Argilla ventilata: gli effetti benefici per la bellezza

L'argilla ventilata è un ottimo antinfiammatorio e cicatrizzante, adatto a favorire la guarigione di infiammazioni, gonfiori e ferite

L’argilla ventilata è una particolare tipologia di argilla con cui è possibile realizzare degli impacchi dalle notevoli proprietà benefiche. Scopriamola insieme.

Argilla ventilata: caratteristiche e proprietà

L’argilla ventilata è una particolare tipologia di argilla verde o bianca che ha una consistenza finissima.

Quella verde è quella più conosciuta e utilizzata, e deve il suo colore al basso contenuto di acidi ferrici. È allo stesso tempo assorbente, purificante, antisettica, curativa, remineralizzante e ammorbidente. La bianca, invece, ha un alto tenore di ossido di alluminio.

L’argilla ventilata, come suggerisce il nome, è sottoposta ad un particolare processo di ventilazione per separare la polvere più fine dai granuli più grossi. Si ottiene così una polvere sottilissima con proprietà benefiche utili a trattare ferite, distorsioni, infiammazioni ed eccesso di sebo sia sulla pelle che sui capelli.

Gli utilizzi

Si tratta di un ottimo ingrediente per preparare degli impacchi da applicare sulla pelle in caso di gonfiori, edemi e infiammazioni. L’argilla ventilata, infatti, è un ottimo prodotto antinfiammatorio, cicatrizzante e assorbente, ottimo per trattare questo tipo di disturbi.

Per preparare un impacco, in una ciotola di ceramica si mischia una parte di polvere e una parte d’acqua, fino ad ottenere un impasto denso, vischioso, adatto ad essere spalmato.

Una volta pronto l’impacco, esso può essere applicato sulla zona da trattare con un pennello, lasciando agire per almeno 30 minuti.

Alla fine del trattamento, è possibile rimuovere il tutto utilizzando acqua tiepida.

Trattamenti di bellezza all’argilla ventilata

L’argilla ventilata, per via delle sue proprietà, è ottima anche per preparare maschere di bellezza da applicare su pelle e capelli.

Mischiarla con il tea tree oil, per esempio, consente di ottenere una maschera valida per contrastare punti neri e piccoli brufoli.

Lo stesso preparato può essere utilizzato per assorbire l’eccesso di sebo dai capelli.

Controindicazioni

Si tratta di un ingrediente non è adatto in caso di gravidanza, allattamento e per i bambini. Può provocare stitichezza come effetto collaterale. Inoltre, bisogna fare attenzione se si assumono dei farmaci, perché potrebbe limitarne l’assorbimento.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rimedi naturali contro scottature e bruciature: ecco i migliori

Cos’è il tè alla cannabis?

Leggi anche
Contents.media