Vitamine: cosa bisogna sapere?

Occorre assumere le vitamine quotidianamente col cibo, ma bisogna fare attenzione sia ad un eccesso che ad un calo di assorbimento

Le vitamine sono dei micronutrienti indispensabili per la crescita, il benessere fisico e l’efficienza dell’organismo. Esse, infatti, sono indispensabili per le funzioni delle cellule e per il corretto svolgimento dei processi metabolici.

Vitamine: classificazione e caratteristiche

Le vitamine possono essere suddivise in due categorie: idrosolubili e liposolubili.

Le vitamine idrosolubili si sciolgono in acqua e sono la vitamina PP, la vitamina C e le vitamine del gruppo B (B1, B9, B6, B5, B8, B12, B2).

Le vitamine liposolubili, invece, sono chiamate così perché si sciolgono nei grassi e sono la vitamina D, A, K ed E.

Perché sono importanti?

Ogni vitamina ha proprietà specifiche utili per la salute e le funzioni di un determinato organo. La vitamina A, per esempio, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti ed è utile per la salute degli occhi e per migliorare l’apprendimento e la memoria.

Le vitamine del gruppo B, invece, sono 8 e hanno innumerevoli funzioni utili per l’organismo. Per esempio, la vitamina B12 aiuta a trasformare i nutrienti in energia, mentre la B6 è utile per i nervi infiammati.

La vitamina C è una delle vitamine più conosciute, utile a rafforzare le difese dell’organismo contro virus e batteri. Questo effetto si deve alle sue proprietà antiossidanti, utili per proteggere il corpo dall’azione dei radicali liberi.

Anche la vitamina D è utile per la nostra salute, specialmente per quella delle ossa. Essa, infatti, supporta il buon funzionamento del sistema immunitario e favorisce l’assorbimento intestinale del calcio. Non solo, la vitamina D aiuta a proteggerci contro i tumori al colon-retto, al seno e alla prostata e apporta dei benefici anche alla pelle, favorendo la proliferazione delle cellule dell’epidermide.

Fonti alimentari

Le vitamine possono essere assunte mediante la dieta, mangiando determinati alimenti.

Per esempio, la vitamina A, insieme a C e K, può essere assunta attraverso le verdure a foglia verde, al latte e ai latticini. Le vitamine del gruppo B sono contenute nelle carni, nei cereali e nei legumi. La vitamina C è presente negli agrumi e nei pomodori, mentre la vitamina E è contenuta negli oli e nei grassi alimentari.

La vitamina D può essere assunta attraverso l’olio di fegato di merluzzo, le uova e il pesce.

Per favorire l’assorbimento di tutti questi nutrienti è importante limitare cattive abitudini, come bere troppo caffè, bere alcol e fumare. In caso di malassorbimento delle vitamine, tuttavia, è possibile assumere degli integratori specifici, sempre dopo aver consultato il proprio medico.

Infatti, una carenza di vitamine è pericolosa per la salute tanto quanto un eccesso. Per esempio, le vitamine liposolubili in eccesso si accumulano nel fegato e nei tessuti e possono causare problemi al sistema nervoso, ai reni, alla vista, nonché stanchezza, irritazioni cutanee, disturbi gastrointestinali e ipoglicemia.

Un eccesso di vitamina B6, invece, può danneggiare il fegato e il sistema nervoso, mentre sovradosaggi di B2 possono dare disturbi visivi.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mandorle per ridurre le rughe in modo naturale

Come curare la pelle in caso di irritazioni da mascherina

Leggi anche
Contents.media