Notizie.it logo

Cancro alle ovaie: cause, rimedi e prevenzione

cancro ovaie

Il cancro alle ovaie colpisce circa il 25% della popolazione femminile. Un'accurata prevenzione potrebbe dimezzare questi dati. Scopriamo i dettagli.

Il cancro alle ovaie è una malattia terribile per le donne. Esiste una predisposizione, ma la maggior parte delle donne ne soffre non ne è a conoscenza. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

La maggior parte dei cancri alle ovaie si sviluppa dopo la menopausa; metà delle donne affette da cancro alle ovaie hanno più di 65 anni e soltanto il 24% dei casi di cancro alle ovaie vengono diagnosticati in fase primaria, quando la malattia è confinata nelle ovaie. Quando i casi vengono diagnosticati dopo che il cancro si è sviluppato in altre parti del corpo, è difficile che qualsiasi trattamento abbia un’esito positivo. Per queste ragioni, il tumore alle ovaie è uno dei più brutti tra tutti i tumori che coinvolgono il sistema riproduttivo della donna.

Le ovaie sono parte degli organi produttivi della donna e ogni mese durante il periodo di ovulazione producono gli ovuli.

Le ovaie sono lunghe circa un centimetro e mezzo, ma con la menopausa la loro grandezza si dimezza. Sono collocate in entrambi i lati del basso addome. Durante la gioventù, nelle donne relativamente magre le ovaie possono essere sentite attraverso un esame pelvico. Dato che si restringono quando una donna finisce di avere il ciclo, un’ovaio normale non può essere sentito durante la menopausa.

Cisti ovariche

Le donne che hanno ancora il ciclo possono sviluppare delle cisti nelle ovaie, che possono essere sentite durante un esame pelvico o viste mediante radiografia o altri test. Raramente sono pericolose, specialmente nelle donne giovani. Le cisti sono meno comuni nelle donne in menopausa e per questo motivo quando si presentano sono spesso cancerose. Una cisti o un ovario ingrandito in una donna in menopausa dovrebbe essere controllato il prima possibile per essere sicuri che non si tratti di tumore.

Con il tumore alle ovaie, le cellule delle ovaie si ingrandiscono e si dividono in maniera incontrollabile. Le cellule potrebbero crescere e formare un tumore nelle ovaie, dividersi dal tumore principale e svilupparsi in tutto il corpo. Sebbene il tumore alle ovaie può distribuirsi in tutto il corpo, in molti casi rimane nell’addome e infetta organi come l’intestino, il fegato e lo stomaco.


Cancro alle ovaie

Ci sono diversi tipi di cancro. Molti tumori alle ovaie provengono dalle cellule che ricoprono il rivestimento esterno e vengono chiamati tumori dell’epitelio germinale. Sebbene i tumori dell’epitelio germinale colpiscano donne che non hanno avuto in famiglia parenti con malattie simili, il 10% delle donne con questo tipo di tumore hanno in famiglia persone che hanno sofferto della stessa malattia.

I sintomi del tumore ovarico (specialmente ai primi stadi) spesso non sono acuti o intensi e sono:

  • dolore pelvico o addominale
  • vaghi ma persistenti disturbi gastrointestinali come gas, nausea e indigestione
  • frequente bisogno di urinare anche in assenza di infezioni
  • cambiamento delle abitudini intestinali
  • aumento o perdita del peso; particolare aumento del peso nella zona addominale
  • gonfiore pelvico o addominale, sensazione di pienezza
  • dolore durante i rapporti
  • continua stanchezza
  • sanguinamento anomalo post-menopausa
© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.