Benefici e controindicazioni del cavolfiore

Il cavolfiore è un vegetale ricco di benefici per l'organismo grazie alle sue proprietà. Prima di consumarlo è bene conoscere anche le controindicazioni.

Il cavolfiore è un ortaggio molto apprezzato in cucina e per questo è presente in numerose ricette davvero ricche di gusto. Questo alimento vanta anche delle importanti proprietà nutrizionali che lo rendono particolarmente ricco di benefici per l’organismo. Prima di consumarlo, però, è bene anche conoscere quelle che sono le controindicazioni dell’ortaggio.

Proprietà nutrizionali del cavolfiore

Le proprietà nutrizionali del cavolfiore sono davvero molto importanti e rendono questo alimento ricco di benefici per la salute. Se si tiene conto di una quantità di cavolfiore pari a 100 g, le principali sostanze nutritive in esso contenute sono:

  • Valore energetico: 25 kcal
  • Acqua: 84 g
  • Proteine: 5,3 g
  • Grassi: 0,3 g
  • Carboidrati/Zuccheri: 4,4 g / 3,9 g
  • Fibre: 2,4 g
  • Vitamine: vitamina C (28 mg), vitamina A (60 µg), vitamina B6 (0,2 mg)
  • Sali minerali: magnesio (15 mg), potassio (350 mg), ferro (44 mg), sodio (30 mg)

I benefici del cavolfiore

I benefici offerti dal cavolfiore sono davvero numerosi e dipendono dalle proprietà nutrizionali che vanta questo ortaggio. La grande quantità di vitamina C in esso contenuta, infatti, consente all’organismo di rimanere in salute aiutando anche il sistema immunitario.

Il cavolfiore è utile anche per prevenire infiammazioni e malattie stagionali quali tosse, raffreddore e influenza. Inoltre, il cavolfiore è molto utile anche per risolvere il problema della stitichezza dal momento che contiene molte fibre che, tra l’altro, aumentano anche il senso di sazietà rendendo il vegetale ottimo anche per chi è a dieta.

L’ortaggio ha un basso indice glicemico e quindi anche i diabetici possono consumarlo senza problemi. Esso fa anche bene ai denti e alle ossa perchè contiene importanti quantità di calcio, fosforo e magnesio.

Le controindicazioni del cavolfiore

Le controindicazioni del cavolfiore sono legate al fatto che questo ortaggio contiene grandi quantità di purine che possono trasformarsi in acido urico. Proprio per questo, le persone che hanno problemi di gotta o di calcolosi dovrebbero evitarne il consumo.

Chi soffre di ipotiroidismo dovrebbe consumare piccole quantità di cavolfiore dal momento che esso contiene sostanze che prevengono l’assorbimento dello iodio.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

A cosa serve e quali sono le controindicazioni del magnesio

Chlorella: cos’è, proprietà e a cosa serve

Leggi anche
  • tornare in forma per l'estateCome rimettersi in forma dopo le vacanze

    Tutti noi abbiamo bisogno di qualche giorno di vacanza per ricaricare le batterie e goderci il meritato riposo, magari cogliendo anche l’occasione per cimentarci in nuove esperienze.

  • dieta chetogenicaDieta chetogenica: di cosa si tratta, menù, benefici e controindicazioni

    La dieta chetogenica non consente di consumare alimenti ricchi di carboidrati, da sostituire con cibi ricchi di grassi e omega-3

  • rabarbaroProprietà e benefici della tisana rabarbaro e malva

    La tisana rabarbaro e malva è una bevanda ricca di benefici soprattutto per l’intestino e per l’apparato digerente. Impariamo a conoscere le sue proprietà.

  • bambiniBenefici e controindicazioni della dieta vegetariana nei bambini

    La dieta vegetariana è molto apprezzata, ma non tutti la ritengono adatta ai bambini: vediamo quindi tutto quello che c’è da sapere.

Contents.media