I migliori esercizi per le gambe da svolgere in palestra

In palestra si possono svolgere numerosi esercizi per allenare perfettamente ogni parte del corpo. Scopriamo quali sono i migliori per le gambe.

Quando si va in palestra spesso ci si concentra sulla parte superiore del corpo, ma in realtà è bene anche eseguire alcuni esercizi per le gambe allo scopo di rendere tonici e muscolosi anche gli arti inferiori. Scopriamo quali sono i migliori da inserire all’interno di un allenamento allo scopo di far lavorare alla perfezione i muscoli delle gambe.

Esercizi gambe in palestra

Squat con bilanciere

Uno dei migliori esercizi per le gambe da svolgere in palestra è senza dubbio lo squat con bilanciere. Per eliminare il tessuto adiposo in eccesso nelle gambe o per accrescere la muscolatura, vi suggeriamo di eseguire 15 ripetizioni. Per eseguire l’esercizio dovrete tenere un bilanciere ben saldo tra le braccia e poi eseguire i tipici piegamenti da squat. Fate attenzione a scegliere bilancieri non troppo pesanti allo scopo di eseguire alla perfezione l’esercizio.

Ipertensione

Sdraiatevi sullo stimolatore tenendo le gambe posizionate sotto al rullo posteriore. I fianchi devono essere posizionati sui cuscini in modo tale che le ossa pelviche si sollevino di 10 cm sopra il bordo anteriore dei cuscini. La parte posteriore è abbassata in modo che il corpo formi un angolo di 90°. Si alzano in modo che il corpo dia allinato perfettamente in linea retta. Tenete la posizione per 2 secondi e poi ritornate alla posizione iniziale.

Ripetete questo esercizio per 20 volte.

Ponte

Si tratta di un esercizio progettato per allenare le gambe e i muscoli dei glutei. La parte superiore della schiena è appoggiata contro la panca, quella inferiore è in un limbo parallelo al pavimento. Le gambe devono essere tenute divaricate alla stessa larghezza delle spalle piegando le ginocchia. Posizionate un bilanciere sulla parte superiore del bacino tenendolo con entrambe le mani durante l’esecuzione dell’allenamento.

Il bacino deve essere abbassato lentaemente e poi sollevato in modo attendo. Fate attenzione a tenere i muscoli delle gambe e dei glutei ben tesi.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e come funziona la dieta genetica

Tremori dopo l’allenamento: quali sono le cuase?

Leggi anche
Contents.media