Notizie.it logo

Sogni febbrili, cosa sono e come funzionano

sogni febbrili

I sogni febbrili sono collegati all'innalzamento della nostra temperatura corporea, che si sviluppa quando abbiamo la febbre.

Può accadere di fare dei sogni particolarmente strani e in cui l’ansia e la paura sono i protagonisti. Queste esperienze oniriche si chiamano sogni febbrili. Da cosa possono essere causati? Vediamolo insieme

Sogni febbrili

Un serpente scivola lungo lo schermo statico di un televisore in una stanza buia. Dove ti trovi? Come ci sei arrivato? Perché stai sudando? Puoi vedere i contorni scuri di una poltrona, un divano, una finestra con le tende tirate, e subito dietro la luce di un lampione all’esterno. Niente sembra familiare. All’improvviso la stanza si espande infinitamente, poi improvvisamente si contrae attorno a te, come se tu ti trovassi nel compattatore di rifiuti in “Star Wars”. Non c’è via d’uscita, sarai presto schiacciato vivo.

Migliaia di ragni enormi scendono lentamente dai loro fili, preparandosi ad aspirare le tue viscere.

Una voce rimbomba tra le pareti annunciando la tua imminente dipartita; è la tua stessa voce. Ti accovacci in posizione fetale per prepararti alla fine, conscio di quanto tu ti senta caldo e scomodo.

All’ultimo secondo, proprio mentre le mura, i ragni e la voce si stringono intorno a te, noti una minuscola porta; aprila e striscia fuori. Ma non c’è sollievo. Anche fuori tutto appare altrettanto brutto e caldo. Devi correre, ci sono persone che ti sta dando la caccia. Tutti ti seguono. Perché? Cosa hai fatto?

Non fidarti di nessuno. Tutti quelli che conosci si sono trasformati in farfalle zombie con zanne colanti. Sono dappertutto. Si stanno agitando orribilmente dietro di te, avvicinandosi sempre di più con le loro ali brillanti e flessibili.

Una di queste atterra sulla tua testa e ti guarda. Ha il tuo stesso volto. Successivamente anche altre farfalle si accumulano. Ti hanno preso! Ti stanno mangiando vivo!

I sogni febbrili, sono i peggiori.

Non solo alterni momenti in cui sudi a quelli in cui tremi, ma non riesci nemmeno riposare perché ogni volta che vai a dormire, finisci in una strana dimensione da incubo con mostri, spazio-tempo deformato e tantissima paura.

Perché i nostri corpi ci fanno questo? Perché i sogni febbrili fanno parte di una sfortunata combinazione di due processi corporei, vale a dire febbre e sogni.

Da cosa nascono i sogni febbrili

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima capire cos’è la febbre. Perché i nostri corpi si riscaldano eccessivamente quando ci ammaliamo? In genere la nostra temperatura corporea è di 37 Celsius; questo può variare di un grado verso l’alto o verso il basso a seconda dell’orario.

Spesso, la temperatura scende di livello poco prima dell’alba e qualche volta sale dopo pranzo.

Si tratta di una zona climatica interna piuttosto stabile, ma può cambiare. Se il tuo sistema immunitario si trova nei guai, si mette in allerta. Materiali biochimici chiamati pirogeni iniziano a fluire attraverso il flusso sanguigno. I tessuti corporei e alcuni agenti patogeni producono questi pirogeni. Il nome “pyro” non è una coincidenza, ma deriva dalla parola greca “fuoco”. Quando questi pirogeni raggiungono la base del cervello, essi vanno verso l’ipotalamo, che ha il compito di impostare la temperatura corporea di un individuo.

Rilevando i pirogeni, l’ipotalamo gestisce il calore e dice al corpo di non farlo uscire. Fortunatamente i virus e batteri che ci rendono malati sono sensibili al calore.

L’idea è quella di rendere il corpo abbastanza caldo da combattere i batteri e virus fino a quando non muoiono. Sembra una buona idea, almeno finché i nostri organi interni non vengono cotti insieme agli agenti patogeni; questo in realtà è possibile. A volte il sistema immunitario, nel suo sforzo di liberarsi dalle cose che ci stanno facendo ammalare, può renderci ancora più malati. Se la nostra temperatura supera i 40.5 Celsius per troppo tempo, possiamo andare incontro ad effetti collaterali come convulsioni e distruzione dei tessuti.

I bambini tendono ad avere febbri più alte che si alzano più velocemente perché il loro sistema immunitario è giovane e inesperto. Pensa al tuo ipotalamo di quand’eri bambino come ad un poliziotto alle prime armi e al tuo ipotalamo adulto come una vecchia mano stanca che fa il minimo necessario.

Abbiamo detto abbastanza della febbre.

Cosa ne sappiamo dei sogni?

I bambini fanno sogni febbrili

Aneddoticamente, quando le persone ricordano i loro sogni febbrili peggiori, spesso questi provengono dalla loro infanzia; questo potrebbe avvenire a causa della vividezza con cui ricordiamo molte delle nostre prime esperienze. Una cosa è certa: i bambini tendono ad avere più incubi degli adulti. Tipicamente avvengono tra i 3 e gli 8 anni. Non è chiaro il motivo, ma sembra essere il risultato di un normale sviluppo cognitivo.

Il sogno cos’è

Cosa c’è in un sogno? O più specificatamente, che cos’è un sogno? Perché sogniamo? Si tratta, come credevano gli antichi, di un modo per comunicare con gli dei? O aveva ragione Sigmund Freud quando ha postulato che rappresentavano desideri repressi? Forse Carl Jung era arrivato ad una conclusione, quando suggerì che i sogni attingessero ad un inconscio collettivo.

I neurologi, ovviamente, non sono molto inclini verso l’interpretazione dei sogni e pensano che siano tutte stupidaggini. Infatti, per diverso tempo, molti scienziati erano convinti che i sogni fossero solo un prodotto accidentale delle nostre sinapsi che ne producevano casualmente durante il sonno. Avevano un nome per questo, “ipotesi di attivazione-sintesi”. L’idea era che durante la fase del sonno a movimento rapido degli occhi(REM), un mucchio di immagini disconnesse si scagliavano attraverso il nostro cervello. Quando ci svegliamo, mettiamo automaticamente le immagini insieme dandogli una sequenza semi-coerente. Arriviamo a sviluppare una storia nel sogno perché è così che funzionano le nostre menti.

Ma più recentemente, una serie di studi innovativi che utilizzano l’elettroencefalografia (EEG) e la risonanza magnetica (MRI), hanno portato ad un diverso modo di guardare ai sogni. Ricercatori italiani hanno usato la tecnologia EEG per studiare il processo di sognare su un gruppo di persone. Questi ricercatori, hanno messo alcune persone in una stanza insonorizzata, le hanno collegate ai macchinari EEG, e dopo essersi allontanati, le hanno man mano svegliate in momenti differenti e hanno fatto scrivere ciò che avevano sognato.

Le onde celebrali

Passiamo attraverso cinque fasi del sonno e in ogni fase si presentano diverse combinazioni di onde cerebrali. Esistono quattro tipi diversi di onde cerebrali: alfa, beta, delta e theta. Ognuna di queste, si muove ad una velocità diversa. Sogniamo di più durante la fase REM del sonno, che presenta un mix di onde cerebrali molto simili al nostro stato di veglia. I partecipanti allo studio che ricordavano meglio i loro sogni, erano quelli che avevano la più alta quantità di onde theta nei loro lobi frontali. Le onde theta sono a bassa frequenza. I ricercatori si incuriosirono perché c’è un altro caso in cui le onde theta sono presenti nei lobi frontali, cioè quando stiamo costruendo o pensando ad un ricordo. Quindi, sembra esserci uno stretto legame tra sognare e ricordare.

Uno studio separato, condotto con apparecchiature di risonanza magnetica, ha trovato una relazione tra i sogni particolarmente vividi, bizzarri e altamente emotivi, e le parti del nostro cervello conosciute come l’amigdala e l’ippocampo. L’amigdala è legata al modo in cui gestiamo le emozioni, mentre l’ippocampo è coinvolto nell’elaborazione della memoria.

Un terzo studio ha scoperto che i nostri sogni passano, e possibilmente vengono anche generati, attraverso il giro linguale, un’area nel cervello legata all’emozione, alla memoria e all’attività visiva. Sembra che i sogni usino il sistema di memoria per aiutarci a gestire le emozioni crude; trasformare emozioni intense in ricordi, aiuta a neutralizzarle, riducendo lo stress e l’ansia. Questo aiuterebbe a spiegare perché molte persone che non sperimentano il sonno REM per un lungo periodo, possono spesso sviluppare problemi di salute mentale.

Night Fever

Adesso che abbiamo maggiori informazioni su febbre e sogni, mettiamole insieme. Cosa c’è nella febbre che rende i nostri sogni così orribili? Se in circostanze normali i nostri sogni dovrebbero aiutarci a neutralizzare emozioni difficili, perché ci terrorizzano quando siamo malati?

Ricorda che i sogni si verificano nel tuo cervello che è un organo molto diverso dal resto del tuo corpo. Anche se costituisce soltanto il 2% della massa corporea totale, ha comunque bisogno del 20% dell’ossigeno che respiri. Inoltre i neuroni, i componenti principali del cervello, sono cellule ad alta potenza; essi richiedono molta energia per poter portare a termine il loro lavoro. In effetti, in un singolo neurone c’è bisogno di una quantità di energia compresa tra 300 e 2500 volte in più rispetto ad una cellula corporea media.

Tutta quella energia si dissipa sotto forma di calore, e per lavorare bene, il cervello che è come un computer, deve stare attento a non surriscaldarsi. Questo può essere difficile, poiché la temperatura nella materia grigia tende a salire più in alto e più velocemente rispetto al resto del corpo, quando deve affrontare qualsiasi tipo di problema, come ad esempio la febbre. Alcune sostanze stupefacenti (come ad esempio la metanfetamina, l’ecstasy e l’MDMA) sono note per aumentare la temperatura del cervello, che è uno dei motivi principali per cui possono essere tossiche per i tuoi neuroni.

Sappiamo che tutte le forme di attività mentale sono altamente sensibili ai cambiamenti di temperatura. Uno studio ha anche dimostrato che quando siamo esposti a temperature più elevate, la nostra capacità di prendere decisioni corrette diminuisce in modo significativo. Questo non vuol dire che chi vive in luoghi con un clima caldo prende decisioni sbagliate; dandogli abbastanza tempo, i nostri corpi possono adattarsi a temperature più elevate o più basse. Ma una giornata insolitamente calda potrebbe essere un brutto momento per pianificare qualcosa o fare una scommessa sui cavalli.

Come discusso in precedenza, i nostri corpi sono straordinariamente abili a controllare la nostra temperatura interna; ma non è sempre vero. Si è scoperto che durante la fase REM, il nostro termometro interno tende a sviluppare delle difficoltà tecniche. Aggiungete la febbre e il fatto che la temperatura del nostro cervello aumenta più velocemente quando il corpo è affaticato, mescolate il tutto con gli effetti negativi del calore sulla funzione cerebrale, e avrete una ricetta per dei sogni disastrosi.

Ricordi l’amigdala, quella parte del cervello strettamente collegata ai sogni e al trattamento delle emozioni intense? Essa è particolarmente associata a emozioni negative come il terrore e la rabbia. Gli specialisti pensano che l’amigdala sia la colpevole che si cela dietro i nostri incubi. Sembrerebbe che vada particolarmente in tilt quando si combaciano febbre e fase REM, e che inizi a sparare, volenti o nolenti, sogni orribili come se fosse un lanciagranate. Come risultato si hanno quindi sogni febbrili.

I sogni febbrili sono delirio

I sogni febbrili non devono essere confusi con allucinazioni o deliri. Il delirio è uno stato di confusione di veglia, in cui gli stimoli esterni sono fraintesi dal cervello. Come i sogni, le allucinazioni sono percezioni basate solo sul funzionamento interno del cervello, ma a differenza dei sogni, non si verificano quando sei incosciente. Tuttavia, le persone spesso soffrono di allucinazioni quando sono sul punto di addormentarsi o immediatamente dopo il risveglio.

Get outta my dreams

C’è qualcosa di carino che possiamo dire sui sogni febbrili? Abbiamo stabilito che anche se le febbri ti fanno sentire male, hanno comunque buone intenzioni; stanno solo cercando di aiutarci. Forse a volte esagerano e iniziano a cuocerti da dentro, ma questo perché il tuo ipotalamo è spietatamente impegnato a distruggere tutti gli invasori.

E sappiamo anche che i sogni sono probabilmente una parte importante di come il nostro cervello preserva la nostra salute mentale. Abbiamo bisogno dei nostri sogni per aiutarci ad elaborare le nostre esperienze emotive, trasformandole in ricordi innocui. Se non sognassimo, saremmo sopraffatti dallo stress e dall’ansia. Quindi entrambi i componenti dei sogni febbrili, vale a dire la febbre e sogni, hanno uno scopo. Ciò è valido in ogni caso, quando si combinano?

Probabilmente no. I sogni febbrili sono essenzialmente sogni sovralimentati. Mentre l’incubo occasionale potrebbe essere causato da niente di più esotico di un pasto eccessivamente piccante, gli incubi ricorrenti sono probabilmente causati da qualcos’altro. Se hai alcune cose da affrontare e cerchi di evitarle tutto il giorno, potrebbero ripresentarsi durante la fase REM; e la tua macchina dei sogni potrebbe non essere in grado di gestire il tutto. Alcuni specialisti ritengono che quando i tuoi sogni sono sopraffatti da emozioni intense e non riesci a convertirli in ricordi sicuri a lungo termine, questi iniziano a impazzire e trasformarsi in incubi.

Quindi i sogni febbrili sono probabilmente il risultato dei tuoi sogni che subiscono un crollo sotto pressione, a causa del surriscaldamento. L’unica cosa che ti dicono, e che ti dice anche il resto del tuo corpo è: rallenta, rilassati, riposa, mangia bene. Se non lo fai, la tua amigdala in stato febbrile continuerà a tormentarti con visioni di cyborg senza testa, geyser di sangue, spazio-tempo deformato, smembramento e morte. Quindi, cerca di guarire presto.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche