Le differenze tra il cortisolo alto e basso

Il cortisolo è un ormone che viene prodotto dalle ghiandole surrenali. Vediamo insieme cosa succede quando i valori sono troppo alti o troppo bassi

Il cortisolo è il cosiddetto ormone dello stress prodotto dalla ghiandola surrenale sotto impulso del cervello. In una situazione stressante o comunque di tensione, vengono rilasciati anche adrenalina e noradrenalina. Questi tre elementi combinati aumentano la pressione sanguigna, permettendo una migliore prestazione e un’attenzione maggiore.

In alcuni casi i livelli di quest’ormone sono più alti o più bassi rispetto alla norma. Vediamo quali sono le conseguenze.

Cortisolo

Viene chiamato “ormone dello stress” proprio perché il suo aumento o la sua diminuzione dipendono dalle condizioni di stress o meno. Aumenta nelle situazioni di tensioni e ritorna ai valori standard subito dopo, permettendo il rilassamento del corpo. Se questo non avviene si possono creare i presupposti per l’esaurimento, soprattutto quando la situazione di stress diventa intollerabile.

Cortisolo alto

I livelli di quest’ormone non sono stabili durante il giorno. Può essere infatti più alto in alcuni momenti della giornata, per esempio appena svegli. Questo ci permette di affrontare la giornata, mentre lo stress contribuisce a mantenerlo alto fino a sera. Un livello alto per un periodo prolungato può provocare una serie di disturbi che comunque sono troppo generici per poter identificare immediatamente un aumento dell’ormone dello stress.

I disturbi associati sono, infatti, irsutismo, ipertensione, debolezza a livello muscolare, ma anche edema, infezioni ricorrenti, fratture o osteoporosi, acne, cefalea, depressione, calo della libido.

In alcuni casi, la produzione eccessiva di questo ormone può provocare il Morbo di Cushing. Si tratta di una malattia che provoca una ridistribuzione caratteristica del grasso corporeo e che può portare anche a conseguenze gravi come ipertensione, osteoporosi, innumodepressione, diabete e molto altro ancora.

Si stima, inoltre, che il livello salga in caso di intensa attività fisica. Tanto più esercizio fisico viene fatto, quanto più cortisolo sarà presente nel nostro sangue. I bambini tendono ad avere un livello più basso rispetto agli adulti.

Su Amazon è disponibile un ottimo integratore naturale a base di Fosfatildiserina, un fosfolipide con la capacità di abbassare il cortisolo, utile anche per migliorare la concentrazione e la capacità mnemonica.

Cortisolo basso

Naturalmente l’ormone dello stress può essere presente in quantità minori rispetto allo standard. le cause possono essere legate ad alcuni disturbi delle ghiandole surrenali, come per esempio il morbo di Addison, oppure a dei problemi a livello di ipofisi. Anche alcune malattie del fegato tendono ad abbassarne i livelli, così come l’ipotiroidismo, l’ipoglicemia.

Si può calcolare il livello nel nostro corpo attraverso delle semplici analisi del sangue. Il medico, qualora riscontri un’anomalia nei valori, può decidere di prescrivere altri tipi di esami, come una risonanza magnetica oppure una TAC, onde scongiurare problematiche legate alle lesioni delle ghiandole surrenali. Tra i sintomi di cortisolo basso ritroviamo le vertigini, irritabilità, ansia, apatia, pressione bassa, stanchezza e molto altro ancora. Anche in questo caso, si tratta di sintomi molto generici che, da soli, non possono indicare la presenza di un livello di basso nel nostro sangue.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Curcuma: effetti collaterali e controindicazioni

Palpitazioni: cosa fare in caso di battiti accelerati

Leggi anche
  • mal testa prima cicloMal di testa forte prima del ciclo: i rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro il mal di testa forte prima del ciclo ci sono la valeriana, la melissa e il salice bianco

  • placche alla golaPlacche in gola: rimedi naturali e sintomi

    Scopriamo quali sono i sintomi principali delle placche alla gola e impariamo a trattarle sfruttando i migliori rimedi naturali.

  • omega 3Integratori di omega 3: a cosa servono

    Gli integratori di omega 3 sono essenziali per tutti coloro che con la sola alimentazione non riescono ad introdurne quantità adeguate.

  • follicoliteFollicolite: cause e rimedi naturali

    Tra i rimedi naturali efficaci contro la follicolite vi sono il tea tree oil, l’olio di iperico e gli impacchi a base di aceto bianco.

Contents.media