Come dormire per ridurre infiammazione ernia cervicale: le posizioni migliori

Tutto quello che dovete sapere su come dormire nella posizione corretta se si soffrite di infiammazione all'ernia cervicale.

Chi soffre di disturbi alla cervicale lo sa bene: riuscire a trovare una posizione comoda per dormire è davvero difficile e il rischio di dormire nella posizione sbagliata è molto alto. Infatti, una posizione scorretta può peggiorare i nostri sintomi e aggravare l’infiammazione alla cervicale.

Vi sveliamo qual è la posizione corretta da adottare per dormire per migliorare e ridurre l’infiammazione alla cervicale.

Il buon riposo è fondamentale

Il riposo è molto importante per il nostro corpo in quanto consente al nostro nostro apparato scheletrico e muscolare di recuperare correttamente e di “correggere” ogni tensione o disequilibrio. Si può, quindi, facilmente comprendere come il riposo sia fondamentale per chi soffre di dolori cervicali. Ciononostante, la mancanza di riposo è una conseguenza piuttosto comune per chi soffre di questa patologia, in quanto trovare la posizione corretta che non aggravi la nostra condizione è molto complicato.

Diventa, quindi, un circolo vizioso: chi soffre di cervicale non riesce a riposare a causa dei sintomi, aggravando così la propria situazione.

Quale cuscino scegliere?

Quello che è molto comune riscontrare in quelle persone che soffrono di disturbi alla cervicale è la difficoltà a stare sdraiati. Il problema è che, spesso, la posizione di riposo adottata erroneamente da molti non mantiene la linea del collo naturalmente curva e in perfetto asse con il resto della colonna.

Quello che consigliamo per rimediare a ciò è acquistare un cuscino molto basso, che non deve essere troppo morbido, ma accompagnare la naturale curvatura del collo e delle spalle. Ancora meglio sarebbe non usare nessun cuscino e affidare al nostro materasso – che deve essere in grado di modellarsi – il compito di adattarsi alla nostra schiena.

La posizione ideale

Nonostante un cuscino adatto e un materasso rimodellante siano consigliati per una corretta postura, non sono le uniche cose da tenere a mente.

La posizione che adottiamo è altrettanto importante. Gli esperti consigliano una posizione supina e, ancor più importante, che percepiamo come comoda per il nostro corpo. È importante, nella fase di preparazione al riposo, provare un po’ di posizioni e vedere quali alleviano il nostro dolore e mantenere quella posizione durante tutta la notte per evitare che il nostro sonno sia disturbato dai dolori. Se proprio non riuscite a trovare una posizione che sia giusta per voi, consigliamo di rivolgervi ad un fisioterapista che potrà consigliarvi un trattamento più mirato.

Scritto da Nicole Scavuzzo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dieta tisanoreica: menu settimanale e controindicazioni

Qual è il miglior esercizio per gli addominali: il programma

Leggi anche
  • Caduta dei capelli in inverno: come rimediare naturalmenteCaduta dei capelli in inverno: come rimediare naturalmente

    La caduta dei capelli è frequente soprattutto in inverno. Scopriamo insieme perché e come rimediare naturalmente.

  • occhi rossiCome nascondere gli occhi rossi dopo aver fumato: consigli utili

    Hai fumato e vuoi nascondere gli occhi rossi dal fumo? Ecco alcuni consigli utili da provare.

  • birraCome smettere di bere birra: 6 trucchi per uscirne

    Come smettere di bere birra: 6 trucchi per uscirne attraverso questa guida.

  • Esercizi motilità intestinaleEsercizi per migliorare la motilità intestinale: la top 5

    I migliori esercizi per migliorare la motilità intestinale. Ecco la guida degli esercizi da eseguire nella nostra top 5.

Contentsads.com