non ricevere la dose di radiazioni di un banale raggio X. Tuttavia, è comprensibile che i genitori si sentissero a disagio con i bambini seduti vicino alla TV. Nel 1967, la General Electric ritirò 90.000 TV perché un errore di fabbrica aveva fatto in modo che queste producessero da 10 a 10.000 volte il consueto quantitativo di radiazioni.

Questo fu senza dubbio un fattore importante nel perpetuare l’ammonimento “siediti più indietro!”.

La situazione attuale

Le attuali televisioni LCD o al plasma non emettono assolutamente radiazioni. Ma anche se è vero che sedersi troppo vicino non irradierà gli occhi di tuo figlio, può comunque causare affaticamento visivo e mal di testa. Questo è il motivo per cui tutto il lampeggiare e scintillare (senza considerare il rumore) può essere dannoso a distanza ravvicinata.

I nostri occhi devono lavorare particolarmente duramente quando guardiamo la televisione in una stanza buia, perciò in aggiunta a spostare i bambini lontano dallo schermo, è sempre meglio avere le luci accese quando è il momento della TV. È una buona idea anche rimanere seduti mentre si guarda la TV. Ad alcuni bambini piace sdraiarsi sul pavimento, ma quell’angolo di visione può stressare il collo e gli occhi e causare mal di testa.

Un’altra cosa a cui prestare attenzione: se tuo figlio si siede regolarmente a un piede di distanza dalla TV, potresti voler far visita all’oculista. Forse il motivo per cui si mette così vicino è che da lontano non riesce a vedere bene, anche se non te lo dice. Gli occhiali potrebbero essere un facile rimedio!

La ragione più importante

C’è una terza ragione per dire ai tuoi bambini di stare lontano dallo schermo. Forse è la più utile di tutte. Dimentica le radiazioni, l’affaticamento visivo e i mal di testa. Se un bambino sta in piedi con il suo naso praticamente sulla TV, sta bloccando la visione di chiunque altro. Perciò è una ragione totalmente legittima dirgli di arretrare.

Scritto da Stefania Bosisio
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La liquirizia è il Viagra delle donne?

Amnesia: scopri di cosa si tratta

Leggi anche
  • Punture di medusa: i migliori rimedi naturaliPunture di medusa: i migliori rimedi naturali

    Le punture di medusa sono dolorose e possono provocare gravi reazioni allergiche. Scopriamo come curare i sintomi e prevenire l’attacco.

  • Smettere di fumare con la sigaretta elettronicaSmettere di fumare con la sigaretta elettronica: è davvero una buona idea?

    Le e-cig sono considerate sempre più spesso uno strumento eccezionale nella lotta contro il fumo. Ecco perché.

  • Prodotti a base di cbd: scegliere quelli più sicuriProdotti a base di cbd: la scelta giusta, per ottenere quelli più sicuri

    Prima di acquistare prodotti a base di cbd occorre accertarsi che siano altamente sicuri: quali sono gli aspetti da considerare per una scelta adeguata.

  • Cura delle ferite essudanti: medicazioni in tessuto non tessutoLe medicazioni in tessuto non tessuto per la cura delle ferite essudanti

    Per favorire un ambiente ottimale alla guarigione delle ferite fortemente essudanti, Mölnlycke ha studiato la gamma Exufiber®.

Contents.media