Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Le cause e le cure migliori per il sangue dal naso

Sangue dal naso? Ecco come comportarsi.

Il sangue dal naso, chiamato anche epistassi, è un disturbo che colpisce molte persone. Vi sono però dei fattori di rischio, quali l’età e l’utilizzo di particolari farmaci, che possono influire notevolmente sul verificarsi di tali episodi. Proviamo a conoscere meglio di cosa si tratta e vediamo cosa è possibile fare per intervenire efficacemente.

Epistassi

Con questo termine scientifico ci si riferisce al più noto sangue dal naso. A tutti è capitato almeno un episodio di questo tipo, spesso sono i più piccoli ad esserne soggetti, magari dopo un piccolo trauma dovuto a un gioco un po’ violento. In genere la durata nella quale il sangue dal naso esce dalle narici non supera qualche minuto. Quali possono essere le cause della rottura dei vasi sanguigni all’interno della cavità nasale? Sono molte, vediamole assieme.

Sangue dal naso cause

All’interno del naso vi sono tanti piccoli vasi sanguigni che possono rompersi facilmente. Le cause che portano al sangue dal naso sono normalmente da ricondurre a piccoli traumi intervenuti o a un soffiarsi il naso con troppo forza.

Anche i cambiamenti di umidità e di temperatura possono causare sangue dal naso.

Chiunque può essere a rischio di tale disturbo. In particolare i più colpiti sono i bambini sotto i 10 anni, gli anziani, le donne in gravidanza e persone che stanno assumendo anticoagulanti. In quest’ultimo caso, il sangue dal naso può essere molto abbondante e durare a lungo.

Nel caso in cui il problema si presenti spesso, è consigliabile rivolgersi ad uno specialista che possa indagare meglio le cause scatenanti, tra le quali non si può escludere la presenza di neoformazioni a livello nasale.

Sangue dal naso rimedi

Quando si viene colpiti da sangue dal naso è bene seguire delle semplici regole che permettono di interrompere il sanguinamento nel breve tempo. Innanzi tutto bisogna sedersi e tamponare con fermezza la parte sopra le narici per almeno 10 minuti. La testa va chinata in avanti per evitare che il sangue entri in gola. Sulla fronte va messo del ghiaccio o qualcosa di molto freddo e stare seduti anziché sdraiati.

E’ importante non mettere mai la testa indietro ed è invece consigliabile soffiare il naso in maniera da far fuoriuscire il coagulo.

Se il sanguinamento non si ferma, è meglio recarsi al Pronto Soccorso più vicino. Cure fai da te, come inserimento di tamponi, sono da evitare. Sarà il medico che provvederà, con specifici prodotti ospedalieri, alla cura dei vasi sanguigni rotti.

Se si soffre di secchezza della mucosa nasale, con conseguenza screpolatura e facilità nella rottura dei vasi sanguigni, è consigliabile applicare delle creme specifiche che si possono reperire in farmacia. Sono soprattutto le persone che fanno uso di anticoagulanti, che dovrebbero attuare tutte le misure preventive per evitare qualsiasi rottura di vasi sanguigni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche