Cachi: quali sono i benefici e le controindicazioni?

I cachi sono un frutto molto dolce che vanta importanti benefici per l'organismo. Scopriamo quali sono e conosciamo anche le controindicazioni.

I cachi sono frutti autunnali particolarmente dolci che vengono amati da molti proprio per via del loro gusto unico. Questo alimento è piuttosto calorico, ma è anche ricco di nutrienti essenziali per il benessere dell’organismo. Vediamo quali sono le caratteristiche dei cachi e scopriamo i benefici e le controindicazioni di questi frutti di origine orientale

Benefici dei cachi

I benefici dei cachi sono numerosi e rendono il frutto molto utile per l’organismo. Nonostante sia abbastanza calorico, esso infatti vanta proprietà uniche. Grazie alla grande quantità di zuccheri semplici presenti nei cachi, agiscono come energizzanti naturali e quindi sono utili per chi pratica molto sport. La grande quantità di potassio aiuta a ridurra la fatica, la stanchezza e limita anche lo sviluppo dei crampi muscolari. Le molecole antiossidanti presenti in questo alimento proteggono poi il DNA dai danni dell’ossidazione e quindi il rischio di veder sviluppare patologie infiammatorie e tumorali cala di molto.

Le proantocianidine contenute nei cachi possono ridurre il rischio di patologie cardiovascolari grazie all’abbassamento della pressione sanguigna e alla riduzione dell’aggregazione delle piastrine. I cachi sono anche utili per ridurre in maniera naturale la quantità di trigliceridi e di colesterolo cattivo presente all’interno del sangue.

I carotenoidi aiutano a proteggere gli occhi dai danni causati dalla luce del sole e quindi mantengono in salute la vista. Anche i benefici per la pelle sono importanti perchè questi frutti sono ricchi di vitamina C in grado di combattere i danni della pelle e di ridurre le rughe.

Controindicazioni dei cachi

I cachi non hanno delle controindicazioni particolarmente serie per l’organismo Sconsigliamo comunque il suo consumo alle persone che soffrono di diabete e di obesità in quanto contengono molti zuccheri semplici tra cui in particolare il fruttosio. Nel contesto di diete dimagranti questi frutti vanno evitati perchè sono piuttosto calorici: 100g contengono infatti 65kcal. Suggeriamo quindi di non esagerare con i cachi, andrebbero infatti consumati con moderazione e mai di sera perchè gli zuccheri semplici contenuti in essi vengono traformati in grassi.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa fare in caso di stress da covid-19: consigli e rimedi

Sensazione di gonfiore: le migliori tisane per eliminarla

Leggi anche
Contents.media