A dieta in Autunno senza sacrifici

L'autunno è la stagione dei colori, grandi quantità di frutta e verdura di stagione per mettersi a dieta e cominciare l'attività fisica

Con i freddi arrivano anche i primi malanni di stagione, prima tenuti lontani dal Sole e tutte le nostre giornate sembrano faticose colline da scalare. Come fare a parlare di dieta proprio in questo periodo? Sicuramente l’estate ci ha fatto prendere qualche chilo, ci si muove di meno, si è sempre rilassati e felici e questo ci fa abbassare le difese verso le cose che ci piacciono e che magari dovevano rimanere lontane dalla nostra tavola.

Tutto sulla dieta d’autunno.

Dieta d’autunno: alimenti e menu

Una buona notizia, non è necessario fare rinunce drastiche. In teoria si potrebbe anche dimagrire mangiando. I consigli che vi stiamo per affidare non sono parte di un piano terapeutico ma devono essere presi per quello che sono, consigli, appunto. Innanzitutto bisogna cercare di fare attività fisica. Non esiste regime alimentare che possa funzionare senza un’adatta attività fisica. Anche perché il calo della durata della luminosità del cielo, combinato con l’abbassamento delle temperature, sono fattori che rendono pigri.

Advertisements

Ma come? Ecco qualche dritta affinché la dieta per l’autunno abbia successo. Esercizio fisico e dieta per l’autunno. Non esiste dieta che funzioni senza che questa sia associata all’incremento dell’attività fisica. Inoltre, purtroppo, la temperatura e la luce che calano portano inevitabilmente a mangiare di più, col risultato di prendere facilmente dei chili di troppo o di fare molta più fatica a dimagrire.

I consigli

L’autunno ci appoggia sulla tavola frutta e verdura tipicamente di stagione sempre tenendo conto che per questioni di linea e di salute è opportuno avere cura di scegliere alimenti e frutta di stagione che contengono una maggior quantità di sali minerali e vitamine e anche questi componenti aiutano a tenere sotto controllo la linea.

Troviamo quindi nei negozi pere, mirtilli e more, i fichi d’india, il melograno, i cachi e il radicchio rosso. I colori caldi dell’ambiente si sposano con in colori caldi di frutta e ortaggi che si sposano con la nostra salute perché dobbiamo sapere che anche quelli più calorici, come i cachi e i fichi non superano le 60/65 Kilocalorie per etto.

Oltre alle more prendiamo in considerazione il ribes, che è una preziosa fonte di Vitamine dei gruppi A, B, C ed E, dalle proprietà antiossidanti ed infiammatorie.

La notevole quantità di Potassio contenuta in questi frutti, ci aiuta a sentire meno la stanchezza, a combattere la ritenzione idrica dovuta al sodio e a sentire meno la pesantezza e la stanchezza del cambio di stagione.

I mirtilli, in particolare, hanno una potente azione protettiva della retina oculare e della circolazione sanguigna periferica, cosa essenziale per la dieta dimagrante per poter drenare i fluidi corporei e combattere la ritenzione idrica.

Tutti i frutti di bosco sono in ogni caso ricchi di fibra – indispensabile per dimagrire – e contengono almeno l’80% di acqua, apportando quindi pochissime calorie, circa 40 Kcal per 100 grammi di frutta.

Le pere, regine d’Autunno

Le pere sono ottime per favorire la digestione, per questo vengono sempre consigliate come frutta da gustare al termine del pasto e sono ricche di Potassio , energia cioè di pronto consumo, e di particolari fibre, cioè la pectina e la lignina , che aiutano a depurare l’organismo dalle scorie, regolarizzando l’intestino, e sono anche capaci di tenere sotto controllo il livello di colesterolo cattivo, ovvero il grasso che si accumula nel sangue. Contenendo circa l’88% d’acqua le pere sono un frutto particolarmente diuretico, ipocalorico e capace di depurare l’organismo , tutti benefici enormi durante per una dieta dimagrante.

I funghi

Nel formulare e seguire diete dimagranti e regimi alimentari controllati troppo spesso ci si dimentica dei funghi freschi che sono propri di questa stagione ed estremamente ipocalorici.

Nella dieta dell’Autunno si può scegliere liberamente tra le molteplici varietà, poiché le calorie rimangono bassissime in ogni caso, dalle 12-15 di ovuli e chiodini alle 25 Kcal dei porcini per 100 grammi. Fare sempre attenzione che le calorie aumentano molto, fino a 120 Kcal, se si tratta di funghi secchi. I funghi freschi sono anche una fonte preziosa di sali minerali , Potassio, Fosforo e Selenio, e apportano un’alta percentuale di proteine nobili, quindi magre. Il contenuto d’acqua nei funghi freschi raggiunge addirittura fino al 98%. Per definire meglio il regime alimentare bisogna ricordare di usare come unico condimento consentito, preferibilmente solo a crudo e non in fase di cottura , l’olio d’oliva in una quantità massima di 2 cucchiaini a pranzo e 2 cucchiaini a cena.

E’ anche opportuno abolire o ridurre drasticamente il consumo di alcool e bere almeno 1 litro e mezzo o meglio 2 litri di acqua al giorno.

L’attività fisica per la dieta d’autunno

Non si deve mai rinunciare a fare attività fisica, anzi l’Autunno, per chi non si muove, è l’occasione migliore per iniziare qualcosa di nuovo. Non rinunciate allo sport in autunno, anzi, ricordate che l’autunno è il momento migliore per iscriversi in palestra. Cominciare a seguire un regime alimentare in Autunno significa adeguare il proprio peso con la giusta lentezza e magari arrivare alla prossima Estate molto più in forma.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta lampo prima di Natale: gli alimenti consigliati

Occhi secchi: rimedi naturali per idratarli

Leggi anche
Contents.media