Quali sono i benefici e gli effetti della dieta vegetariana?

Dieta vegetariana: tutti i benefici per la salute e un esempio di menu giornaliero

Le persone che hanno deciso di scegliere un’alimentazione vegetariana sono in costante aumento a livello globale. La dieta vegetariana non esclude tutte le proteine animali anche se predilige quelle vegetali, una dieta che vanta molti benefici sulla salute sopratutto in termini di prevenzione qualora equilibrata e integrata del giusto apporto nutrizionale necessario al corretto funzionamento del nostro organismo.

Dieta vegetariana: benefici

Uno stile alimentare vegetariano apporta molti benefici sopratutto al cuore come ha dimostrato una ricerca condotta dall’Università di Oxford secondo cui evitare di consumare proteine animali diminuisce del 32% il rischio di malattie cardiache. Un vegetariano solitamente possiede un indice di massa corporea più basso, ridotti livelli di colesterolo e una regolare pressione sanguigna.

Seguire una dieta vegetariana favorisce il dimagrimento senza dover necessariamente integrare attività fisica né contare le calorie assunte a ogni pasto.

Advertisements

La rivista specializzata Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics ha recentemente pubblicato uno studio che ha rivelato come seguendo una dieta vegetariana si possono perdere naturalmente fino a 10 chili.

Un’altra ricerca invece, pubblicata da Psychosomatic Medicine ha confermato che seguire una dieta vegetariana fa bene all’umore, fattore dovuto all’apporto consistente di frutta e verdura e quindi di carotenoidi gli antiossidanti che eliminano i radicali liberi e rinforzano il sistema immunitario.

Una dieta ricca di vitamine, fibre e sali minerali mantiene più a lungo e più giovane il corpo, conferisce energia ed è stato dimostrato essere benefica per:

  • Il cuore
  • Favorire il dimagrimento
  • Fa bene all’umore
  • Favorire la longevità
  • Ridurre l’uso di antibiotici

Un esempio

Di ricette vegetariane ce ne sono così tante che non basterebbe un enciclopedia per contenerle tutte. Faremo quindi uno schema indicativo al fine di comprendere come affrontare una dieta vegetariana senza rischiare carenze nutrizionali.

Colazione: caffè con latte, una tazza di Thè, fette biscottate con marmellata, oppure uno yogurt con cerali, succo di frutta o spremuta.

Pranzo: un piatto di pasta, riso, quinoa, burgul, grano saraceno, miglio, farro oppure di orzo con di stagione salate in padella con un filo di olio extravergine di oliva. In alternativa una mozzarella accompagnata da un insalata mista di stagione.

Cena: minestra di legumi, di verdura o zuppa con uova o seitan.

Scritto da Chiara Cichero
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I migliori benefici dell’albume d’uovo

Sciroppo d’acero: tutto ciò che c’è da sapere

Leggi anche
Contents.media