Bioflavonoidi per una buona salute: quali sono i benefici

Nella stagione fredda l’interesse comune è sempre quello di riuscire a mantenersi sani, una buona alimentazione piena di bioflavonoidi può fare miracoli.

Nella stagione fredda l’interesse comune è sempre quello di riuscire a mantenersi sani. Alimentazione, sport e igiene sono fondamentali, e proprio nell’ambito dell’alimentazione possiamo trovare i maggiori alleati della nostra salute.

Tra questi, molto utili non solo contro i malanni stagionali, ci sono i bioflavonoidi, assumibili dagli alimenti ma anche da integratori acquistabili in parafarmacie, erboristerie o online come qui.

Cosa sono i bioflavonoidi

Si chiamano bioflavonoidi una grande classe di composti fenolici tipici delle piante e che, al loro interno, svolgono diverse funzioni, tra cui:

  • Le proteggono dai raggi UV e da alcuni microrganismi patogeni.
  • Partecipano alla sintesi simbiotica dell’azoto.
  • Possono essere messaggeri chimici o regolatori del ciclo cellulare della pianta.
  • Proteggono la pianta dal gelo e la siccità.
  • Danno colore a frutti e fiori.

Sono composti costituiti da 15 atomi di carbonio, strutturati su 3 anelli che possono posizionarsi e legarsi tra loro in maniera diversa, in base alla tipologia e al sottogruppo di appartenenza.

Quali sono i benefici

Assumere bioflavonoidi comporta numerosi benefici, come abbiamo accennato, e in particolare questo genere di composti vegetali sono:

  • Antiossidanti. In grado quindi di combattere l’invecchiamento cellulare e numerose malattie di tipo degenerativo.
  • Antinfiammatori e antimicrobici.
  • Protettivi del microcircolo, ovvero di tutto il sistema circolatorio costituito da capillari e canali sanguigni di dimensioni inferiori a 200 micron.
  • Protettivi del fegato.

Questo li rende degli ottimi protettori e sostenitori di molti aspetti della nostra salute. Sono infatti utili a sostenere il sistema immunitario, a proteggere dall’invecchiamento, dalle malattie come cancro e alzheimer, contro le emorroidi e per il trattamento della fragilità capillare e di molte altre patologie a carico dell’apparato circolatorio.

Dove trovarli

I bioflavonoidi si trovano principalmente in frutta e verdura ma anche radici, cortecce, rizomi, semi e foglie, ed è perciò possibile assumerli dalle bevande che ne derivano, come ad esempio nel vino o in tè e tisane.

Non esiste un genere specifico di frutta e verdura in cui sono presenti, ma in base alla sottocategoria se ne trovano di più o di meno. In particolare possiamo trovare flavonoidi diversi in:

  • legumi e piante medicinali.
  • sedano, peperoni rossi, nella buccia degli agrumi, ma anche nella menta, nel prezzemolo e nel ginkgo biloba.
  • mele, uva, pomodori, lattuga, cavolo e cipolla, ma anche in bevande come il tè, i succhi di frutta e il vino rosso.
  • Agrumi.
  • Pesche, pere, banane e all’interno del cacao.
  • Mirtilli rossi, uva rossa, lamponi, fragole, ribes nero, more, e frutti di bosco in generale.
  • Pomodori, fragole, uva ursina e grano.

Spesso non tutti gli alimenti sono assumibili nelle misure indicate e in tutti i periodi dell’anno, oppure il nostro corpo può avere più o meno difficoltà ad assimilare alcuni dei suoi nutrienti, per questo è possibile assumere flavonoidi specifici tramite integratori naturali.

Conclusioni

Come sempre, la buona alimentazione risulta essere la migliore alleata per proteggere la propria salute, non solo dai malanni di stagione ma anche da molti altri disturbi ed eventuali problematiche.

Ma non sempre questa è sufficiente o possibile, per questo l’uso degli integratori può essere un’ottima soluzione.

Tra queste sostanze i bioflavonoidi sono tra le sostanze organiche più presenti nei vegetali e la frutta e altrettanto tra i più importanti, in grado di sostenere il corpo umano sotto molti punti di vista. Per questo è importante riuscire sempre ad assumerli con regolarità.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La dieta Mediterranea è la migliore del mondo anche nel 2023

La dieta di Gisele Bündchen: come si tiene in forma?

Leggi anche
  • dieta della menopausaDieta della menopausa: come dimagrire a 50 anni

    Il consumo di alcuni alimenti, una buona e costante attività fisica sono gli ingredienti della dieta della menopausa per tornare in foma naturalmente.

  • dieta vegetarianaDieta vegetariana: i benefici, i contro e gli integratori naturali

    Seguire la dieta vegetariana significa andare incontro a una alimentazione più sana, maggiormente equilibrata e anche attenta al benessere del pianeta

  • dieta andrea larosaLa dieta di Andrea Larosa: cosa mangia l’atleta di Calisthenics

    Andrea Larosa, atleta italiano di Calisthenics, segue una particolare dieta. Ecco cosa mangia il campione.

  • calorie dieta uomoQuante calorie deve assumere un uomo di 30 anni? La dieta

    La dieta che deve seguire un uomo di 30 anni: ecco quante calorie deve assumere.

Contentsads.com