Carenza di vitamina B12: i sintomi e cosa mangiare

E' possibile sopperire alla carenza di vitamina B12 mangiando carne rossa, legumi, latte e latticini e pesce

La vitamina B12 è una sostanza molto importante per la nostra salute, e una sua carenza potrebbe avere delle gravi conseguenze sul nostro organismo. Scopriamo quindi i sintomi più comuni per individuare la carenza di vitamina B12.

Carenza di vitamina B12: le cause

La vitamina B12 è scarsamente presente nel nostro organismo e deve essere introdotta giornalmente attraverso il cibo. La cobalamina, infatti, è fondamentale per la sintesi dei globuli rossi da parte del midollo osseo ed è responsabile in gravidanza del corretto e sano sviluppo del feto. Il fabbisogno giornaliero per un adulto si aggira attorno ai 2 – 2,5 µg, e una carenza di questa sostanza ha delle serie ripercussioni sulla salute, come la comparsa di una malattia chiamata anemia perniciosa.

La carenza di vitamina B12 può essere dovuta a molteplici fattori. Per esempio, se vi è un malassorbimento della sostanza a livello intestinale, dovuto a forte stress o infezioni batteriche, può verificarsi un abbassamento rilevante di vitamina B12. In alternativa, tra le cause di carenza di vitamina B12 vi è l’uso di medicinali come antibiotici, pillola anticoncezionale e sonniferi.

Carenza di vitamina B12: i sintomi

Si può individuare facilmente la carenza di vitamina B12 per via di alcuni sintomi peculiari.

Chi soffre di questo deficit si sente spesso stanco e privo di energie, tollera poco l’esercizio fisico e soffre di dispnea lieve. Non solo, chi ha scarsi livelli di cobalamina può soffrire di un particolare tipo di anemia, chiamata anemia megaloblastica, caratterizzata da globuli rossi di grandi dimensioni e carenza di folato o vitamina B12.

La carenza di vitamina B12 comporta anche scarsa concentrazione e scarsa memoria, causa nebbia cognitiva e aumenta il rischio di sviluppare patologie come l’Alzheimer.

Infine, la carenza di cobalamina comporta formicolii alle mani e ai piedi, perché causa demielinizzazione dei nervi del sistema nervoso centrale, portando al danneggiamento del sistema protettivo dei nervi.

Carenza di vitamina B12: gli alimenti giusti

Per aumentare la vitamina B12 e migliorarne l’assorbimento nell’organismo, bisognerebbe mangiare cibi ricchi di vitamina C ed E, oltre che di ferro e calcio. Per esempio, sono perfetti i cibi di origine animale, come uova, latte e derivati, fegato e carne di manzo. Inoltre, sarebbe bene ridurre il consumo eccessivo di zucchero, alcool e caffè, sostanze che ostacolano l’assorbimento della cobalamina.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tarassaco: proprietà e benefici per l’intestino

Rosa canina, il segreto per avere una pelle compatta e tonica

Leggi anche
Contents.media