Fegato grasso: scopriamo insieme cosa mangiare per guarire

fegato grasso

Il fegato grasso, conosciuto in medicina come steatosi epatica, consiste nell’accumulo di grasso in quest’organo. L’infiammazione prodotta, se non trattata, può portare a gravi patologie come la cirrosi epatica.

L’insorgere di questa condizione è fortemente determinato dagli alimenti che ingeriamo e dalle nostri abitudini. Un cambio di dieta è imprescindibile se desideriamo recuperare la nostra salute epatica. Vuoi sapere da dove cominciare? Allora continua a leggere questo articolo di Tuo Benessere in cui rispondiamo ai dubbi su cosa mangiare in caso di fegato grasso.

Cosa mangiare in caso di fegato grasso

Un importante numero di pazienti con accumulo di grasso nel fegato segue una dieta inadeguata e abitudini insane. E’ fondamentale comprendere che se non correggi la tua alimentazione non potrai curare il fegato grasso.

Per migliorare il tuo regime alimentare dovrai includere gli alimenti utili a trattare il problema ed eliminare quelli dannosi. E’ opportuno optare per cibi che contengono molte fibre e proteine sane, giacché rallentano l’assorbimento di grasso nell’organismo e aiutano il metabolismo a smaltirlo.

Prendi dunque nota degli alimenti benefici per il fegato grasso e così avere maggior cura di te:

  • Avena
  • Riso integrale
  • Pane integrale
  • Spinaci
  • Bietola
  • Asparagi
  • Carote
  • Broccoli
  • Lenticchie
  • Mele
  • Kiwi
  • Ananas
  • Pere
  • Arance
  • Limone

E’ importante inoltre considerare che tutti gli alimenti che consumi devono essere cucinati con pochi grassi, optando per preparazioni al forno, alla piastra, al vapore o cotti.

In particolare la preparazione al vapore ti premetterà di mantenere tutte le fibre contenute negli alimenti garantendone allo stesso tempo l’apporto energetico e il mantenimento delle proprietà nutritive. I prodotti in commercio adibiti a questa funzione sono numerosi: consigliamo la vaporiera Russel Hobbs perché ti permetterà di cuocere insieme carni e verdure senza che i sapori si mescolino ottimizzandone la preparazione.

Potrai ordinare su Amazon la vaporiera Russel Hobbes e riceverla a casa in pochissimi giorni… pronta per metterti alla prosa con tante sfiziose ricette. Potrai inoltre controllare in tempo reale lo status del prodotto grazie al contrassegno.

Allo stesso modo, è raccomandabile scegliere sempre frutta e verdura fresche e abolire i prodotti congelati.

I prodotti lattei devono essere sempre scremati ed assunti in piccole quantità. Stesso dicasi per l’olio d’oliva, che va consumato in dosi moderate. Naturalmente, mai dimenticare di ingerire almeno 2 litri di acqua al giorno.

Alimenti proibiti per il fegato grasso

Ora che conosci i diversi tipi di alimenti che sì ti conviene consumare per mantenere sano il tuo fegato, devi anche prestare attenzione ai diversi cibi da evitare se hai il fegato grasso. Si tratta principalmente di evitare piatti fritti, con grassi saturi, molti zuccheri aggiunti, alimenti processati ecc. Prendi nota di questa lista di alimenti proibiti:

  • Fritti
  • Carni grasase
  • Affettati
  • Olii vegetali
  • Burro
  • Panna
  • Latte intero
  • Formaggi grassi
  • Zuccheri raffinati
  • Patate fritte
  • Nachos
  • Farine bianche
  • Snack
  • Dolci industriali
  • Prodotti da forno industriali
  • Alcolici
  • Bibite
  • Succhi confezionati
  • Bibite zuccherate
  • Fast food

L’ideale è eliminarli completamente dalla tua dieta, ma se il tuo medico ti permette di consumarne a volte, ricorda che deve trattarsi di un’eccezione e non di un’abitudine.

Raccomandazioni per prendersi cura del fegato

Il fegato grasso è una condizione che richiede massima attenzione, per questo è consigliabile cambiare regime alimentare ed aumentare l’attività fisica.

Una raccomandazione: prima di cominciare qualsiasi trattamento è opportuno attraversare una fase detox.

Disintossicare il vostro organismo – e soprattutto il fegato – da tutti gli alimenti che lo hanno danneggiato è il primo passo di un lungo cammino. Per raggiungere questo piccolo grande traguardo potrete utilizzare delle tisane drenanti che vi permetteranno di eliminare le tossine in eccesso.

Il primo step è documentarsi: leggete uno dei manuali a disposizione su Amazon. Il migliore è “Detox. Ricette facili per fare il pieno di salute” che vi saprà consigliare tante ricette sfiziose e appetitose. Riceverete a casa in pochi giorni grazie al safe tracking il libro; la spedizione garantirà l’ integrità del prodotto. Inoltre avrai la possibilità di contrarre “live” lo stato della spedizione grazie al contrassegno.

Come troverete indicato nella guida, è opportuno associare ad una sana alimentazione un abbondante consumo di acqua e tisane. I gusti in mezzo ai quali potrete scegliere sono davvero tanti: tra le erbe più indicate il finocchio è al primo posto. Sarà infatti sufficiente lasciare in infusione in acqua calda qualche minuto l’estratto e la tisana sarà pronta per essere gustata.

Un’idea originale in vista delle feste e dei regali natalizi poi è proprio regalare un kit per realizzare le tisane di LoveSuperfood Tea.

Nella confezione ordinabile su Amazon in maniera sicura e rapida, troverete non solo le erbe , ma anche l’infusore.

Dieta per fegato grasso e obesità

Esistono tantissime diete, ognuna delle quali si adatta ad una necessità differente. Il consiglio principale è quello di rivolgersi sempre ad un dietologo; tuttavia è importante documentarsi in maniera da poter interagire attivamente con il medico di fiducia. A questo proposito: avete letto il libro del dottor. Lemme? I suoi consigli stanno spopolando e, soprattutto, facendo dimagrire una porzione sempre maggiore di utenti. Se non lo hai ancora fatto, ordina su Amazon il suo volume per riceverlo in pochissimi giorni.

Dopo aver scoperto i cibi da usare e quelli da evitare, su Tuo Benessere vogliamo mostrarti un’idea del tipo di dieta da seguire se soffri di fegato grasso, comunque utile anche per i casi di obesità. Prendi nota di questo esempio di dieta quotidiana per il fegato grasso:

Lunedì

  • Colazione: 1 tazza di tè o infusione di dente di leone o cardo mariano, se vuoi aggiungere latte che sia scremato. 1 fetta di pane integrale con 1 cucchiaio di marmellata senza zuccheri aggiunti o dietetica, 2 fette di melone o cocomero.
  • Pranzo: 1 tazza di brodo dietetico fatto in casa senza uso di carni grasse, con 1 cucchiaino di lievito di birra o avena, 1 tazza di puré di carota e zucca, 1 petto di tacchino o pollo alla piastra e 1 mela o pera.
  • Merenda: 1 yogurt scremato con un pugno di cereali integrali.
  • Cena: 1 tazza di brodo depurativo con 1 cucchiaino di lievito di birra, 1 insalata grande con lattuga, germogli verdi, rucola, spinaci e pomodoro. Puoi aggiungere albume cotto grattuggiato ma devi scartare il tuorlo, e 2 kiwi o 1 piccola tazza di macedonia.

Martedì

  • Colazione: 1 tazza di infusione di boldo o limone, 1 fetta di pane integrale con un cucchiaio di formaggio scremato e 1 bicchiere di spremuta di frutta.
  • Pranzo: 1 tazza di brodo depurativo con un cucchiaino di avena o lievito di birra, 1 porzione di pasta integrale con verdure permesse o cotte o alla piastra e 1 pomelo.
  • Merenda: 1 yogurt magro da non dolcificare con 1 barretta dietetica di cereali fatti in casa.
  • Cena: 1 tazza di brodo dietetico fatto in casa con un cucchiaino di lievito di birra, 1 piatto di carciofi al forno, alla piastra o bolliti, 1 fetta di pesce bianco alla piastra e 1 arancia o pera.

Mercoledì

  • Colazione: 1 tazza di infusione di carciofi o di dente di leone, 1 fetta di pane integrale tostato con 1 cucchiaio di marmellata dietetica e 2 fette di ananas.
  • Pranzo: 1 tazza di brodo con lievito di birra o avena, 1 petto di pollo o tacchino, 1 insalata grande con lattuga, pomodori, carote e 2 fette di ananas.
  • Merenda: 1 yogurt magro e senza zuccheri con un pugno di cereali integrali.
  • Cena: 1 tazza di brodo depurativo casalingo o dietetico con avena o lievito di birra, 1 piatto grande di verdure al forno, alla piastra o cotte come carote, carciofi, zucchine, peperoni, cipolle ecc, e 1 macedonia di frutta.

Giovedì

  • Colazione: 1 tazza di tè o infusione di boldo o carno mariano con latte scremato o stevia, 1 fetta di pane integrale con 1 cucchiaio di formaggio scremato e 2 fette di melone.
  • Pranzo: 1 tazza di brodo depurativo casalingo o dietetico con avena o lievito di birra, 1 porzione di vitello al forno, 1 porzione di verdure al vapore e 1 arancia o 1 pomelo.
  • Merenda: 1 yogurt magro e senza zuccheri con un pugno di cereali integrali.
  • Cena: 1 tazza di brodo depurativo casalingo o dietetico con avena o lievito di birra, 1 piatto grande di puré di zucca e carote o anche di verdure a foglia verde, 1 porzione di pesce bianco alla piastra e un bicchiere di succo di frutta.

Venerdì

  • Colazione: 1 tazza di infusione o di tè ai carciofi o al dente di leone, 1 fetta di pane integrale tostato con un cucchiaio di marmellata dietetica e 1 bicchiere di succo di frutta tra quelle permesse o 1 pomelo.
  • Pranzo: 1 tazza di brodo depurativo casalingo con avena o lievito di birra, 1 insalata grande di spinaci e germogli verdi com pomodoro e carote, 1 porzione di vitello alla piastra e 2 kiwi.
  • Merenda: 1 yogurt magro e senza zuccheri con una barretta di cereali dietetica.
  • Cena: 1 tazza di brodo dietetico fatto in casa con un cucchiaino di lievito di birra, 1 piatto grande di puré di verdure a foglia verde e carote, 1 petto di tacchino o pollo alla piastra e 1 tazza di macedonia.

Negli altri giorni e le settimane successive puoi alternare e ripetere uno dei menu e combinarli, ma consigliamo di visitare il tuo medico o dietologo perché ti prescriva una dieta personalizzata. Saprà se devi controllare altre possibili patologie o no e cosa è meglio nel tuo caso.

© Riproduzione riservata
Leggi anche