Aceto di mele: gli usi per la cura della persona e della casa

L'aceto di mele è un rimedio naturale utile per numerosi trattamenti: dalla cura della persona alla pulizia della casa. Se utilizzato in modo corretto può rappresentare un ottimo alleato per la vita quotidiana.

Aggiungendo i batteri “buoni” del genere Acetobacter al sidro di mele, si ottiene l’aceto di mele, un prezioso alleato per la vita quotidiana: dalla cucina alla cura della casa, passando per la cosmesi e i trattamenti tricologici, l’aceto di mele è un vero e proprio salva-vita che non può mancare nelle nostre dispense.

Le proprietà dell’aceto di mele sono moltissime: anti-infiammatoria, battericida e rimineralizzante sono solo alcune di esse. Vediamo ora nel dettaglio come usarlo per la cura della casa e della persona.

Aceto di Mele: i benefici

Prendersi cura della propria persona è molto importante, ma spesso i trattamenti da fare sono tanti, variegati e dispendiosi. L’aceto di mele ci viene in soccorso in modo efficacie e soprattutto completamente naturale.

Ricco di calcio e acido silicico, può essere un valido sostituto al comune shampoo grazie al suo effetto rinforzante e opacizzante, utilissimo in caso di caduta dei capelli e capelli grassi.

  • Per denti più sani

Diluendo un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua ed effettuando con questa miscela degli sciacqui ogni sera, il calcio andrà a rinforzare i denti e a contrastare la formazione di carie e tartaro.

  • Per la tosse

Grazie alle sue proprietà disinfettanti, bere un cucchiaino di aceto di mele diluito in acqua ogni trenta minuti dona sollievo alla tosse.

  • Per il mal di testa

Respirare i vapori di questo tipo di aceto diluito in acqua bollente è un pratico rimedio per alleviare sensibilmente il mal di testa.

  • Per il viso

Per le appassionate di cosmesi fai-da-te, un utile sostituto al tonico per il viso industriale è l’aceto di mele, che rende la pelle più sana e luminosa.

  • Per i cattivi odori

L’aceto di mele è l’alleato perfetto per combattere i cattivi odori: lasciandolo in una tazza nel frigorifero o in una stanza, provvede ad assorbirli ed eliminarli, rilasciando un piacevole profumo di pulito.

  • Per pulire il legno

Le superfici in legno, per essere al meglio, hanno bisogno di cure e attenzioni; spesso, purtroppo, i detergenti industriali risultano troppo aggressivi e, a lungo andare, rovinano la superficie, mentre una miscela di aceto di mele e olio d’oliva spruzzata sul legno e strofinata con un panno asciutto donerà brillantezza senza rovinarlo.

  • Contro il calcare

Diluendo in parti uguali acqua e aceto di mele, si avrà una miscela perfetta per rimuovere efficacemente il calcare in modo pratico, economico e 100% naturale.

  • Per sbiancare i vestiti

Capita che in estate il sudore lasci dei brutti aloni su camicie e t-shirt e spesso il solo lavaggio in lavatrice non basta; una soluzione molto valida è diluire un bicchiere di aceto di mele in acqua calda e tenere a mollo i capi da trattare per circa trenta minuti. Dopodiché, si potrà procedere al lavaggio a mano o in lavatrice. Risultato? Macchie sparite.

  • Contro la muffa in casa

L’uso dell’aceto di mele è un sistema rapido, naturale ed economico per combattere la muffa: basta diluire due bicchieri d’acqua e uno di aceto in uno spruzzino e spruzzare la miscela sulla zona interessata, aspettare qualche minuto e asciugare con un panno pulito. È un rimedio particolarmente indicato per le superfici in plastica, come la tenda della doccia.

  • Per gli amici a quattro zampe

È un utile alleato anche per la cura di cani e gatti. La sua componente acida tiene lontani i parassiti, quindi è buona norma strofinare – sempre molto delicatamente – una miscela di acqua e aceto di mele sul pelo del nostro animale domestico dopo il bagno, sia sul pelo asciutto, sia da bagnato. In caso si infezioni da lieviti, molto comuni nei cani, si può curare il disturbo lavando le zampe con bagni di questa sostanza ben diluita in acqua.

Controindicazioni

Abbiamo visto gli innumerevoli usi e le proprietà, ma è necessario concludere con delle precisazioni sulle – poche – controindicazioni sull’uso smodato: per via del suo PH acido, è fondamentale diluirlo sempre in acqua o olio per utilizzarlo al meglio, per evitare effetti indesiderati e dannosi, specialmente nella cura della persona.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come rilassare lo stomaco con gli esercizi giusti

Sport in età avanzata: fa bene?

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.