Notizie.it logo

Addio occhiali da vista: arrivano le gocce che correggono la miopia

gocce miopia

Dite addio agli occhiali da vista. In arrivo delle nano gocce che potranno risolvere per sempre i vostri problemi di miopia e ipermetropia

Correggere la miopia potrebbe essere più facile e meno invasiva della chirurgia! I ricercatori della Bar-ILan University hanno sviluppato delle gocce per gli occhi , insieme a una tecnica, per correggere i problemi della vista. Dì addio agli occhiali!

Secondo una pubblicazione dell’UNAM Global, si stima che entro il 2025 il 70% della popolazione giovane avrà la miopia a causa dell’aumento dell’uso di dispositivi elettronici e dispositivi mobili.

Come funzionano le gocce

Una ricerca di scienziati presso l’ Istituto di Nanotecnologia e Advanced Materials Bar-Ilan University , tecnologia sviluppata per curare problemi di vista, come miopia e ipermetropia ha creato queste “nano-gocce” che aiuteranno a risolvere i problemi di vista e a raggiungere il corretto indice di rifrazione della cornea.

Lo sviluppo di questa tecnologia, per correggere la miopia e ipermetropia, è una serie di passaggi. Il primo è attraverso una cella di applicazione(app), dove ogni persona può misurare la vostra vista.

Il secondo passaggio consiste nel connettere un dispositivo laser con un’altra app cellulare che invierà impulsi laser all’occhio e creerà un segno negli spazi che devono essere corretti.

Il terzo e ultimo passaggio consiste nel posizionare le gocce oculari che contengono nanoparticelle di proteine ​​non tossiche che aiutano a correggere miopia e ipermetropia nelle parti contrassegnate dal laser.

In questo studio di ricerca sono stati testati gli occhi dei maiali, in quanto sono molto simili a quelli degli umani, e hanno avuto un esito positivo.

L’indagine segnerà un grande passo avanti nella correzione dei problemi di vista perché a differenza della chirurgia, questo trattamento è meno invasivo poiché i componenti delle gocce (nanoparticelle) correggono solo il difetto nell’occhio.

Sebbene questi progressi continuino nei test è previsto che a breve verranno testati anche sugli umani.

Cosa dici, ti azzarderai a provare questa nuova tecnica?

© Riproduzione riservata
Leggi anche